The Worst of Genesis

L'area principale del Forum, dedicata alla storia e alla musica del famoso complesso di rock progressivo.

Re: Genesis: Analisi degli album - Selling England by the po

Postby 11mo Conte di Mar » 19 Dec 2013, 11:08

Il peggio dei Genesis è compreso tra il 1981 e il 1986.

Una compilation comprendente:

1. Who dunnit?
2. No replay at all
3. Illegal Alien
4. Invisible touch
5. Anything she does
6. Paperlate
7. Keep it dark
8. Land of confusion
9. Just a job to do
10. Throwing it all away
11. That's all
... magari con Congo come bonus track,
è un' arma letale.
Perchè i nostri hanno toccato vertici inimmaginabili ma pure abissi imponderabili.

More fool me al confronto è Mozart...
User avatar
11mo Conte di Mar
England Seller
England Seller
 
Posts: 850
Joined: 05 Feb 2007, 12:35
Location: Italy

The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 19 Dec 2013, 12:34

Ecco la mia compilation formata dal peggio dei nostri


1) One Day (mielosa e fanciullesca, non è una schifezza assoluta ma si comincia con qualcosa si ingenuo e dimenticabile)
2) Since I Lost You (si, ancora più miele, anche se qui il tema è più "nobile", vi dovete sciogliere)
3) If That's What You Need (miele che più miele non si può ma qui manco ci sono Collins e Gabriel a salvarvi, vi siete definitivamente sciolti)
4) In too deep (ci si può sciogliere ancora di più invece)
5) Anything She Does (riprendiamo un po' di brio con questo pezzo sbarazzino e poppettaro che più non si può. Brutta ma veloce)
6) Ballad of Big (un po' di "speranza", dai, forse abbiamo una ripresa con un brano mediocre ma tutto sommato non il peggio del peggio)
7) Invisible Touch (no, caro ascoltatore, devi subire)
8) I'd Rather Be You (non è un pezzo svogliato del Phil Collins solista, è proprio dei Genesis)
9) The Conqueror (una marcetta dopo un'altra marcetta? Ma che è? Mi volete far morire?)
10) It's Gonna Get Better (Speriamo. Forse potrà andare meglio. Questo è un pezzo mediocre che dal vivo è 10 volte superiore, dai che forse almeno ci salviamo con gli ultimi brani)
11) Small Talk (come non detto)
12) Illegal alien (ok, sta compilation è una schifezza)
13) Who dunnit (l'ho fatta io, ovvio)


[:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Genesis: Analisi degli album - Selling England by the po

Postby aorlansky60 » 19 Dec 2013, 12:34

Vediamo di analizzare la compilation proposta dal Conte [:D]



1. Who dunnit? [xx(]
2. No replay at all [:|] (devo dire che, nonostante tutto, questa non mi dispiace come altre)
3. Illegal Alien [xx(]
4. Invisible touch [xx(]
5. Anything she does [xx(]
6. Paperlate [:|]
7. Keep it dark [:-I] (questa decisamente non mi dispiace... trovo ben di peggio nel loro catalogo...)
8. Land of confusion [xx(]
9. Just a job to do [xx(]
10. Throwing it all away [:|] (anche questa non mi dispiace)
11. That's all [xx(]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 19 Dec 2013, 12:39

c'era da scommetterci che qualcuno avrebbe preso l'assist dall'altro topic... [:D] già quella segnalata dal Conte non è niente male... comunque ora vado a mangiare ed intanto penso alla mia... c'è da essere sicuri che si assomiglieranno un pò tutte!... [:D] [:-D]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 19 Dec 2013, 12:40

Stupitemi [:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: The Worst of Genesis

Postby Salmacis » 19 Dec 2013, 13:01

Più che altro c'è da essere sicuri che aor ci infilerà More Fool Me [:D]
---
EDIT:
...e non avevo ancora letto l'altro topic, l'ho fatto ora e ci avevo azzeccato! Come ti conosco [:-D]
- Le ho lette le FAQ, tranquilla.
- Quindi il tuo ignorarle bellamente è intenzionale?
User avatar
Salmacis
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 8616
Joined: 21 Oct 2005, 17:13
Location: Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 19 Dec 2013, 13:07

EDIT.

Ho aggiunto le compilation del Conte e di Aor dall'altro topic [;)]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 19 Dec 2013, 13:28

eh no, quella che avevo scritto nell'altro topic non è mica la "mia" definitiva in tema di "Worst-Genesis-Works" (mi è venuto adesso, sto titolo; però... non suona neanche male...), quella lì era venuta giù istintivamente e per di più anche cronologica!... no, no, ci devo pensare più seriamente... comunque vero : Nadia conosce bene i miei gusti. [:D] [:)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 19 Dec 2013, 13:56

Ok, allora quando sei pronto per la "definitive edition schifezzaster" la modifichi [:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 19 Dec 2013, 15:07

allora, [:)]

in un lavoro del genere la chiave del successo(?) non è solo la scelta ponderata del materiale, ma soprattutto la scelta indovinata della sequenza.




1) Who dunnit
una antologia del "peggio" deve necessariamente partire con un brano "simbolo", e quale brano rappresenta al meglio la peggiore caduta di stile e di cattivo gusto di un talentuoso compositore???... con questa si parte davvero alla grande!

2) Happy the man
una delle più povere e stentate composizioni della band vecchio stile, qui a fornire quanto di più lontano per coerenza stilistica con la precedente, volutamente inserita per disorientare [&:-S] l'ascoltatore.

3) Land of confusion
dalle atmosfere quasi folk della precedente scandita dalle 12 corde acustiche ai suoni post-atomici della qui presente violentemente infarcita di synths e simmons in tutte le salse, l'effetto (per l'ascoltatore) sarà micidiale e garantito!

4) In too deep
dopo una partenza simile, l'ascoltatore rischia veramente di venire sopraffatto [:-j] da eccessivo (dis) piacere (d'ascolto),
meglio abbassare i toni e ritornare a terra con questa.

5) That's all
a sentire il suo autore, uno dei pezzi migliori mai fatti dai Genesis; ci può stare in una compilation del genere? per me si.
Da ascoltare a volume adeguato (prossimo allo zero).

5) More Fool me
se non vi è venuto sonno con la precedente, questa qui vi porterà direttamente a nanna (qui dipende dalla persona : a me fa un altro effetto [:(] che è meglio non approfondire...); da ascoltare a luci soffuse; meglio (non) da soli.

6) excerpt from "The Waiting Room" soli primi tre minuti (prima che il brano diventi bello...) -
abbiamo rischiato la catalessi con le ultime due, ora ci vuole qualcosa che dia nuovamente la scossa, questa qua mi sembra particolarmente indicata per riprendere la rotta! [:)]

7) Invisible Touch
La vera grande "hit" dell'album, alla quale affidare anche il video-promo: con quei falsetti in coro a sole voci dei tre alla fine, diventa qualcosa di assolutamente irresistibile!

8) Illegal alien
un capolavoro del genere(?) post-modern(mortem?) che non ha certo bisogno di commenti e presentazioni.
Uno degli autentici fondi dell'album. [:)]

9) Follow you follow me
attenzione però : la versione live (quella del Lyceum di Londra) contenuta in "Three sides live", per fornire un idea anche del valore tecnico messo in mostra dalla band "on stage".

10) Just a job to do
Un finale ovvio e scontato affidato ad un brano assolutamente mediocre, quale migliore conclusione per restare in tema?


-----------

Attenzione, la versione DE-LUXE a tiratura limitata (4,5 miliardi di copie affrettarsi con le prenotazioni...)
conterrà in più rispetto alla versione standard :



11) Anything she does

12) Silver Rainbow

13) Taking it all too hard

14) I'd Rather Be You -
take 1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12,12,13,14,15,16,17,18,19,20,21,22,23,24,25,26,27,28,29,30,31,32,33,34,35,36,37,shit!!!
(urlo di Phil Collins direttamente catturato in studio a testimoniare la sua esasperazione verso il tastierista, particolare
riportato per la prima volta su disco che impreziosisce la versione DE-LUXE fino a portarla a livello di pezzo da collezione)

+ doppio DVD : video "The Making of Invisible Touch : a day with Genesis" dalla durata complessiva di 8ore (approssimative) che rivelerà tutte, ma proprio tutte le fasi tecnico/creative in studio che hanno portato alla realizzazione della vesione finale del brano come è conosciuto su disco; assolutamente da perdere.





ps : non, ripeto NON regalate ad aor quest'album per Natale!... [:-j]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 19 Dec 2013, 15:18

Niente male come compilation. Io compro la versione deluxe [:-D]

Pero' silver rainbow non ci sta, dai, e' un pezzo piu' che sufficiente e The waiting room e' un pezzone, compresi quei primi 3 minuti [:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 19 Dec 2013, 15:23

dipende dai punti di vista... [:D]

per uno come il sottoscritto, per il quale i Genesis resteranno immortali anche solo per avere scritto GET THEM OUT BY FRIDAY, capirete bene l'assoluta incompatibilità di quest'ultima verso una "silver rainbow" qualsiasi, come peraltro verso (quasi) tutto il materiale anni "80" della band... [:)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 19 Dec 2013, 15:28

Ma mica dico che Silver rainbow e' un capolavoro, dico che c'e' (molto) di peggio anche prendendo solo gli anni 80/90. [:D]

Poi ovvio che soprattutto in questi casi si tratta di (dis)gusti personali. [:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 19 Dec 2013, 15:29

Thomas Eiselberg wrote: The waiting room e' un pezzone, compresi quei primi 3 minuti [:D]



...tu non c'eri, 39anni fà nella cameretta di un ragazzino appassionato dei Genesis, allorchè aveva sul piatto THE LAMB con la puntina a suonare proprio "THE WAITING ROOM" ed entrò sua madre esclamando "lascia stare il nostro povero gatto!..." (che ora che ci penso era appisolato sul mio letto come se niente fosse...) [:D]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 19 Dec 2013, 15:54

Ma c'ero una volta quel pomeriggio di 15 anni fa quando in una cameretta un ragazzino intento a sentire The lamb fu disturbato gentilmente da sua madre che entrando disse:"Che 'azzo hai rotto adesso?"
Tutti i tentativi di spiegare a quella madre gentile che quel rumore di bicchieri rotti era una canzone si rivelarono vani. [:D]

Pero' quei suoni cosi' "veri", naturali, realistici ancora oggi mi fanno tornare ragazzino.
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 19 Dec 2013, 16:06

ah ah ah ah ah [:-D] caro Thomas, [:)]

abbiamo qualcosa in più di SELLING ENGLAND ad accomunarci! [;)]

però è incredible notare il potenziale di THE WAITING ROOM [:D] [:-D] è una continua sorpresa!

...qualcun altro ha aneddoti personali da rivelare con questo brano??? [:D]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby Betelgeuse » 19 Dec 2013, 20:26

Io, più che una compilation, farei una specie di EP, con soli 4 brani, quelli che veramente sopporto a fatica.

1) Misunderstanding
Il ritmo regolare, con la batteria che conserva almeno un minimo di vigore, non riesce a salvare un pezzo veramente irritante, composto un pò sullo stile dei Supertramp, ma di una copia molto sbiadita del gruppo di Breakfast in America. Quei coretti poi sono veramente insulsi.

2) Man On The Corner
Ho letto di gente ( ma non ricordo se in questo forum ) che considera questo brano tra i migliori di Abacab. A me annoia moltissimo, e quando, involontariamente, mi capita di ascoltarlo, o lo tolgo o non vedo l'ora che finisca. Senza capo nè coda.

3) Invisible Touch
Ma come è venuto in mente ai 3/5 dei compositori di Supper's Ready, di cimentarsi in questa...cosa? [:-|] E dire che molti che, nel 1986 avevano 14 anni, avranno forse scoperto i Genesis grazie a questa canzone e all'album in cui è contenuta. Le strofe ci possono stare, ma il ritornello è veramente orribile.

4) I Can't Dance
L'episodio peggiore della loro lunghissima carriera. Questo brano è di una bruttezza e di una ruffianeria disarmante, e non riesco a trovare un motivo, UNO, perchè debba essere associato ai Genesis. Ma in copertina c'è scritto così [V]


Qualche mia impressione su alcuni titoli che ho letto.

Silver Rainbow è forse la mia preferita da Genesis 83, altro che brutta! [:0] C'è il miglior Banks che l'ha composta, c'è un'architettura semplice finchè si vuole, ma che riporta ad atmosfere antiche. E' un piacere ascoltare questa canzone.

The Waiting Room è il brano più sperimentale dei Genesis, ed è ingeneroso liquidarla così, quando poi dal vivo si avvale di esecuzioni gigantesche.

Just A Job To Do è curiosa, dai ! Ha un suo perchè, anche se incasinata ( parole di Mike Rutherford ).

Happy The Man si avvale di una bella prova vocale, e non è malaccio.

Così come non sono malaccio Paperlate, Taking It All Too Hard e If That's What You Need

Since I Lost You ha un testo toccante, che esula da qualsiasi altra considerazione.
Betelgeuse
Lamb
Lamb
 
Posts: 2733
Joined: 24 Feb 2008, 13:58

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 20 Dec 2013, 10:22

Che poi, volendo concedere un ascolto attento -come ho fatto ieri sera, incredibile ma vero- ad una selezione improbabile quale la "worst" compilation qui tentata, l'esito è purtroppo fin troppo prevedibile [:-|] (almeno per uno dai miei gusti musicali); a mano a mano che procedevo nell'ascolto mi annotavo le impressioni a caldo, ma mi rendo conto che scrivendole tutte fedelmente potrei andare ad urtare i sensi di chi comunque apprezza questi brani, per cui traccerò un riassunto
(se dovesse succedere non prendetevela, sono solo impressioni personali di uno che conta quanto contate Voi [:)] o viceversa) :


Who dunnit : senza ombra di dubbio la peggiore in assoluto; avrò sempre il sospetto che qui i Genesis abbiano tenuto in poca considerazione il proprio pubblico quasi mancando loro di rispetto, pubblicando una cosa che doveva restare nell'ambito delle "out-takes"(e forse nemmeno quelle).

Happy the man : considerando che proviene dallo stesso periodo creativo che ha prodotto ben altro non la si può assolvere; sempliciotta e inutile. Banale. Fortunatamente non ha prodotto danno eccessivo non trovando posto in nessun album della band. (il 45g che porta il suo nome reca nella Bside una certa SEVEN STONES... mi sono chiesto spesso cosa frullasse in testa ai managers discografici, se delle mosche o semplice ragnatele, perchè in questo caso di materia grigia non se ne intravede...) [:(]

Land of confusion : inizio martellante, ossessivo, e (per me) insopportabile. Suoni (volutamente?) aggressivi.
L'arrivo del bridge a 2:24 sembra come un arcobaleno di quiete (e sollievo) dopo una violenta tempesta inconcludente, che riprende purtroppo a 3:20 del brano. Veramente pessimo. [:(] Se penso che questo è uno dei brani della band che meglio corrispose ai crismi musicali dettati dal periodo, mi rendo conto di quanto uno come me sia diventato incompatibile con l'evolvere del pop dagli anni 80 in su.

In too deep : tipica ballata "a la Phil Collins primi 80" quando aveva scoperto la chiave per diventare Re Mida agli occhi di un pubblico ricettivo verso certi tipi di cose (come questa); apatica e bucolica; NOIOSA.

That's all : una delle peggiori; pretenziosa velleità nemmeno troppo malcelata di mettersi al rango con storiche marcette Inglesi che hanno fornito la colonna sonora al British Empire, si rivela alla fine totalmente inconcludente, irritante e perfino ipocrita quanto uno specchietto per le allodole. Ho ancora nella mente gli occhi e l'espressione del suo autore allorchè la commenta, elogiandola a dismisura, in un documentario sulla band girato alcuni anni fà : forse era consapevole di mentire, ma non poteva riuscire a farlo con se stesso.

More fool me : il motivo per cui essa mi dia così dannatamente fastidio in fondo è assai chiaro; provenisse da altri non me ne curerei affatto. Ma il fatto che provenga da quella Band e soprattutto abbia trovato posto in quell'Album ha dell'imperdonabile. Un enigma. Per il resto, inutile dilungarsi a descrivere la mediocrità del brano, cosa già ampiamente trattata, detta e riscritta.

excerpt from "The Waiting room" soli primi 3 minuti : i tre minuti di maggiore anarchia musicale messa in mostra dalla band nella propria carriera (da una band che non aveva certo fatto dell'accozzaglia di suoni il suo marchio di fabbrica, e di cadute sul genere il rock non ne vide poche nella sua storia...); per me è paragonabile alla "Revolution#9" di Lennoniana memoria; non arrivo (e non intendo arrivare) a comprendere certe cose; per me la Musica in termini di Arte è un concetto preciso, mentre i "rumori" male assortiti fanno parte di altro.

Invisible touch : vale anche qui lo stesso concetto già espresso per "More Fool me" : da compositori (Uno in particolare) in grado di creare ben altro nel loro passato non ti aspetteresti simili cadute di stile, ma tant'è; ed è pur vero che con la musica pop si riusciva a fare "barche di soldi" anche con brani più ricercati e corposi, senza cadere nell'ordinario come questa riesce a fare, strizzando sfacciatamente l'occhio alle charts da alta classifica. Dozzinale.

Illegal alien : fin troppo facile liquidare questa = leziosa e leggera ai limiti dell'irritante; intende stupire l'ascoltatore più con suoni "a la page" e "a la mode" piuttosto che con una ricerca armonica originale cui il cantato di Collins tenta di correre in aiuto senza riuscirvi; alla fine, si rivela un perdita di tempo : inutile e fastidiosa.

Follow you follow me : in una compilation del genere, la presente rischia di figurare come la meno peggio del lotto (volevo dire "la migliore" salvo poi rendermi conto che il termine è fuori luogo in un contesto del genere), il che è tutto dire circa la media qualitativa che caratterizza in generale il tutto...

Just a job to do : irritante e pretenziosa, banalmente ordinaria sulla falsa-riga di milioni di canzoni pop che hanno dominato l'etere degli anni 80 senza un minimo di originalità. Assolutamente da dimenticare in fretta, come il suo titolo sembra consigliare.

Anything she does : mamma mia! [V] non comprate la DELUXE Edition della compilation per non ritrovarvela tra le orecchie;
forse la più insopportabile in assoluto del lotto : confusa, vuota, senza direzione, produzione e suoni plasticosi come richiedeva quel dannato decennio, insulsa ed irritante come poche. INSOPPORTABILE. [xx(] Fatta esclusivamente perchè fornisse il proprio contributo a "vendere" (non vedo altre ragioni) l'album che la contiene.

Silver rainbow : un inizio promettente ma purtroppo ben presto vanificato da una scelta armonica praticamente nulla e insipida a dominare il brano; peccato, poteva rivelarsi meglio di quanto in effetti è.

Taking it all too hard : una sorpresa; non me la ricordavo. E pensare che l'avevo relegata in fondo alla scaletta.
Ordinaria e melliflua fin che si vuole all'inizio, rivela però un anima sorprendente da 0:40 a 1:20 poi ripresa da 1:56 fino a 2:40, due momenti musicalmente splendidi nei quali la voce di Collins si fonde con gli effetti creati da Banks a fornire all'ascolto un intervallo assolutamente gradevole che sembra perfino sospeso nell'aria; d'accordo, il resto del brano ritorna nella mediocrità generale, però questi due intermezzi non sono da dimenticare.





Throwing it all away : non inclusa nella mia compilation, vale la pena spenderci due parole : per costruzione armonica complessiva a guidare il brano, non ultima la performance vocale di Phil a fondersi con essa specie nei ritornelli, credo che qui siamo al cospetto di un pop di gran classe con molto buon gusto a dominare il tutto, pur con qualche dose eccessiva di "zucchero" che affiora ogni tanto qua e là.


It's gonna get better altro brano che non avevo considerato in un "worst" della band, per una ragione precisa : non mi è mai dispiaciuta al pari delle altre; a salvarla -per me- sono le strofe, anche se i ritornelli tendono a rovinare il tutto fornendo una armonia di base assolutamente banale e inconcludente. Peccato.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 20 Dec 2013, 10:47

Betelgeuse wrote:1) Misunderstanding
Il ritmo regolare, con la batteria che conserva almeno un minimo di vigore, non riesce a salvare un pezzo veramente irritante, composto un pò sullo stile dei Supertramp, ma di una copia molto sbiadita del gruppo di Breakfast in America. Quei coretti poi sono veramente insulsi.



la sua apparentemente "innocente" e quasi ingenua sfacciataggine a volersi vendere come (e solo) come un pezzo pop da potenziale hit alla fine la salva, almeno per me, al contrario di altre del periodo (anche successivo) che assurgono a pretenziosità ben maggiori musicalmente, per rivelarsi alla fine autentici disastri e fallimenti (dal punto di vista artistico; le "vendite" sono tutt'altra cosa...); possiede una bella cadenza ritmica anche dettata dal grand-piano e una produzione curata; per me si tratta di un buon pezzo e -qualcuno si stupirà forse a leggere questo- non il peggiore tra le mie preferenze ne da DUKE ne dall'intera discografia della band.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby windshield74 » 20 Dec 2013, 12:37

Ok, ci provo pure io (sicuramente arriverà qualcuno a dirmi "hai sbagliato, non hai seguito le regole, sei proprio un gobbo!" [:D] [:D] [:D] )
Non includo "From genesis to revelation" né "Calling all stations" semplicemente perché non li ritengo album dei Genesis. Tutto qua.
Allora, in ordine cronologico.

-) Say it's allright Joe (zzzzzzz...)
-) The lady lies (che cavolo stai scrivendo Tony?)
-) Alone tonight (Michelino caro, hai pure una moglie bellissima, ma che ti piglia di scrivere tutte ste canzoni sui cuori spezzati?)
-) Keep it dark (Inascoltable)
-) Who dunnit? (Ma daiiii!!!! mod. Mughini ON)
-) Talking it all too hard (Da evitare se siete diabetici)
-) Silver rainbow (Cioè?)
-) Invisible touch (La prima canzone che ho sentito dei Genesis. Poteva andare meglio)
-) Land of confusion (Il coretto rimane subito in testa. Fine)
-) In too deep (vedi Talking...)
-) Throwing it all away (come sopra)
-) The brazilian (Lo strumentale più inutile della loro storia)
-) Never a time (utile come un frigorifero in Alaska)
-) The way of the world (leggerina, insipida, insignificante)

PS. Estromessa solo per evitare linciaggio.

-) Seven stones (mai sopportata, sempre ritenuta noiosa all'ennesima potenza)
Tanto gentile e tanto onesta pare la donna mia quand'ella altrui saluta, e invece è una maiala risaputa...
User avatar
windshield74
Lamb
Lamb
 
Posts: 2961
Joined: 08 May 2007, 12:56
Location: Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 20 Dec 2013, 12:39

Alcune riflessioni sulle riflessioni di Aor [:D]

aorlansky60 wrote:

Who dunnit : senza ombra di dubbio la peggiore in assoluto; avrò sempre il sospetto che qui i Genesis abbiano tenuto in poca considerazione il proprio pubblico quasi mancando loro di rispetto, pubblicando una cosa che doveva restare nell'ambito delle "out-takes"(e forse nemmeno quelle).



Io invece resto convinto che lo abbiano fatto consapevolmente, che abbiano scritto un brano il più folle possibile, il più lontano possibile dal loro pubblico, si siano detti "facciamo qualcosa che nessuno si aspetta". Il brano resta (a livello musicale) molto povero, ma rispetto ad altri brani ne ho sempre "rispettato" le intenzioni. E' un brano che vuole scioccare, che vuole farsi lanciare appresso i pomodori consapevolmente, non cerca di essere quello che non è, è una sfida, già il titolo dice tutto (possibile che l'abbiamo fatto noi? Chi potrebbe fare una simile cosa?). io lo preferisco a brani semplicemente brutti che loro credevano di spacciarci per brani epocali.

aorlansky60 wrote:Land of confusion : inizio martellante, ossessivo, e (per me) insopportabile. Suoni (volutamente?) aggressivi.
L'arrivo del bridge a 2:24 sembra come un arcobaleno di quiete (e sollievo) dopo una violenta tempesta inconcludente, che riprende purtroppo a 3:20 del brano. Veramente pessimo. [:(] Se penso che questo è uno dei brani della band che meglio corrispose ai crismi musicali dettati dal periodo, mi rendo conto di quanto uno come me sia diventato incompatibile con l'evolvere del pop dagli anni 80 in su.


Per me una delle migliori canzoni dell'album, uan delle migliori di un album brutto, questo si, ma 2 spanne sopra altre canzoncine di IT.


aorlansky60 wrote:That's all : una delle peggiori; pretenziosa velleità nemmeno troppo malcelata di mettersi al rango con storiche marcette Inglesi che hanno fornito la colonna sonora al British Empire, si rivela alla fine totalmente inconcludente, irritante e perfino ipocrita quanto uno specchietto per le allodole. Ho ancora nella mente gli occhi e l'espressione del suo autore allorchè la commenta, elogiandola a dismisura, in un documentario sulla band girato alcuni anni fà : forse era consapevole di mentire, ma non poteva riuscire a farlo con se stesso.


Come sopra. Brano frizzante e banalotto, in alcuni periodi lo riascolto trovandolo abbastanza godibile (nell'ambito dell'album), c'è di peggio.

aorlansky60 wrote:Illegal alien : fin troppo facile liquidare questa = leziosa e leggera ai limiti dell'irritante; intende stupire l'ascoltatore più con suoni "a la page" e "a la mode" piuttosto che con una ricerca armonica originale cui il cantato di Collins tenta di correre in aiuto senza riuscirvi; alla fine, si rivela un perdita di tempo : inutile e fastidiosa.


La cosa più rivoltante è il testo, difficile credere sia stato partorito da quei 3 che in altri casi hanno dimostrato una grande sensibilità, dice "ma è ironico", beh se è ironico fa ancora più danno. non so come gli sia venuto in mente di partorire un simile scempio. Lasciando da parte il fatto che il ritornello è inascolltabile

aorlansky60 wrote:Just a job to do : irritante e pretenziosa, banalmente ordinaria sulla falsa-riga di milioni di canzoni pop che hanno dominato l'etere degli anni 80 senza un minimo di originalità. Assolutamente da dimenticare in fretta, come il suo titolo sembra consigliare.


E' un brano sicuramente non del tutto riuscito, ma a me dà la carica, è un rockettino innocuo che non mi dà particolarmente fastidio. il testo è decente e la parte in cui rallenta (Keep running, keep running, city to city...) la trovo davvero molto bella

aorlansky60 wrote:Anything she does : mamma mia! [V] non comprate la DELUXE Edition della compilation per non ritrovarvela tra le orecchie;
forse la più insopportabile in assoluto del lotto : confusa, vuota, senza direzione, produzione e suoni plasticosi come richiedeva quel dannato decennio, insulsa ed irritante come poche. INSOPPORTABILE. [xx(] Fatta esclusivamente perchè fornisse il proprio contributo a "vendere" (non vedo altre ragioni) l'album che la contiene.


La cosa migliore del pezzo è il video con Benny Hill. [:D]


aorlansky60 wrote:It's gonna get better altro brano che non avevo considerato in un "worst" della band, per una ragione precisa : non mi è mai dispiaciuta al pari delle altre; a salvarla -per me- sono le strofe, anche se i ritornelli tendono a rovinare il tutto fornendo una armonia di base assolutamente banale e inconcludente. Peccato.


Ottime le strofe, bruttarello il ritornello, la cosa che affossa il brano è il finale, che vorrebbe essere in crescendo ed epico ma vede un Collins stranamente in grossissima difficoltà con la voce. Sembra non ce la faccia a cantare, stona pure addirittura, mah. Non a caso la versione dal vivo (inclusa su Archive) sta 3 spanne sopra: più lunga, con degli assoli riusciti, con una basso ancora più pulsante ed in evidenza e soprattutto con un Phil in ottima forma che nel finale dà proprio il suo meglio. pubblicano una versione da studio affrettata e cantata male e poi dal vivo mi fanno una versione 3 volte migliore. Mah.
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 20 Dec 2013, 12:41

windshield74 wrote:Ok, ci provo pure io (sicuramente arriverà qualcuno a dirmi "hai sbagliato, non hai seguito le regole, sei proprio un gobbo!" [:D] [:D] [:D] )


Il topic è mio, le regole le ho fatte io [:D]

windshield74 wrote:-) The lady lies (che cavolo stai scrivendo Tony?)


Che cavolo stai dicendo Willis? [;^(]

[:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 20 Dec 2013, 13:59

windshield74 wrote:
-) The lady lies (che cavolo stai scrivendo Tony?)



apparentemente ti si potrebbe anche dare ragione : l'intro di synth è di una leziosità a dir poco imbarazzante [:-|] ma il proseguo del brano funziona egregiamente, la sequenza armonica non è affatto male, perfino i falsetti di Collins nei ritornelli per una volta mi sembrano inseriti a ragione, la performance strumentale a tre è convincente; se mai, trovo che il bridge centrale non sia all'altezza e non si colleghi alla perfezione al resto della struttura, ma quello che è da sottolineare è che il minuto conclusivo di coda strumentale studiato per il brano è di una bellezza indiscutibile -almeno per me- e da solo vale tutto l'ascolto del brano.


windshield74 wrote:
PS. Estromessa solo per evitare linciaggio.

-) Seven stones (mai sopportata, sempre ritenuta noiosa all'ennesima potenza)




ACH!!! [:0]

quasi una roba da "strapparsi le vesti" !!!
[:D] [:-D] [;)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby Thomas Eiselberg » 20 Dec 2013, 14:18

aorlansky60 wrote:apparentemente ti si potrebbe anche dare ragione : l'intro di synth è di una leziosità a dir poco imbarazzante [:-|]


La famosa intro alla Nino D'Angelo [:D]

Però il resto (come dici anche tu) è di ottimo livello e la coda è qualcosa di meraviglioso.
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: The Worst of Genesis

Postby aorlansky60 » 20 Dec 2013, 14:54

Thomas ha scritto, a proposito di "Who dunnit" :

"Io invece resto convinto che lo abbiano fatto consapevolmente, che abbiano scritto un brano il più folle possibile, il più lontano possibile dal loro pubblico, si siano detti "facciamo qualcosa che nessuno si aspetta". "


È proprio la filosofia che adottarono non solo per questa, ma per tutti i brani di ABACAB, a memoria delle parole di Phil in proposito che ho letto da qualche parte in passato (del tipo "una volta l'avremmo fatta così; bene, ora facciamola così!!") ma credo che con questa abbiano decisamente esagerato oltre misura.

Del resto, la genesi del brano -sempre secondo i ricordi di Phil Collins- la dice lunga circa una certa autoindulgenza che vollero concedersi : "durante le pause in studio mentre provavamo i brani, Tony se ne usciva sempre ripetitivamente con questo refrain, fino che alla fine io e Mike abbiamo esclamato "OK TONY, LA FAREMO!"; ci ho costruito su un testo idiota e poi la canzone è venuta fuori... " dichiarazione che devo aver letto su uno dei testi di Mario Giammetti (credo IL FIUME DEL COSTANTE CAMBIAMENTO).

Insomma, i presupposti da cui è nata "Who dunnit" sono chiari, così come non poteva che esserlo il suo risultato finale : una canzone molto al di sotto del loro solito standard qualitativo. [:(]

Di più : qualcuno ascoltandola poteva essere indotto a pensare che i Genesis intendessero prendere per i fondelli non solo se stessi ma anche il proprio pubblico; in fondo, non era la prima volta che una cosa simile accadeva nel rock, nulla di nuovo...

La prima volta che ho sentito una cosa del genere mi si sono strabuzzate le orecchie -che già erano state messe a dura prova da alcuni brani precedenti, com'è noto "Who dunnit" appare nella Bside dell'album- e stentavo a credere che a farla fossero stati i Genesis stessi, il cui nome sembrava volutamente distorto anche sulla grafica dell'album, quasi a volere sconfessare un uscita del genere...

Avrei preferito mille volte che al suo posto fosse stata inclusa NAMINAMU frutto delle stesse sessions, davvero tutta un altra storia questa, qui sì che si ritorna davvero a far musica come quei tre sapevano fare; purtroppo però sappiamo quali furono poi le scelte finali.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: The Worst of Genesis

Postby kobaia » 20 Dec 2013, 17:35

io ho sempre cercato di seguire le discografie in ordine cronologico.. e in genere mi fermo alle prime avvisaglie di schifezze, sicchè gran parte delle Hit proposte qui le ho conosciute questo pomeriggio.. [:-j]

aorlansky60 wrote:Land of confusion: Se penso che questo è uno dei brani della band che meglio corrispose ai crismi musicali dettati dal periodo, mi rendo conto di quanto uno come me sia diventato incompatibile con l'evolvere del pop dagli anni 80 in su.


chissà perchè le discografie che conosco non arrivano quasi mai a quegli anni lì [:-D]
con tutto che il videoclip è stata forse una delle prime cose che ho conosciuto dei genesis...



Whodunnit...
è plasticosa senza essere orribilmente plasticose come certe altre robe anni 80, pazza come potevano essere pazze certe interpretazioni di PG un decennio prima.. faziosa? forse.. ma anche PG veniva giudicato così..
sicuramente non hanno voluto prendersi sul serio, al contrario che per certi altri lavori meno che medicori
a me piace [:-D]
http://www.youtube.com/watch?v=3XJ3kXUBIAQ
kobaia
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 91
Joined: 20 Mar 2013, 21:20

Re: The Worst of Genesis

Postby Montecristo » 21 Dec 2013, 12:32

anch'io sono un fan di silver rainbow..
Montecristo
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 95
Joined: 12 Jan 2013, 12:33


Return to Genesis

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests

cron