Il meglio e il peggio di ogni Album

L'area principale del Forum, dedicata alla storia e alla musica del famoso complesso di rock progressivo.

Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Love_Genesis » 21 Aug 2014, 14:36

Ho recentemente riascoltato un po' tutta la discografia dei Genesis a partire da Trespass fino ad arrivare a CAG e mi è venuto in mente di stilare una lista delle migliori canzoni di un'album, quelle che veramente lo rendono perfetto, e quelle di cui si sarebbe potuto tranquillamente fare a meno :)

Trespass: (migliore) The Knife sicuramente dona un notevole valore aggiunto all'album, la mia preferita dell'album insieme a White Mountain
(peggiore) Forse la "peggiore" potrei identificarla con Dusk, che non mi entusiasma poi troppo, pur essendo di gradevole ascolto

Nursery Crime: The Musical Box: semplicemente fantastica, la storia bellissima e musicalmente perfetta, la migliore dell'album, seguita da The Fountain of Salmacis
For Absent Friend: suona un po troppo sdolcinata... un po troppo fuori contesto rispetto a ciò che la precede e la segue nell'album

Foxtrot : Supper's Ready ovviamente è il gioiello dell'album, ciò che lo rende veramente speciale, semplicemente unica! Al secondo posto Watcher of the Skies
La cosa peggiore dell'album è sicuramente il fatto che finisca dopo Supper's Ready! Mi dispiace ma qui non riesco a trovare niente che ne abbassi il valore

Selling : Personalmente la canzone che ascolto più volentieri dell'album è Dancing With The Moonlit Knight, ma a parimerito c'è Firth of Fifth dal punto di vista musicale, un
secondo posto per The Cinema Show
Mi sembra ... scontanto che More Fool Me in quel contesto... stona parecchio... non doveva esistere soprattutto in quell'album!

The Lamb : qui è veramente difficile scegliere una canzone che spicchi rispetto alle altre... forse The Chamber of 32 Doors, con un cantato di Peter eccezionale a
parimerito con The Lamia... mi resta difficile scegliere però... a malincuore devo lasciare fuori Fly on a Windshield, Broadway Melody, Back In NYC, The
Colony Of Slippermen, Cuckoo Cocoon e ... andrei avanti per ore... vabbe inutile dire che The Lamb è il mio album preferito !
L'unica canzone che odio e trovo "inutile" anche ad arricchire il significato della storia è Counting Out Time... non riesco proprio a sopportarla, non aggiunge
non aggiunge atmosfera alla storia, non aggiunge valore aggiunto, neanche musicalmente... da evitare!+

AToTT : Anche qui difficile scegliere in particolare una canzone migliore rispetto alle altre... ma penso che la migliore sia Dance On a Volcano... seguita da Los Endos
Non mi dice molto Mad Man Moon... e anche se a molti non piacerà proprio la title track... a me non dispiace

w&w : Blood on the Rooftops, è quella che ascolto più volentieri e più spesso dell'album, quindi ... per me fa davvero la differenza in un album che complessivamente...
non adoro
Your Own Special Way... odiosa, sdolcinata, troppo lunga ... immediatamente seguita da Afterglow

ATTwT: non c'è in particolare una canzone che reputo migliore delle altre, sono tutte equivalenti tranne la peggiore che non sopporto dell'album che a mio avviso è anche
una delle peggiori canzoni dei genesis: Follow You Follow me che non riesco ad ascoltare fino alla fine...

Duke: Ciò che da un valore aggiunto all'album sono secondo me Duke's Travel / Duke's End... non so perchè ma questo lungo strumentale mi piace veramente tanto...
La canzone più odiosa dell'album e che si poteva tranquillamente evitare è Misunderstanding

Abacab: qui si salva veramente poco... ma le canzoni che preferisco... sono Man on the corner e Dodo/Lurker (a quanto pare ho un debole per le canzoni leggermete più lunghe o complesse delle altre)
Qui troviamo non solo la peggiore canzone dell'album ma la peggiore canzone in assoluto dei Genesis... Who Dunnit? è semplicemente odiosa, a malapena considerabile una canzone...

Genesis: Se c'è una canzone che aggiunge molto valore a quest'album è Mama: riporta un po a vecchie atmosfere, dimenticate con Abacab ma rimodernizzandole e adattandole ai tempi... atmosfera fantastica. Anche Second Home By The Sea non è male.
La peggiori dell'album sono per me It's Gonna Get Better che mi lascia davvero indifferente e Illegal Alien, che proprio non posso sopportare... poi il videoclip non ne parliamo...

Invisible Touch: Sulla canzone migliore non ho dubbi: Domino. Abbastanza atmosferica e la migliore dell'album, che in generale non brilla per niente, uno dei punti più bassi della carriera dei genesis. Non mi dispiace Tonight, Tonight, Tonight , anche se non è il meglio presenta atmosfere niente male.
La peggiore è senza dubbio Invisible Touch, una canzone semplicemente scontata.

We Can't Dance: l'album rappresenta un risollevamento della qualità della band rispetto all'album precedente, infatti la canzone che preferisco che è Fading Light non è semplicemente "accettabile"... è proprio bella con una parte strumentale che da molto tempo non si sentiva in un album dei genesis. Subito seguita da No Son Of Mine, oltre ad essere una bella canzone anche dalle tematiche molto forti ho un legame affettivo legato alla mia infanzia in cui era una delle mie canzoni preferite dei Genesis se non la mia preferita. A malincuore lascio subito fuori Dreaming While You Sleep
La peggiore canzone è per me Hold On My Heart... in un album cosi se la potevano proprio risparmiare... non riesco ad ascoltarla fino alla fine...

CAG: Un album che pur non essendo dei veri e propri "Genesis" se non per i due fedeli Mike e Tony contiene pezzi superiori a molti prodotti dalla band dagli anni 80 in poi...
la mia canzone preferita è The Dividing Line e quella che peggiora l'album è sicuramente Congo.

Ditemi la vostra !
User avatar
Love_Genesis
Revelator
Revelator
 
Posts: 13
Joined: 06 Aug 2013, 11:12

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 22 Aug 2014, 07:29

ho appena fatto una disamina simile nell'altro topic ("Canzone preferita") per cui posso limitarmi a quelle che ritengo "peggiori" :


FGTR : disco troppo acerbo, sul quale i nostri non ebbero mai il diretto controllo delle operazioni; non giudicabile.

TRESPASS : non ci trovo alcun punto debole; la più scontata da citare sarebbe DUSK che a me piace molto, lascio quindi immaginare come considero il resto dell'album... Nota significativa : letteralmente I-M-P-R-E-S-S-I-O-N-A-N-T-E la diversità e la crescita tecnico/creativa rispetto al precedente Lp (grazie anche al fatto che i Genesis sono stati presi nelle cure di un produttore infinitamente più intelligente e sapiente rispetto a quello della Decca...) particolare ancora più ecclatante se si considera che questo disco è frutto della mente di "kids" che hanno appena 20anni di età (Ant Phillips 19...) al tempo della registrazione.

un flop da citare mai comparso su album ma pubblicato come 45g lato A :
"HAPPY THE MAN", un brano monocorde piuttosto insulso ed incolore per il periodo, se paragonato alla qualità standard espressa dalla band in quel tempo così fecondo, davvero mal prodotto e per niente riuscito.

NURSERY CRYME : qui non sono e non riesco ad essere obiettivo, è un disco che amo completamente comprese le sue pecche (bassa qualità di registrazione, mi riferisco ovviamente al primo mix storico); anche quelle più scontate da citare quali HARLEQUIN e FOR ABSENT FRIENDS trovano presso di me pieno consenso, figurarsi gli altri pilastri che reggono l'abum...

FOXTROT : disco perfetto; il peggio sono solo i silenzi divisori tra un brano e l'altro; ciò che vi è registrato nei solchi è invece al top assoluto per creatività unita a tecnica di esecuzione (su questo lato la band stava rapidamente irrobustendosi grazie alle sempre più numerose esibizioni dal vivo). SUPERBO

SELLING ENGLAND BY THE POUND : fin troppo scontata "more fool me" nel peggio assoluto, senza riservarle ulteriori mortificazioni rispetto alle tonnellate di TNT che le ho già abbondantemente sparato in passato; una scialba canzonetta che risulta decisamente fuori contesto in un disco saturo di autentiche meraviglie : tutto il resto dell'album è infatti per me a livelli eccelsi e superbi. Peccato, poteva rivelarsi un disco "perfetto" come FOXTROT.

THE LAMB : non ho mai potuto sopportare THE WAITING ROOM pur comprendendo che nel contesto della storia e del concept ci possa anche stare. Tutto il resto dell'album(doppio), se si assume la filosofia di accettarlo in un tutt'uno come un opera del genere merita, è assolutamente superbo e decisamente avanti per i tempi. Per suoni e arrangiamenti attuale ancora adesso, forse il disco del primo periodo della band invecchiato meglio. Ultimamente, perfino "IT" mi sembra migliore e degna di essere scelta come conclusione rispetto a come mi suonava in passato...

A TRICK OF THE TAIL : vedi ciò che ho scritto per FOXTROT. Dal lato puramente tecnico, la band è ulteriormente cresciuta raggiungendo qui il suo apice insieme al disco successivo.

WIND & WUTHERING : YOUR OWN SPECIAL WAY terribilmente tediosa ed edulcorata, per me al limite del sopportabile (guarda caso altra composizione "Rutherford" come "more fool me"...) prima concessione verso un certo tipo di "easy-listening" da parte della band. Disco che rispetto a quelli del passato propone arrangiamenti decisamente sbilanciati verso le tastiere, synths in particolare - non è un caso che Banks vi giochi un ruolo di primo attore come non è un caso che egli ritenga questo disco il suo preferito del primo periodo della band.

ATTWT : scontata "Follow you follow me" nel peggio, in un album che non ho mai amato molto, dove per la prima volta nel caso dei Genesis il rapporto "buone/cattive" vira decisamente verso le seconde... inizio metamorfosi rock -> pop per la band.
Questa canzone, comunque, costituirà il primo vero "turning point" per la band a livello commerciale, facendo schizzare in alto l'interesse generale del pubblico verso i Genesis a livelli tali come mai era accaduto in passato.

DUKE : un disco che mi è sempre piaciuto; non ho mai amato -al contrario di molti- MAN OF OUR TIME mentre invece non tendo a snobbare MISUNDERSTANDING (strano a dirsi per uno come me che stravede per i GENESIS del formato standard di "GET THEM OUT BY FRIDAY"...) forse perchè è dichiaratamente pop e come tale da prendere, al contrario di molte altre dell'Lp precedente che si muovono in un ambiguo territorio che molto spesso non è ne pop ne rock...

ABACAB : fin troppo scontato citare lo scarabocchio "who dunnit" nel peggio, non solo dell'album preso in esame ma nel peggio assoluto della band, senza sprecare altro tempo e parole inutili per glissare oltre... non stravedo per altre cose qua e là in un album che comunque si rivela "coraggioso" nell'affrontare i nuovi tempi che si prospettano all'orizzonte.

GENESIS : insopportabile "That's all" (che il proprio compositore giudica uno dei suoi vertici...) insieme alle varie "illegal allien" "just a job" "silver rainbow"... "Taking it all too hard" unisce ad un ritornello armonicamente riuscito una strofa banalissima al limite del tedioso, così come "it's gonna get better" fà l'opposto proponendo una strofa musicalmente riuscita ad un ritornello dozzinale... con questo disco, i miei gusti personali faticano assai a seguire il nuovo corso della band...

INVISIBLE TOUCH : qui faccio prima a dire ciò che riesco a salvare : THE BRAZILIAN, DOMINO(non tutta...) e "Throwing It All Away"... tutto il resto è per me da buttare e da dimenticare. Scelta di suoni decisamente al passo coi tempi, forse addirittura precursori, ma i miei gusti musicali non sono più in sintonia con roba simile.

WCD : al contrario di molti che vedono una specie di rinascita rispetto ai precedenti, io non stravedo per questo disco.
Caratterizzato da una certa omogeneità di fondo che però non significa, almeno per me, elevata qualità. Di certo propone suoni e arrangiamenti al passo coi tempi, ma ormai per me non scatta più la magia verso la band com'era stata nei primi tempi.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Betelgeuse » 22 Aug 2014, 20:23

Per l'ennesima volta [:D] ( ma trattandosi dei Genesis anche ripetermi va benissimo [^] ) ecco le mie scelte ( primo titolo la migliore, secondo la peggiore ):

FROM GENESIS TO REVELATION: In Limbo - A Place to Call My Own
TRESPASS: The Knife - mi dispiace, ma un nome lo devo proprio fare: Looking For Someone
NURSERY CRYME: The Musical Box - For Absent Friends ( ma è una valida canzone )
FOXTROT: Supper's Ready - Horizons
SELLING ENGLAND BY THE POUND : The Battle Of Epping Forest - More Fool Me
THE LAMB LIES DOWN ON BROADWAY: Back In New York City - Counting Out Time ( non considero volutamente i cosiddetti brani d'atmosfera )
A TRICK OF THE TAIL : Mad Man Moon - A Trick Of The Tail ( ma è stata un'impresa la scelta, perchè tutti i brani sono di altissimo livello )
WIND & WUTHERING : One For The Vine - Wot Gorilla?
AND THEN THERE WERE THREE : Down And Out - Follow You Follow Me
DUKE : Duke's Travels - Misunderstanding
ABACAB : Dodo - Man On The Corner
GENESIS : Second Home By The Sea - Illegal Alien
INVISIBLE TOUCH : Domino ( prima e seconda parte: io le considero tutt'uno ) - Invisible Touch
WE CAN'T DANCE: Driving The Last Spike - I Can't Dance
CALLING ALL STATIONS: One Man's Fool - Shipwrecked
Betelgeuse
Lamb
Lamb
 
Posts: 2733
Joined: 24 Feb 2008, 13:58

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Thomas Eiselberg » 23 Aug 2014, 11:51

Topic ciclico ma vabbè chissene... [:D]

FROM GENESIS TO REVELATION:
M The serpent: una di quelle più rock, costruita su un bel riff (che poi confluirà in Twilight aleouse), con un testo non eccezionale ma musicalmente la trovo davvero riuscita.
P The conqueror: Peter sembra avere difficoltà nel cantarla (il testo è troppo lungo per le strofe), in teoria il testo è abbastanza interessante ma il brano è ripetitivo.

TRESPASS:
M Stagnation: se la gioca con The Knife. Bellissimo il testo, molto varia e tipicamente progressive, Peter in stato di grazia.
P Visions of Angels: non è affatto brutta, anzi, la cito solo perchè è quella che ascolto meno.

NURSERY CRYME:
M The musical box: uno dei pezzi più famosi e celebrati del gruppo, impossibile non citarlo
P For Absent friends: come Visions of angels, non è affatto un pezzo brutto, ma non ai livelli degli altri.

FOXTROT:
M Supper's ready: non una delle migliori suite ma LA suite. 23 minuti pieni di idee, invenzioni, di trovate che da sole fanno la discografia di un gruppo.
P Time Table: come sopra, non ha nulla che non va, è semplicemente un pezzo che per le sue stesse caratteristriche è meno "pirotecnico" degli altri. Foxtrot è un album molto omogeneio quindi avrei potuto anche non mettere nulla come brano peggiore.

SELLING ENGLAND BY THE POUND :
M [/color] Firth of fifth: musicalmente goduriosa, magari il testo non è fantastico ma è uno dei pochissimi brani dove tutti hanno il loro spazio e dove tutti sono al servizio del brano, Tony e Steve soprattutto forse non raggiungeranno mai più questi livelli di vicinanza musicale
P More fool me: scontato. Canzoncina che serve come intermezzo tra un brano e l'altro, c'entra davvero poco col resto dell'album. Non proprio pessima ma del tutto fuori posto.

THE LAMB LIES DOWN ON BROADWAY:
M Fly on a windshield/Brodway melody of 1974: ha un crescendo strepitoso, Peter nella parte finale è in stato di grazia, stessa cosa Steve e Phil. Brano psichedelico e inusuale.
P Counting out time: il testo è simpatico, ma musicalmente non è un granchè, o meglio è perfetto per l'album ma resta un brano pop con poche pretese.

A TRICK OF THE TAIL :
M Entangled: il crescendo ed il finale sono qualcosa di ineguagliato, con Tony che riesce davvero a portarci su un altro pianeta. Il testo è ottimo.
P Nulla. Ancora più omogeneo di Foxtrot (quello almeno ha suites e brani più semplici qui sono tutti pezzi di media durata e di qualità simile)

WIND & WUTHERING :
M Eleventh Ear of mar: assieme a Blood e One for the Vine il picco dell'album. Molto vario, pieno di cambi di ritmo con begli assoli di Steve e un testo particolare
P Wot Gorilla?: ancora non riesco a capire come abbiano potuto escludere Please don't touch per fare posto a questo strumentale povero e che riprende parti di OFTV

AND THEN THERE WERE THREE :
M Down and out: pezzo tecnico e veloce, in linea col passato del gruppo ma più sbarazzino e moderno (per l'epoca). Testo come al solito ambiguo e con più interpretazioni
P Ballad of Big: almeno Follow ha uno scopo e lo raggiunge, almeno Scenes ha un bel testo, questo pezzo non va da nessuna parte invece, a parte una bella prestazione di Phil alla batteria c'è poco altro, ripetitivo. Avrei potuto inserirci pure la noiosa Say it's alright Joe ma mi piace il ritornello e il finale per quanto breve è ottimo.

DUKE :
M Heathaze: ecco come si costruisce il prototipo del brano Neo prog, tastiere molto presenti, testo particolare o sognante, un pizzico si accessibilità pop
P Man of our times: so che a molti piace ma davvero non sono mai riuscito a farmela andar giù. Phil bravissimo alle pelli ma è un pezzo che potrebbe stare pure su Abacab. Le tastiere hanno un sound che non mi piace, il testo è breve anche se non pessimo, il tutto è troppo ripetitivo. Qualche anno fa avrei detto Misunderstanding o Please don't ask, successivamente le ho rivalutate, non sono un granchè ma come pezzi pop secondo me dicono la loro.

ABACAB :
M Dodo/Lurker. Abacab è strepitosa, secondo me uno dei brani più sottovalutati in assoluto, ma mi riferisco alla versione live. La versione in studio dura meno ed è più "compressa" e non riesce ad esprimere quello che il brano poteva dare. Dodo/Lurker è un pezzo magnifico, che è sostanzialmente prog ma flirta col jazz e col pop, con un Phil che a tratti petereggia e un testo che è un colpo di genio
P Another Record: dice, perchè non Whodunnit? Perchè almeno quello è un esperimento, uno scherzo, una coltellata su un quadro, Another record invece purtroppo è un brano "normale" e come tale è medicore. Ripetitivo, con quelle tastiere simil armonica, con un testo banalotto (non è colpa di Phil, Tony e Mike ci riproveranno con risultati simili sfornando Banjo man, che non avranno il coraggio di pubblicare su CAS)

GENESIS :
M Home/second home: un unico brano diviso in due parti, che solo per brevissimi tratti riesce ad avvincinarsi a quelli del passato. Il testo è particolare e misterioso e lo strumentale per quanto non eccezionale spicca all'interno dell'album
P Illegal alien: ancora devo capire cosa gli è venuto in mente quando hanno deciso di sfornare questo obbrobrio: musicalmente non eccezionale, testo inaccettabile, video che un po' fa vergognare. Uno dei punti più bassi della carriera.

INVISIBLE TOUCH :
M Quasi nulla. Diciamo Domino ma è la peggiore tra le suites dei nostri. Ha i suoi momenti (bello il testo, alcune parti un po' più quiete e d'atmosfera) ma tutti quei tastieroni anni 80' per 10 minuti (si, è un brano unico) alla fine mi rimbambiscono sempre. Peccato perchè le potenzialità le aveva
P Quasi tutte. Potrei citare la commercialotta title track,la philliana In Too Deep ma dico l'insulsa Anything she does (con un testo meraviglioso: Tony che si innamora di una spogliarellista vista in un calendario).

WE CAN'T DANCE:
M Fading lights: brano sottovalutato, un po' come tutto l'album, ottimo il testo che mascherandosi da riflessione su un amore che finisce in realtà parla della fine del gruppo. Siamo su tutt'altro livello rispetto a Domino.
P Since I Lost You: il testo poi ho scoperto che è meno banale di quanto sembra ma il brano è di una zuccherosità quasi inaccettabile.

CALLING ALL STATIONS:
Ancora non capisco perchè per alcuni non sia un album del gruppo. Lo è (purtroppo) IT non vedo perchè non possa esserlo Calling. Pure su Trespass non c'erano Phil e Steve e c'era un batterista anonimo (pace all'anima sua) ecc. eppure era un album dei Genesis, senza dubbio.
M Siamo quasi in linea con WCD, un album sufficiente con delle belle cose alternate ad altre molto discutibili. The dividing line è quasi metal e dà la carica, stessa cosa per la title track (molto sottovalutata) che mi piace molto, o There must be some other way con una parte strumentale decente. Dico però One man's fool, forse la più prog dell'album (di sicuro la più lunga), con un Ray che cambia faccia varie volte nel brano, con ottime parti strumentali e un bel crescendo e soprattutto con un testo tristemente profetico (se pensiamo che è stato scritto 3 anni prima dell'attentato alle Torri Gemelle...)
P f That's What You Need: almeno Congo ha lo scopo di fare da commecialotto apripista, Small talk è brutta forte ma Ray s'impegna almeno, questo invece è un pezzo inutile, che avrebbe potuto scrivere chiunque e chiunque non se ne sarebbe accorto.
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Betelgeuse » 24 Aug 2014, 18:11

Thomas Eiselberg wrote:Man of our times: so che a molti piace ma davvero non sono mai riuscito a farmela andar giù. Phil bravissimo alle pelli ma è un pezzo che potrebbe stare pure su Abacab. Le tastiere hanno un sound che non mi piace, il testo è breve anche se non pessimo, il tutto è troppo ripetitivo. Qualche anno fa avrei detto Misunderstanding o Please don't ask, successivamente le ho rivalutate, non sono un granchè ma come pezzi pop secondo me dicono la loro.


Misunderstanding e Please don't ask: hai fatto bene a citarle, e hai detto bene, sono pezzi pop e senza tante pretese.
Man Of Our Times, invece non lo è, perchè secondo me è un pezzo decisamente rock, nella struttura, nella batteria, nelle sonorità, nella voce di Phil. E il pezzo ha anche una, seppur appena percettibile, matrice addirittura hard rock.
Hai provato ad ascoltare ( e giudicare ) il pezzo in quest'ottica?
Betelgeuse
Lamb
Lamb
 
Posts: 2733
Joined: 24 Feb 2008, 13:58

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Thomas Eiselberg » 24 Aug 2014, 19:27

Ho provato a giudicarlo in 100 ottiche ma proprio non mi va giù [:D] , non riesco a capire dove voglia andare a parare. E' vero, hai ragione,ha degli spunti hard rock, soprattutto nel modo di suonare di Phil ma il brano in generale proprio non mi dice nulla: sembra che Phil canti a casaccio sovrapponendosi alla musica, la musica non ha un suo vero perchè, non emoziona, non dà la carica, non stupisce per tecnica, lo trovo un brano vuoto. So che piace a molti, a me invece lascia indifferente.
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 25 Aug 2014, 10:39

@Thomas : pensa che oltre quella che citi ("Please don't touch") da quelle sessions venne scartata anche INSIDE OUT per far posto a... Your own special way... ora, lo so perfettamente che alla fine è tutta una questione di gusti personali per chi ascolta e giudica, ma da parte mia queste due di Hackett erano e sono di ben altro livello rispetto a quelle che trovarono posto nell'album attraverso strette decisioni personali dei quattro - nel senso che due in particolare contavano assai di più a livello decisionale rispetto al chitarrista...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby highinfidelity » 25 Aug 2014, 15:11

Thomas Eiselberg wrote:sembra che Phil canti a casaccio sovrapponendosi alla musica, la musica non ha un suo vero perchè, non emoziona, non dà la carica, non stupisce per tecnica, lo trovo un brano vuoto. So che piace a molti, a me invece lascia indifferente.

Ma proprio li' sta il bello. Nella strofa Phil ti mette addosso un casino e un'agitazione tremenda, nel ponte poi c'e' uno stato di caos totale che mette quasi in soggezione con quella voce gridata che sembra uscire da un megafono rotto. Poi ci sono quelle sincopi e soprattutto quelle pause, a mio parere tra le piu' significative in assoluto tra quelle inserite dai Genesis nei loro brani. Ma poi parte il ritornello, che invece e' chiarissimo, un martello, con sotto uno tra gli obbligati piu' belli che a mio parere abbia scritto Banks. Una sorta di catarsi. Il drumming di Phil si mantiene inoltre su livelli stellari lungo tutto il brano.

Ho molto apprezzato la tua "classifica" (avrei cambiato solo poche cose qua e la') tranne che proprio per questa scelta, anche se in un certo senso ci sono abituato perche', superato lo stupore inizale, mi sono ormai assuefatto all'idea che questo e' un brano che divide, che si ama o si odia. Evidentemente e' scritto impiegando taluni schemi mentali che ad alcuni fanno scattare qualche forma di empatia, mentre ad altri non fanno scattare assolutamente nulla se non una sensazione generale di noia e indifferenza.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 26 Aug 2014, 07:10

"Another record invece purtroppo è un brano "normale" e come tale è medicore. Ripetitivo, con quelle tastiere simil armonica, con un testo banalotto..."


leggendo questo commento di Thomas sul brano citato, mi rendo conto -è l'ennesima conferma- di quanto ognuno di noi viaggi su un universo indipendente per quanto riguarda il fattore "gusto" e il concetto di "bello" : ciò che più infastidisce Thomas (quelle tastiere simil-armonica) è la caratteristica che più mi colpì di questo brano fin dal primo ascolto, uno dei miei preferiti dell'album...

non avendo mai dato troppo peso ai testi -per quanto concerne il rock in generale a parte poche eccezioni- a vantaggio dell'architettura strumentale, per me il brano "funziona" a meraviglia nel suo svolgimento armonico, trovando pieno compimento proprio nelle batture finali di ogni strofa quando subentra quella tastiera...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 26 Aug 2014, 22:53

esattamente ciò che cerco di sostenere da un po parlando di More fool me : io affermo che l arrangiamento e il modo in cui è cantata, il sound in generale, insomma affermo che sia una perla.per alcuni è una scemata.
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 27 Aug 2014, 08:59

Perdonami caro Pino,

ma giunti a questo punto credo che occorra mettersi d'accordo sul reale significato da attribuire ai vari sostantivi :

se more fool me è una "perla", THE CINEMA SHOW - una delle tante di pregio del repertorio - come la definiamo ???...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 27 Aug 2014, 09:07

Diamante?
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 27 Aug 2014, 10:10

...me l'aspettavo, come risposta. [:D]

Ma qui temo che si rischi di perdere obiettività di giudizio.

Definire "diamante" una splendida THE CINEMA SHOW -per come essa è valutata storicamente e per quello che effettivamente propone- ci può certamente stare senza che questo sollevi particolari dubbi e osservazioni di vario genere (ricordo solo il ns caro amico Betel [;)] che la vedeva troppo prolissa e sopravvalutata, giudizio peraltro supportato dallo stesso Peter Gabriel che la voleva estromettere dall'album, nella sua seconda parte strumentale, almeno...).

Definire "perla" more fool me può sollevare più di una perplessità agli occhi di legge, non solo i miei credo...

Anche se tutto ci può stare, per carità... però ripeto, si corre il rischio di non essere più autorevolmente imparziali per scendere a livello di puro "fan" che accetta ciecamente tutto, proprio tutto, da quelli che ha innalzato a ruolo di idolo personale...

credo che i Genesis siano passati alla storia per ben altro, rispetto alla "perla" di more fool me...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 27 Aug 2014, 10:39

Stiamo parlando di musica. Ergo, SOGGETTIVITA'.

Se volessi fare una critica musicale dei brani interessati ad un giudizio tecnio/artistico, avrei molti argomenti.
Come ho appena finito di scrivere in altro 3d, ci sono brani che alle orecchie di un "puro" ascoltatore, possono risultare banali, insulsi, privi di utilità e l'esmpio più classico è la tittle trac di ATOTT che per molti è sciocchina eccetera.
Alle orecchie di altri(...) al contrario Essa risulta una specie di meraviglia per ricchezza armonica e arrangiamentistica. Che non tutti riescono a cogliere, come quando si guarda un quadro di arte moderna degli anni 50 in pieno Cubismo. O sei preparato intellettualmente, o difficilmente scorgerai la voluta disgragazione delle forme, o il portare all'eccesso l'Essenzialità dell'immagine. Senza voler andare oltre, troppo oltre perchè infondo parliamo di musica, resta un fatto: se contro il parere di milioni di fans per PG Cinema show era superflua, comprendi bene che la soggettività è un fatto da prendere in considerazione...
Il fatto(...) che More fool me PER ME sia una perla NON significa che lo sia oggettivamente. Così come quando affermo che il tal altro brano che per molti è una meraviglia mentre dico che per me non lo sia, non significa che abbia ragione oggettivamente.
Il problema è che da sempre ci ostiniamo a fare paragoni. Paragoni tra brani che sono sempre totalmente diversi: che senso ha confrontare Cinema show con More fool me indipendentemente dalla soggettività, è come dire che una cena da Carcco è più buona di un uovo fritto in padella a casa mia.
Quando hai fame, quell'uovo, è apprezzabilissimo...
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Thomas Eiselberg » 27 Aug 2014, 10:49

aorlansky60 wrote:
Definire "perla" more fool me può sollevare più di una perplessità agli occhi di legge, non solo i miei credo...


Consolati, c'è chi definisce perla Whodunnit [:0] [:0] [:D] [:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 27 Aug 2014, 11:11

Molti pensano che l'arte sia "solo" imprescindibile dal bello e dall' estetica armoniosa.
La "Primavera" di Botticelli è bella e armoniosa. " L'homme avec clarinette " di Picasso sarebbe "una cacagta pazzesca" come la famosa Corazzata...

Comprendo le vostre riflessioni e le accolgo con serenità. Non accolgo senza remore tutto ciò che i Genesis hanno fatto: ho la capacità di intepretare ciò che ascolto come "piacevole, o non piacevole" . Mi piace , non mi piace. Non ho la presunzione di esprimere giudizi sommari con "Bello" "Brutto" perchè appartiene alla sfera dei giudizi soggettivi applicati d'imperio verso gli altri. Quando dici "E' bello" imponi la tua opinione. QUando dici "Mi piace" affermi il tuo giudizio, ma non lo imponi agli altri.
Se ho dato impressione di aver giudizi definitivi (Perla...ecc) era per "star dietro" in modo succinto alla discussione. Mi scuso.

Who dunnit? Mi piace. Horizons? Pure. Entangled? Mi piace. More fool me, pure. Sono matto?
La musica non è la vita, aiuta a viverci dentro, a sopportarla a volte. E a seconda del tuo stato d'animo, scegli cosa ascoltare. Sei allegro? Who dunnit, ci può stare.
Sei riflessivo? Entangled ti commuoverà. Sei spensierato? More fool me, ci può stare? Hai tempo? Ascoltati Supper's ready. Vuoi ballare? Metti Den harrow.
Vuoi sperimentare? Metti su 'Helicopter String Quartet' di Karlheinz Stockhausen e prova a trovarci dentro qualcosa che stimoli la tua mente: vedrai che comincerai a credere che infondo Who dunnit non è poi così male [8D] [^] [;)]
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby chvfrc » 27 Aug 2014, 11:37

pino, già lo sai, ma repetita iuvant. Sono totalmente d'accordo! [;)]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 27 Aug 2014, 11:49

si certo... ma di questo passo, allora si riesce a giustificare e a salvare tutto.

Se riesci a farti abbindolare -stò parlando solo per me, pure indicando altra coniugazione- dagli astuti e dai saccenti sulla teoria che ogni espressione fuoriuscita dall'essere umano in nome dell'arte prima di ogni altro concetto è tale e che tu non la comprendi perchè non ci arrivi, allora sei caduto nella loro trappola. Questo è tutto quanto ho da concludere sulla faccenda che non intende solo il lato musicale ma anche altri campi di applicazione come quello pittorico che Pino ha saggiamente tirato in ballo per proporre un valido parallelo.

Per quanto mi riguarda, rimarrò sempre un fiero sostenitore del concetto che "who dunnit" rappresenti una "cagata pazzesca" (prendendo in prestito il metro di giudizio di un autentico mito che aveva già abbondantemente capito tutto...) e che altro non si tratti di una forte sottovalutazione di stima verso il proprio pubblico operata per l'occasione da parte di coloro che la pubblicarono, pretendendo pure soldi perchè se ne entri in possesso per conoscerla.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby highinfidelity » 27 Aug 2014, 12:33

Il piace / non piace e' soggettivo. Il valore artigianale, estetico e umanistico di un'opera no: e' oggettivo.

La cappella Sistina non e' equivalente a uno sbrego nella tela di Fontana o alla cacca in scatola di Manzoni. Punto e fine.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 27 Aug 2014, 12:42

Certo. Così come My disire di Den harrow non è paragonabile a Supper's ready. (?????)

@ Alain
Daccordo Alain, ma bisognerebbe approcciare tutto con più serenità. Bisognerebbe condividere anche un po' della follia che è insita negli argomenti in discussione, semplicemente dicendo con un sorriso sulle labbra "ma che ca.. è sta cosa?!?!??!!??" ridendoci sopra allegramente. Dico ciò perchè nel 1980 a Zurigo ero a tre metri dal palco e ho visto tanta gente, tutta quanta quella gente ridere, ballare e scherzare con i Genesis che (a parte Tony per ovvi motivi) si erano scambiati i posti con Mike alla batteria, Daryl al Basso, Chester alla Chitarra e Phil con una specie di cola pasta in testa in piedi sull'amplificatore del basso con occhialini da speleologo mentre suonavano appunto Who dunnit: un saba. Tutti gioivano, ridevano e godevano di quel momento di ilarità e di condivisione della follia che faceva uscire dai rigidi schemi della musica fino a poco prima scoltata, l'energia che aveva rapito tutti. Un momento catartico in cui "Loro" i tuoi idoli, giocano con te a "fare gli scemi, a fare musica scherzando" un momento in cui potrebbero cantare "giro giro tondo" e sarebbe comunque un'esperienza.
La musica è prima di ogni altra cosa, vibrazione, emozione, condivisione di sensasioni. La Musica consente alla mente di lasciar libero l'inconscio e ciò lo verifichi quando senza accorgetene, muovi a tempo il piedino o muovi le spallucce ed il bacino tentando di non apparire troppo goffo tenendo il tempo per quanto puoi...

Se contestualizziamo un'argomentazione sui binari della mera Critica Artistico/Musicale e non del "mi piace o no", allora bisognerebbe stabilire a quali concetti riferirsi per definire la quota artistica da attribuire. Esempio:
Melodia: che voto dare?
Armonia, arrangiamento, sonorità scelta dei suoni, scelta del tempo, caratteristiche stilistiche eccetera...
Gli emelenti discriminanti sono tali e tanti che inesorabilmente si potrà dire tutto ed il contrario di tutto di qualsiasi cosa.
In ogni caso, prendersi troppo sul serio non è mai bene; deridersi, mettersi in discussione, condividere le proprie esperienze di percezione senza remore, è cosa buona.
Poi giri il vinile e parte The battle...
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby chvfrc » 27 Aug 2014, 12:48

Thomas Eiselberg wrote: c'è chi definisce perla Whodunnit [:0] [:0] [:D] [:D]

maledetto!!!!!! m'è girata in testa per tutta la pausa pranzo! [!:-!] [!:-!] [!:-!] [X-P] [X-P] [X-P] [X-P]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 27 Aug 2014, 12:56

highinfidelity wrote:Il piace / non piace e' soggettivo. Il valore artigianale, estetico e umanistico di un'opera no: e' oggettivo.

La cappella Sistina non e' equivalente a uno sbrego nella tela di Fontana o alla cacca in scatola di Manzoni. Punto e fine.



Stai confondendo come molti l'Arte con le provocazioni.

Io ho messo in parallelo Picasso e Botticelli...
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 27 Aug 2014, 13:08

highinfidelity wrote:Il piace / non piace e' soggettivo. Il valore artigianale, estetico e umanistico di un'opera no: e' oggettivo.

La cappella Sistina non e' equivalente a uno sbrego nella tela di Fontana o alla cacca in scatola di Manzoni. Punto e fine.




quanto scritto sopra :

Pensiero non solo da condividere e da quotare, ma anche da INCORNICIARE e da mettere in esposizione permanente [/:-|] [:)]

...chissà che a leggerlo, agli sprovveduti e ai vuoti di mente non venga insegnato finalmente qualcosa di utile riconducibile alla VERITÀ. [:)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 27 Aug 2014, 13:13

Mah...
E' evidente: il mio italiano è un po' complesso...

Mi fermo qui.
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 27 Aug 2014, 13:17

@ Pino :

perdonami, non vorrei aver dato un immagine troppo seriosa ed eccessivamente critica per quanto è dato leggere nei miei ultimi post; sono serenissimo, [:)] [;)] tranquillo; così come ammetto senza alcun problema di sorta che la tua predilizione per more fool me e/o who dunnit (che io invece aborrisco) possa essere più che legittima.

porta pazienza, in fondo anche se non sembrerebbe sono un intransigente, [:D] non solo verso me stesso ma anche verso chi ha dimostrato nel tempo di saper creare qualcosa di "appena migliore" rispetto alle due sopra citate. [:)]

ps : Non conoscevo quel particolare di cui hai parlato circa who dunnit eseguita -e per come fu eseguita- a Zurigo nell'80; vissuta in quel contorno, probabilmente (forse) riesce a mutare la prospettiva nella quale uno l'ha sempre inquadrata ascoltandola entro le mura di casa propria...



---------------------


"Stai confondendo come molti l'Arte con le provocazioni."

giusta osservazione, ma il problema è che molti astuti pseudo saccenti dell'ambiente la spacciano per Arte, non per provocazioni.

esisterà pure una differenza concettuale tra i chiaroscuri ritrattistici di un Velasquez piuttosto che di un Caravaggio,
messi a confronto di uno squarcio su tela di un Fontana... eppure alcuni (molti) "esperti" in materia cercheranno di inculcarti l'idea che la vera arte corrisponde all'astrattismo del secondo...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 27 Aug 2014, 13:41

Chi è dotato di cervello, in genere possiede spirito critico oggettivo.
La Cappella Sistina è più bella della tela strappata... Ok, anche senza cervello ci si arriva ugualmente.

Il fatto è che come SEMPRE accade in questo forum, alla fine si tenta sempre di affermare le proprie convinzioni in luogo delle altrui equalmente legittime senza però stabilire con quali criteri ciò si farà.

Si tenta di stabilire che A è "meglio" di B senza però indicarne le peculiarità con cui si giunge a tali conclusioni. E ciò diventa "A è meglio di B perchè lo dico io e perchè lo dicamo in molti" : Cìè qualcosa di più sbagliato?

C'è qualcosa di peggio nel confrontare due opere diametralmente opposte per sostenere la tesi di cui sopra? La Cappella Sistina eccetera...?

Se consideri la foto ritratto di un topo morto sbudellato e il Barattolo della cacca di Manzoni, qual'è oggettivamente più "bello" (???)

E' questo che vorrei promuovere: la capacità di confrontare mele con mele e non ananas con ciliege. Alle elementari facevano così. All'università credo che no, la Cappella Sistina con la tela strappata.
Dai...
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 27 Aug 2014, 13:53

Resettiamo e torniamo al principio.

vorrei allora promuovere un confronto "A"/"B" in pieno stile "mele con mele" totalmente pertinente, dato che provengono dalla stessa band musicale :


"THE CINEMA SHOW" vs "MORE FOOL ME"


dato che nello stabilire "cosa è meglio" o "cosa è bello" umanamente parlando, molto spesso si procede per punti di vista, votazioni e alla fine si raccolgono le statitistiche, sarei curioso di verificare l'esito qui al ns interno... [:)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby highinfidelity » 27 Aug 2014, 14:24

Credo che il risultato sarebbe lo stesso di "Cappella Sistina" vs "popo' di Manzoni".
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 27 Aug 2014, 14:58

@Pino :
"Il fatto è che come SEMPRE accade in questo forum, alla fine si tenta sempre di affermare le proprie convinzioni in luogo delle altrui equalmente legittime senza però stabilire con quali criteri ciò si farà.
Si tenta di stabilire che A è "meglio" di B senza però indicarne le peculiarità con cui si giunge a tali conclusioni.
E ciò diventa "A è meglio di B" perchè lo dico io e perchè lo dicamo in molti
"



Hai fatto questa affermazione sul presupposto del confronto "A" - "B" = "THE CINEMA SHOW" vs "MORE FOOL ME", mi sembra
(correggimi se sbaglio o se ho inteso male).

Perdonami Pino, ma sarebbe come mettere in dubbio il tuo pregevole gusto personale nonchè la tua notevole esperienza professionale in campo musicale, se io solo tentassi di dare una spiegazione al "perchè" A è meglio di B nel caso esaminato, cioè perchè "THE CINEMA SHOW" è migliore di "MORE FOOL ME".

Perchè non occorre : L'evidenza è così palese e la differenza delle due proposte prese in esame è tale da poter tranquillamente evitare qualsiasi tipo di approfondimento.

Poi possiamo anche serenamente affermare ed accordarci sul fatto che "more fool me" possa piacere, ma questa è un altra valutazione.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 27 Aug 2014, 15:20

Non mi spiego.

NON si può mettere a confronto Cinema show con More fool me. (Non sono due "mele" anche se provengono dallo stesso "territorio"...)

Così come non si può mettere a confonto la Cappella Sistina con la Cacca di Manzoni.

NON mi piace fare confronti, ma prediligo le analisi univoche su UN brano.

Sull'ogettivamente bello(buono) o brutto(Cattivo) potremmo si parlare per ore...

Cinema show è un bellissimo brano soggettivamente. Soggettivamente a PG NON piaceva: quindi è brutto? Perchè lo dice lui?ù

More fool me è bella perchè lo dico io? NO Dico che a me piace e tento di condividerne le ragioni argomentandoci sopra. NON confrontandola con Supper's ready.

Farei fatica ma cercherei di accettare un confronto giusto tra due "interpretazioni" dello stesso brano versione live.
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby highinfidelity » 27 Aug 2014, 15:52

Se ne deduce che di due opere che tu definisci prese singolarmente "perle", una potrebbe essere la Cappella Sistina e l'altra la pupu' di Manzoni.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 27 Aug 2014, 16:02

si, anch'io fatico a seguirti per il percorso che hai intrapreso qui, Pino...

se non si possono nemmeno stabilire confronti o paragoni -caratteristiche tipiche dell'uomo per riuscire a giudicare un contesto artistico, peraltro- allora è chiaro che entriamo in un territorio molto elusivo e alleatorio.

Allora, in questo contesto, è perfino superfluo rilevare quanto anche "more fool me" possa rivelarsi non una "perla" ma un diamante River "D color" taglio brillante da 80 carati che nemmeno Elisabetta II è in grado di esibire .
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 27 Aug 2014, 16:09

Se siete arrivati a questa conclusione...
Pazienza.
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby maomac » 27 Aug 2014, 19:40

Io ho capito cosa vuole dire Pino e lo quoto, come pure mi pare di capire che Manzoni non era stitico e non aveva bisogno di nessun purgante.
maomac
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 67
Joined: 24 Oct 2013, 22:55

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 28 Aug 2014, 08:38

"NON mi piace fare confronti, ma prediligo le analisi univoche su UN brano."


Caro Pino,

Purtroppo la tua filosofia cozza contro un dato di fatto verso il quale nemmeno tu puoi ergerti : il mezzo con cui è stata veicolata la musica che amiamo, non solo Genesis, ma il rock'n'roll in genere; se all'origine poteva avere un senso con il 45g, con l'LP che prese sempre più quota tra gli artisti pop dagli anni 60 fino a diventare il supporto standard di espressione musicale, il fatto che esso è sempre stato formato da una serie di brani in sequenza porta come naturale processo mentale di giudicarli singolarmente da parte di chi ascolta, ma successivamente anche di metterli in diretto confronto con gli altri brani che compongono l'album stesso.

Io ricordo che quando conobbi Wind&Wuthering dopo il primo ascolto, indugiai per giorni interi (l'alza braccio del mio caro vecchio turntable potrebbe testimoniarlo a dovere se fosse ancora di questo mondo) su una sola canzone, quella che più mi colpì rispetto alle altre dell'album ("BLOOD ON THE ROOFTOPS", ndr).

È un processo inevitabile, che ha accomunato intere generazioni di ascoltatori ed appassionati di musica rock.

Fino a determinare, da parte di ognuno, momenti elevati e riusciti che si alternano a momenti interlocutori meno riusciti contenuti all'interno dello stato album. Per poi magari confrontare i propri punti di vista con altri appassionati.

Rarissimi i casi di Lp nella storia del rock che mantengono una costante ed elevata qualità musicale.

Di "FOXTROT" giudicato dalla maggiorparte di noi come uno dei dischi più omogenei in assoluto del repertorio dei Genesis, è palese e non si commette errore (ne ci si attira addosso dubbi o critiche da parte di altri) affermando che i momenti musicalmente più riusciti ed elevati siano, sia dal lato creativo che dal lato tecnico di esecuzione, HORIZON e TIME TABLE, quelli meno riusciti SUPPER'S READY e WATCHER OF THE SKIES, quest'ultimo aperto da una introduzione di solo mellotron che il tastierista poteva forse evitare per dare maggiore concentrazione e risalto alla parte cantata.

Allo stesso livello di paragone può essere portato SELLING ENGLAND BY THE POUND formato da 8 brani distinti, che propone momenti epici e grandiosi (MORE FOOL ME) comunemente riconosciuti, alternati ad altri musicalmente meno riusciti (per es. DANCING WITH THE MOONLIT KNIGHT, dove la tecnica tapping applicata per l'occasione da Steve Hackett in un breve passaggio centrale del brano non può che far rimpiangere i vertici gotici di virtuosimo tecnico alla chitarra acustica messi in mostra da Mike Rutherford in MORE FOOL ME per accompagnare la voce stentorea ed inconfondibile di Phil Collins che per l'occasione dona al brano e agli ascoltatori qualcosa di assolutamente indimenticabile, tale da passare degnamente alla storia come uno dei vertici assoluti mai raggiunti nel rock fino a far sorgere al pubblico la convinzione che Phil Collins avrebbe dovuto essere destinato a voce solista dei Genesis fin dal suo arrivo dai tempi di NURSERY CRYME, dirottando Peter Gabriel a sola comparsa teatrale durante le esibizioni live della band con i suoi indovinati travestimenti scenici).

Allo stesso livello critico di giudizio possono essere elencati altri momenti certamente più bassi dell'album in oggetto, per es. FIRTH OF FIFTH in cui una povera e comunissima -per gli standard del tempo- struttura base armonica creata dal tastierista del gruppo scivola per interi minuti senza risoluzione di sorta portando alcuni dubbi alle orecchie di chi ascolta, fino a fugarne ogni perplessità quando si arriva all'assolo di chitarra elettrica che toglie al brano anche quel minimo di interesse che si era intuito nella prima parte. Peraltro trascurabile anche l'intro di grand-piano che non dona e non toglie nulla di particolare ad un brano che scompare tranquillamente inghiottito nella media pop del periodo.

Anche se un Lp fosse stato costituito da un solo brano per facciata, non possono scattare i confronti tra i vari momenti che compongono una suite, caso più tipico quello che abbiamo in casa, SUPPER'S READY, perchè sappiamo -e l'ascolto lo conferma- che questa suite non fu composta in un unico momento creativo ma è formata da vari spezzoni di brani composti in tempi separati uniti per l'occasione; di conseguenza risaltano alle orecchie di chi ascolta evidenti momenti epici e grandiosi ("How dare I be so beautiful?") alternati ad altri intermezzi per così dire più normali e con poco pathos d'insieme ("Lover's Leap" "The Guaranteed Eternal Sanctuary Man", "Apocalypse in 9/8" etc)

Prendiamo una suite più ortodossa della precedente -per genesi e architettura di composizione- vale a dire CLOSE TO THE EDGE:
anche se più omogenea per svluppo armonico rispetto alla più sfacettata e variegata dei Genesis, anche questa inevitabilmente propone momenti musicalmente diversi al suo interno per impatto e pathos d'insieme, che risalteranno di conseguenza all'ascoltatore (personalmente non amo quel "muro del suono" che Rick Wakeman eleva con le proprie tastiere giunti a 3quarti della suite, mentre so invece di gente che ama particolarmente quell'intervallo rispetto alle altre parti pur pregevoli del brano)

Fino a questo punto ho cercato di spiegare il concetto di confronto nel contesto di un solo album e di un solo artista.

Se poi usciamo da questo ambito e confrontiamo albums di origini e artisti diversi pur legati dallo stesso genere musicale, il concetto si dilata all'infinito.

Perdonami, ma io proprio non capisco la tua filosofia musicale che non prevede confronto tra due brani musicali.

Partendo da quella, è fin troppo facile arrivare alla conclusione che, in fondo, i Genesis anni 70 siano uguali a quelli degli anni 80 (in carne ed ossa forse si, a parte che persero per strada due elementi...). Oppure che i Jefferson Airplane anni 60 siano uguali ai Jefferson Starship anni 70, per quanto hanno saputo proporre nei due diversi periodi presi in esame.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby pino lettieri » 28 Aug 2014, 09:05

Caro Alain, non devi capire la mia filosofia musicale.
Continuate pure a dilaniarvi nel tentativo sterile di stabilire se questo è meglio di quello confrontando mele con pere ripercorrendo antichi infantili errore da scuola elementare. Ho la netta sensazione che NON vuoi capire le mie argomentazioni. La cosa che più mi dispiace è vedere come a volte umili la tua indiscussa competenza sulle argomentazioni in discussione quando assumi l'atteggiamento da yes man verso Hig probabilmente per raccogliere la sua approvazione a discapito della tua immensa competenza lasciandoti andare come spesso fa lui ad inutili ironie... Ma sono cose tue e mi scuso per la chiarezza. Decidi tu se apprezzare la mia chiarezza amichevole disinteressata. Ma ho da poco superato i 53 anni, con quasi 40 anni di carriera in ambito Televisivo/radiofonico/produttivo/musicale, e francamente cercare di giustificarmi, proprio non mi va. Ho realizzato 12 brani dei genesis in versione onemanband (che significa suonare tutti gli strumenti; poi mixarli, montarli e masterizzrli su di un montaggio video in multi cam con migliaia di stacchi). Credo di saper bene cosa significhi suonare e che differenza ci sia tra un brano bello ed uno brutto, ma pur essendo in grado di esprimere giudizi, mi limito a dire cosa mi piace e cosa NON mi piace. Ma non ostante ciò, prendi e insieme ad Hig prendete spunto, anzi cercate sempre e soltanto il pelo per tentare INUTILMENTE di sancire chi comanda e chi decide cosa sia BELLO E COSA SIA BRUTTO.
Fate pure.

Ciao a tutti, come sempre è stato un grande piacere condividere con alcuni di voi le mie emozioni.
pino lettieri
Lamb
Lamb
 
Posts: 1197
Joined: 11 Sep 2009, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby chvfrc » 28 Aug 2014, 09:28

[:.-(]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Sell Ing » 28 Aug 2014, 09:46

[:.-(] [:.-(] [:.-(]
Sell Ing
Charterhouser
 
Posts: 1
Joined: 18 Feb 2014, 09:30

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 28 Aug 2014, 09:56

caro Pino,

mi dispiace che tu l'abbia presa così;

se serve a rasserenarti, ti segnalo che non ho alcuna posizione di sudditanza nei confronti del padrone di casa qui; lui prima di tutti sa bene che in passato ci siamo spesso confrontati "ai ferri corti" su molti argomenti oltre quelli di interesse strettamente musicali, uscendone comunque rafforzati dall'idea -la mia nei suoi confronti almeno- che dall'altra parte ci sia prima di tutto una persona educata, intelligente e preparata su molti argomenti e mai arrogante.

Con una persona simile, un confronto è sempre istruttivo e gratificante.

Non hai bisogno di elencare il tuo c.v. esso parla da solo; potresti fungere da faro per tutti, vista la tua notevole esperienza e competenza in campo professionale, nonchè il tuo notevole gusto musicale, peculiarità di cui ti ho sempre dato atto.

Peraltro questo forum è stato in passato frequentato da personaggi che possono vantare una certa esperienza in campo musicale che non hanno mai messo in discussione la possibilità di effettuare confronti che per te sembrano così inutili.
(ho conosciuto ed interloquito virtualmente in questo forum con persone dall'autorevolezza tecnica/musicale davvero elevata, in grado di vivisezionare un brano musicale nota per nota, e li ringrazio ancora per quello che mi hanno dato leggendoli)

Io non intendo e non pretendo certo insegnare ad alcuno, perchè non ne posseggo le basi; per ciò che conosco e scrivo, il mio è un linguaggio che proviene esclusivamente dalla passione per l'ascolto di musica.

Ti posso solo dire da persona di più basso livello quale sono rispetto a te, che la verità assoluta non la possiede nessuno, ma solo UNO. Ecco perchè alla fine possiamo solo discutere confrontandoci continuamente tra di noi. [:)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Salmacis » 28 Aug 2014, 11:09

Ragazzi, vi parlo da moderatrice: è allucinante come ogni volta si arrivi a queste stupidaggini. Siete uomini adulti col doppio dei miei anni e non riuscite a scambiarvi pareri senza rasentare a volte gli insulti o senza sentirvi offesi per oltraggio. Cercate di automoderarvi e di comprendere che siamo su un forum e, di conseguenza, spesso i toni possono essere fraintesi. In ogni caso, basta chiedere. "Volevi darmi dell'idiota?" "No, scusa, avrei dovuto mettere una faccina sorridente". Io stessa non sono a mio agio nel dovervi riprendere come ragazzini. Rendetevi conto da soli di quello che scrivete, di come lo fate e di come lo si può interpretare, nonché di come voi interpretate i post degli altri. Non è assolutamente un rimprovero, è un consiglio. Non si possono mandare all'aria intere conversazioni perché vi siete offesi a vicenda per nulla. Siete adulti. E prendetevi le vostre responsabilità senza mettere in mezzo terzi, che poi va sempre a finire nello stesso modo [;)]

Vi avviso, se la conversazione degenera chiudo il topic.
- Le ho lette le FAQ, tranquilla.
- Quindi il tuo ignorarle bellamente è intenzionale?
User avatar
Salmacis
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 8616
Joined: 21 Oct 2005, 17:13
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby chvfrc » 28 Aug 2014, 11:22

d'altronde... il topic parla anche del PEGGIO degli album. E si sa, il peggio tira fuori il peggio [:D] [:D] [:D] scherzo ovviamente... [;)]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Salmacis » 28 Aug 2014, 11:32

[:D] [:D] [:D] [:D] [:D] [;)]
- Le ho lette le FAQ, tranquilla.
- Quindi il tuo ignorarle bellamente è intenzionale?
User avatar
Salmacis
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 8616
Joined: 21 Oct 2005, 17:13
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 28 Aug 2014, 13:05

@ il team di mod :


Dato che rappresento una delle due parti direttamente coinvolte, detto da parte mia con la massima serenità e sincerità possibile, non ho intravisto e non ho letto nel linguaggio di Pino ultimamente alcun motivo nei miei confronti che mi possa ritenere risentito od offeso.

Credo sia montata una sorta di equivoco tanto da trasformarlo in una bolla di sapone.

Se qualcuno ci intravede qualcosa di più di questo tanto da avvertirlo come un fastidio, lo invito gentilmente a considerare le sofferenze attuali che circondano il mondo intero, ed allora sarà facile rendersi conto che un semplice scambio di opinioni come quello avvenuto tra me e Pino non merita poi così tanta considerazione critica.

Mi sembra di avere utilizzato nei suoi confronti un lessico sempre improntato sui canali dell'educazione, come sono solito fare quando scrivo nei vari blogs e forum che frequento. Ma non si sa mai ne posso esserne completamente certo.

se Pino od altri hanno intravisto qualcosa di scritto da parte mia ultimamente qui che potesse dare addito a risentimento personale (che non era nella mie intenzioni) porgo fin da ora le mie più sincere scuse. Lo consideri già cosa fatta.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby highinfidelity » 28 Aug 2014, 13:49

Caro Alain, ti ringrazio per la prudenza ma ovviamente abbiamo perfettamente compreso che tu non c'entri nulla, anzi hai fatto del tuo meglio per illustrare le tue (condivisibilissime) posizioni ben oltre il punto in cui, a mio parere, non meritava piu' neppure farlo.

Tra le varie accuse lanciate (tanto per cambiare) direttamente a me, la piu' ridicola trovo sia proprio quella di una tua presunta sudditanza nei miei confronti. Bastava leggersi le recenti "legnate" che mi hai graziosamente assestato sulla colonna vertebrale [:D] in questioni di politica per comprendere quanto cio' sia assurdo e stupido. Molto semplicemente rispetto le tue posizioni informate (come d'altronde quelle di chiunque altro) e soprattutto il tuo modo documentato e logico di argomentarle, anche quando non sono d'accordo con quanto sostieni o quando comunque, in cuor mio, sento che non hai ragione.

Aggiungendo che detesto nel modo piu' assoluto le frasi ad effetto stile "addio non mi vedrete piu'", con le quali Pino e' gia' al bis su questo forum, considero chiuso qui il discorso e prego di riprendere la normale discussione del tema, altrimenti concordo con la decisione della moderatrice Salmacis di chiudere l'intero topic. Chi avesse altro da aggiungere puo' farlo sotto forma di messaggio privato, come previsto dalle FAQ.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby stevie » 28 Aug 2014, 19:06

Sembra che il rimedio sia peggiore del male...
Perdonatemi, ma proprio non capisco. Per quale motivo chiudere il topic? Nessuno ha minacciato di morte l'altro, nessuno ha usato un linguaggio offensivo o ingiurioso, nè mi pare siano state violate le regole del Forum.
Stavamo SOLO assistendo a un garbato (sottolineo: garbato) e piacevolissimo "duello" dialettico tra galantuomini, come si dice, tra persone educate ed estremamente competenti in materia di storia e di tecnica musicale, un confronto "in punta di fioretto", vivace quanto appassionante, forse uno dei più interessanti che abbia mai potuto seguire sul Forum; e che non mi pare proprio stesse degenerando, atteso che uno dei "duellanti" virtuali si era -solo per il momento, evidentemente- allontanato, e l'altro aveva serenamente chiarito il proprio punto di vista.
Per quanto mi riguarda, grazie a questo topic mi sono sentito arricchito, ed ho imparato veramente tanto. Del resto il Forum dovrebbe avere anche, e soprattutto, questa funzione.
Scusate, ma davvero non mi sembra il caso di prendere posizioni così drastiche; e non credo di essere il solo a pensarla in questo modo.
User avatar
stevie
Revelator
Revelator
 
Posts: 18
Joined: 17 Apr 2013, 10:38

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Thomas Eiselberg » 28 Aug 2014, 19:32

stevie wrote:Perdonatemi, ma proprio non capisco. Per quale motivo chiudere il topic? Nessuno ha minacciato di morte l'altro, nessuno ha usato un linguaggio offensivo o ingiurioso, nè mi pare siano state violate le regole del Forum.


E' infatti il topic non è stato chiuso, mi sembra [:D] [;)]




Tornando in topic, qual è secondo voi la migliore b-sides (o brano non incluso in un album) e quale la peggiore? Anche quelli sono brani dei Genesis [:D]

M Inside And Out a parimerito con It's yourself. Due pezzi meravigliosi: il primo avrebbe meritato assolutamente di stare in qualche album (soprattutto lo strumentale finale è qualcosa di fantastico), il secondo ha una magia particolare, cattura perfettamente certe atmosfere di Trick (ed infatti è legata a doppio filo a Los Endos), con quel finale così rarefatto e misterioso che ricorda un po' la coda di Dancing with the moonlit knight. Avrei potuto citare anche la bellissima Twilight aleouse, ma diciamo con tutto il ben di dio che sfornavano all'epoca si sono dimenticati di includerla in qualche disco [:D]
P Happy The Man. Non brutta, per carità, ha il suo perchè, ma mi risulta troppo allegrotta e banale, non mi riesce difficile capire perchè l'abbiano "esclusa". Anche Banjo Man con la sua ripetitività non è stata una gran perdita, visto anche che altre b-sides di CAS erano decisamente migliori
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby stevie » 28 Aug 2014, 19:48

Ooooooooh benissssssssimo [^] [:)]

Come disse Tortora...Dove eravamo rimasti? [^] [;)]
Ragaaaaaaaaaaaaazziiiiiiiiii [:D] [:-D]
User avatar
stevie
Revelator
Revelator
 
Posts: 18
Joined: 17 Apr 2013, 10:38

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Salmacis » 28 Aug 2014, 20:38

Perdonate l'autocitazione: "1)Vi avviso, 2)se la conversazione degenera 3)chiudo il topic".

Nella prima parte, sto esponendo un'intenzione, che oserei definire cortese (non ho chiuso il topic di sana pianta, ho avvisato che l'avrei fatto se); nella seconda, pongo una condizione (ossia l'eventualità che la conversazione degeneri, cosa che non è avvenuta); nella terza, chiarisco un'azione (il chiudere come risoluzione finale, nel caso in cui).

Frequentando questo topic da nove anni, ho visto varie volte come potrebbe andare a finire una conversazione iniziata in modo pacifico. Non amando particolarmente quando una conversazione, appunto ricca di spunti e stimoli, va al diavolo, cerco di evitare in partenza che questo accada.

Giusto per non essere fraintesa [;)]

Prego, continuate pure [:)]
- Le ho lette le FAQ, tranquilla.
- Quindi il tuo ignorarle bellamente è intenzionale?
User avatar
Salmacis
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 8616
Joined: 21 Oct 2005, 17:13
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 29 Aug 2014, 07:13

Stevie wrote :

"Stavamo SOLO assistendo a un garbato (sottolineo: garbato) e piacevolissimo "duello" dialettico tra galantuomini, come si dice, tra persone educate ed estremamente competenti in materia di storia e di tecnica musicale, un confronto "in punta di fioretto""


Ti ringrazio per l'apprezzamento. [:)]

In effetti per come la vedo io è proprio come hai sottolineato tu. Pino è una persona estremamente garbata e intelligente, lo si nota da come pensa ed espone, e mi dispiace molto essere stato io la causa per quello che pare essersi rivelato solo un grosso equivoco. Spero si rifaccia vivo al più presto, perchè da uno come lui, in fatto di competenza tecnica e produzione musicale, c'è molto da imparare.


... ... ... ...


Thomas wrote :

"Tornando in topic, qual è secondo voi la migliore b-sides (o brano non incluso in un album) e quale la peggiore?
Anche quelli sono brani dei Genesis
"


M (facile)
TWILIGHT ALEHOUSE : una composizione risalente ai tempi di Ant Phillips, e si sente dal bellissimo bridge centrale dominato dagli arpeggi di 12 corde dove Peter Gabriel si esibisce anche in una delle sue migliori performance al flauto; un pochino "strampalata" (permettetemi il termine) la conclusione, ma con i pregevoli 6 minuti precedenti che concede si può perdonare;
un brano piuttosto caro alla band : lo si nota dal fatto che dal vivo lo facevano praticamente SEMPRE in ogni data almeno nei primi anni fino al 1973, e che stranamente non fu mai incluso in alcun album ufficiale (*) - farà la sua comparsa solo nel '73 pubblicata come Bside del 45g "I KNOW WHAT I LIKE" -- (*) nel 1974 la si vedrà comparire anche su LP, un disco pubblicato dalla Charisma intitolato "THE FAMOUS CHARISMA LABEL vol.1" una raccolta di brani delle rock bands appartenenti alla casa discografica; in questo disco oltre alla citata compaiono anche "Happy the man" e "Watcher of the skies" nella versione registrata per il mercato nord-americano, privo della celebre "intro" ad opera di Tony Banks

P (fin troppo facile)
HAPPY THE MAN : una canzone davvero troppo "sempliciotta" e armonicamente banale, rispetto agli standard musicali (elevati) con i quali la band stava cominciando ad abituare i propri fans e cultori. Paradossale il fatto che la Charisma rec. decise di pubblicarla al tempo come side A del relativo 45g, relegando una certa SEVEN STONES sul retro...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Thomas Eiselberg » 29 Aug 2014, 11:07

aorlansky60 wrote:Stevie wrote :

un pochino "strampalata" (permettetemi il termine) la conclusione


Che cavolo stai dicendo Willis? [;^(]

Come strampalata, è la cosa migliore del brano, allora vuoi proprio fare a botte? [:D]

Secondo me invece la parte finale è ottima, inusuale per la band, piuttosto dura, hard rock diciamo, con un Phil che pesta duro e uno Steve versione Deep Purple (quanto mi gasa poi quello sguiiiiiiiiiiiiis finale [:p] [:p] )

Eretico [:D]


[;)]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 29 Aug 2014, 12:39

hai detto giusto Thomas : una parte piuttosto "inusuale" per la band, quel finale, su livelli quasi da hard rock, ma forse non è nemmeno quello che me lo fa digerire poco... sono quei vortici di suoni che sembrano raffigurare una catarsi imminente per chi ascolta... se non altro, rende bene l'idea di uno stato pesantemente condizionato [:D] da alto tasso di alcool nel cervello, argomento su cui verte il testo del brano : peraltro, proprio quel testo riesce a giungermi veramente al cuore(a differenza della stragrande maggioranza di composizioni pop-rock) perchè racconta una vicenda molto triste e toccante... la visione del protagonista che va a rendere visita al luogo dove è sepolta la compagna di una vita, la sua solitudine attuale quando ricorda il calore del passato fatto di risa e schiamazzi di bimbi nella sua casa, quelle stesse risa dei ragazzini che ora arrivano fredde e impertinenti diretti alla sua persona... il tutto racchiuso in una disillusione ormai definitiva verso la vita stessa.

comunque è ancora incredibile notare quanto una cosa che magari pensi scontata non lo sia affatto; un particolare che io trovo minore a te invece piace molto... il fattore umano in fatto di gusti personali è veramente la cosa più complessa ed indefinibile che ci possa essere. [:)] [;)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Thomas Eiselberg » 29 Aug 2014, 12:57

aorlansky60 wrote: sono quei vortici di suoni che sembrano raffigurare una catarsi imminente per chi ascolta... se non altro, rende bene l'idea di uno stato pesantemente condizionato [:D]


Ed è proprio quello che mi piace in quel brano. Quello sguiiiiiiiiiis finale di Steve poi.... [:p]


Se la pensassimo tutti allo stesso modo a cosa servirebbero i forum? [:D]

Bella l'analisi che hai fatto del testo, tra l'altro [;)]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby chvfrc » 29 Aug 2014, 13:08

andando a rivedere il video alla tv belga del pezzo, mi sono accorto di quanto mi piacessero le esibizioni di quegli anni fatte davanti a una parete bianca, con pavimento e sfondo che si uniscono e lasciando tutta la scena a chi suona. Roba che oggi sarebbe improponibile, purtroppo...
sul finale, sono combattuto. Non mi ha mai impressionato, ma non lo ritengo nemmeno un "affronto"
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby highinfidelity » 29 Aug 2014, 13:13

Thomas Eiselberg wrote:Ed è proprio quello che mi piace in quel brano. Quello sguiiiiiiiiiis finale di Steve poi.... [:p]

Perche' invece Banks che spegne e riaccende il motore dell'Hammond? Goduria pura... [:p]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Thomas Eiselberg » 29 Aug 2014, 13:19

Già, pure quello [:p] [:p]

[:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Betelgeuse » 29 Aug 2014, 18:14

La migliore
Mi potrete pure spernacchiare, ma a me piace moltissimo Sea Bee, canzone totalmente acustica, risalente al lontanissimo 1968, composta dal duo Gabriel/Banks, e uscita per la prima volta nel bellissimo box-set del 1998. https://www.youtube.com/watch?v=OxWeb_w3_SQ
Di gran livello anche Twilight Alehouse, Pacidy, The Day The Light Went Out, Run Out Of Time ( con la galattica prestazione di Ray Wilson ), e soprattutto Inside and Out.

La peggiore
Submarine. Alcuni la ritengono interessante, ma è oggettivamente un pezzo monotono.
Betelgeuse
Lamb
Lamb
 
Posts: 2733
Joined: 24 Feb 2008, 13:58

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Thomas Eiselberg » 29 Aug 2014, 19:06

Betelgeuse wrote:La migliore
La migliore. Mi potrete pure spernacchiare, ma a me piace moltissimo Sea Bee


Considerati spernacchiato [:p] [>:-D]

[:D]

Betelgeuse wrote:La peggiore
Submarine. Alcuni la ritengono interessante, ma è oggettivamente un pezzo monotono.


No, dai, cè di peggio, ha un bel crescendo crimsoniano, è vero che è un po' monotona ma crea una bella atmosfera
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Betelgeuse » 31 Aug 2014, 18:14

Thomas Eiselberg wrote:
Betelgeuse wrote:La migliore
La migliore. Mi potrete pure spernacchiare, ma a me piace moltissimo Sea Bee


Considerati spernacchiato [:p] [>:-D]

[:D]


Grazie! [:D]



Thomas Eiselberg wrote:
Betelgeuse wrote:La peggiore
Submarine. Alcuni la ritengono interessante, ma è oggettivamente un pezzo monotono.


No, dai, cè di peggio, ha un bel crescendo crimsoniano, è vero che è un po' monotona ma crea una bella atmosfera


Mah, tu dici atmosfera... [:-I]
Forse l'atmosfera adatta per far piovere! [:D]
Comunque, a parte gli scherzi, forse è troppo breve! Una coda ulteriore, magari con l'intervento del piano, avrebbe innalzato notevolmente il brano [:)]
Betelgeuse
Lamb
Lamb
 
Posts: 2733
Joined: 24 Feb 2008, 13:58

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby highinfidelity » 01 Sep 2014, 07:33

Io certamente non spernacchio perche' Sea Bee e' sicuramente un pezzo interessante, che anch'io ascolto volentieri. Pero' e' un po' poco Genesis, secondo me; anche per i Genesis di quel primo acerbo periodo. [:-I]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 02 Sep 2014, 08:06

A livello di "out-take" mi sono sempre piaciute particolarmente "Pigeons" (la cui cadenza metrica sulla quale è strutturata mi ha sempre fatto cadere addosso una certa malinconia di fondo, ascoltandola) e "Inside Out" (quest'ultima meritava un destino decisamente diverso rispetto a quello che la relegò nell'EP pubblicato dopo WIND&WUTHERING, ma sappiamo come andò quella storia...) e soprattuto "Naminanu"(l'ho scritto spesso) un brano decisamente al di fuori dai connotati musicali standard della band, contraddistinto da due splendidi bridge strumentali quasi jazzati da parte di Banks prima e di Rutherford(chitarra) poi.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby highinfidelity » 02 Sep 2014, 10:02

Pigeons fa ridere perche' Hackett suona per tutto il tempo un'unica nota! [:D] Detto cosi' sembra stupido, ma il risultato in realta' e' notevole. [8:-x]

Tutt'altra cosa Inside & Out, che ha un coda strumentale stupefacente! [8D]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby chvfrc » 02 Sep 2014, 10:27

highinfidelity wrote:suona per tutto il tempo un'unica nota! [:D] Detto cosi' sembra stupido

vallo a dire a loro
https://www.youtube.com/watch?v=lRq0TzYBris
[:D] [:D]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Thomas Eiselberg » 02 Sep 2014, 11:12

Vabbè, non a caso gli Elii sono fans dei Genesis [:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby chvfrc » 02 Sep 2014, 11:18

ricordo un concerto aperto con Behind the lines [8:-x]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby Betelgeuse » 02 Sep 2014, 17:16

D'accordissimo con alcuni vostri pareri.
Pigeons è un ottimo brano.
Betelgeuse
Lamb
Lamb
 
Posts: 2733
Joined: 24 Feb 2008, 13:58

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby 11mo Conte di Mar » 03 Sep 2014, 11:16

FGTR
M: Forse The silent sun ma proprio per voler trovare qualcosa di buono in un album che faccio fatica ad accorpare agli altri lavori.
P: Tutto il resto…

TRESPASS
M: The Knife e Stagnation facile facile ma aggiungerei anche Looking for someone.
P: White mountain tanto per scegliere qualcosa.

NURSERY CRYME
M: The Musical Box c’è poco da fare, il loro primo capolavoro, ma adoro anche il pathos di Seven Stones.
P: Harold the Barrel mai piaciuta troppo.

FOXTROT
M: a conferma che il mio amore per quest’album è un mare limpido ma lievemente increspato non metto Supper’s Ready che ho sempre trovato un po’ troppo lunga bensì Can-utility… che ha una parte strumentale fascinosa.
P: Mi attirerò critiche ulteriori ma debbo scegliere Get’em out by Friday di cui ho apprezzato più il testo che la musica.

SEBTP
M: Il loro capolavori è composto da pezzi imprescindibili. Anche se i primi 2 minuti di Dancing with … sono l’icona dei Genesis, se devo scegliere dico Cinema Show, con la coda finale di Aisle of plenty. Alla faccia di Gabriel.
P: More fool me è sicuramente la gemma che brilla meno nel diadema.

TLLDOB
M: The Lamia certamente. Musica struggente, testo visionario e una prova superba di Peter.
P: Una tra Counting out time e Waiting room…

ATOTT
M: Entangled la gemma, senza dimenticare Mad man moon (da buon Banksiano). Los endos splendida dal vivo, sull’album risalta meno.
P: La title track anche se qui si cerca spesso di nobilitarla. La trovo banalotta. Nemmeno Squonk mi ha mai convinto.

W&W
M: Blood on the rooftops tutta la vita, One for the vine, 11mo conte e la notte del topo a ruota.
P: Wot Gorilla? Mai apprezzata. E in effetti Your own special way aumenta decisamente la glicemia.

ATTWT
M: Down&out un inizio al fulmicotone, Burning rope una delle ultime perle di Banks.
P: Follow e Scene’s from a… una bella gara.

DUKE
M: La triade BTL, Duchess e Guide vocals è un inizio col botto. Così come i viaggi e la fine del duca sono un degnissimo finale. Ma la perla, nascosta, forse è Heataze.
P: Misunderstanding sicuramente

ABACAB
M: dura eh?... La title track ma solo dal vivo. Salvo magari Dodo ma solo perché in mezzo al grigio anche il bianco sporco risalta.
P: Tutto il resto con menzione speciale di Who Dunnit? Il peggio del peggio.
3 SIDES LIVE (4TH SIDE)
M: Evidence of autumn, ultimi colpi del Banks più ispirato.
P: Paperlate.

GENESIS
M: Mama e la seconda casa sul mare. Ma senza entusiasmi.
P: Qualcuno sa il motivo di Just a Job to do?

IT
M: non scherziamo dai… Dico Domino, che reggo a fatica, per scegliere qualcosa.
P: IT in assoluto ma anche il resto è da mettere nell’ indifferenziata per non dire organico…

WCD
M: No son of mine, Fading lights e Dreaming while you sleep.
P: L’inesorabile ICD…

La discografia dei Genesis per me qui si ferma.

OUTTAKES
Sinceramente non ho mai trovato le outtakes del gruppo degne di nota.
Le stesse Twilight e Inside & out non mi hanno mai fatto impazzire.
Ma una cosa la posso dire. Nel 1986 i Genesis scartarono da IT Do the neurotic,
a mio avviso l’unico brano decente scritto in quel periodo.
User avatar
11mo Conte di Mar
England Seller
England Seller
 
Posts: 850
Joined: 05 Feb 2007, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby highinfidelity » 03 Sep 2014, 12:30

11mo Conte di Mar wrote:DUKE
Ma la perla, nascosta, forse è Heataze.

Mi fa piacere che il "club di Heathaze", a cui siamo gia' iscritti Thomas ed io, pian piano si espanda! [;)]

Brano stupendo, con un commento meraviglioso di Banks al piano elettrico, liriche belle e profonde, e un'interpretazione di Collins tra le piu' "sentite" della sua carriera. [/:-|]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby chvfrc » 03 Sep 2014, 12:39

mi aggiungo anch'io!!!! [8:-x]
a proposito, la traduzione sarebbe "afa", o sbaglio? [:-I]
se si, perchè è scritto così? almeno, io l'ho trovato solo con le due parole separate...
Last edited by chvfrc on 03 Sep 2014, 14:49, edited 1 time in total.
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby 11mo Conte di Mar » 03 Sep 2014, 14:20

Afa, calura.
Giusto
[/:-|]
User avatar
11mo Conte di Mar
England Seller
England Seller
 
Posts: 850
Joined: 05 Feb 2007, 12:35
Location: Italy

Re: Il meglio e il peggio di ogni Album

Postby aorlansky60 » 03 Sep 2014, 15:02

@11Conte :

"more fool me, waiting room, what gorilla, your own special way, follow you, who dunnit..."

...vedo che per quanto riguarda le "P" abbiamo le stesse idee... [;)]

...su IT (intero album) è come sparare sulla Croce Rossa, niente da dire... [:D]

dove non riesco proprio a seguirti è con "GET THEM OUT BY FRIDAY" (che io considero un pò come uno degli "standard" musicali a marchio Genesis); ma non è la prima volta, tuttavia, che leggo di pareri critici nei suoi confronti. Ci può stare. [:)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy


Return to Genesis

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest

cron