Il nostro caro Mike

Bassista e chitarrista dei Genesis fin dagli albori del gruppo, ora alla testa di un suo nuovo complesso. Scrivete qui i messaggi a lui dedicati.

Il nostro caro Mike

Postby vise60 » 05 Nov 2005, 18:30

Beh.. vediamo di togliere lo 0 dalla casella dei topic che riguardano il buon Michelino, membro fondatore dei nostri beneamati e secondo me anima silenziosa e mite del gruppo.
Non dimentichiamo che gran parte dei pezzi dei Genesis portano la sua firma seppur abbinata agli altri membri.
Concludendo questa doverosa seppur brevissima introduzione, vorrei analizzare insieme a voi la carriera solistica del buon Mike che lo ha proiettato verso melodie pop certamente piu'orecchiabili.
Dopo l'ottimo album di esordio "Smallcreep's Day" ed il successivo "Active Very Strange" deludente ,almeno dal mio punto di vista,con i "Mechanics" Rutherford ha virato la sua carriera in favore ad un approccio senz'altro piu' commerciale con il mondo delle sette note e album come il primo dei "Mechanics" "Living Years" "Word of Mouth" "A Beggar on a beach of gold" "M6" "Rewired" lo dimostrano.
Tutti sono lontani anni luce dai primi ,e forse anche dai secondi lavori dei Genesis, voi come valutate questa metamorfosi?
Io non sono musicista e allora chiedo,,ma saprebbe oggi il nostro Mike comporre ancora quelle splendide suite di 7-10 minuti che hanno contraddistinto l'epoca d'oro dei Genesis e del suo primo album?
Mi risulta che quasi sempre gli artisti si servano inizialmente di prodotti commerciali per "far cassa" per poi dare sfogo alla loro vena artistica a scapito delle vendite, per Mike e' successo il contrario, come mai?
Spero di non aver messo troppa carne al fuoco!
Un saluto a tutti
Il Paradiso lo preferisco per il clima,l'Inferno per la compagnia
Mark Twain
User avatar
vise60
Lamb
Lamb
 
Posts: 1092
Joined: 23 Oct 2005, 05:47
Location: Italy

Il nostro caro Mike

Postby highinfidelity » 05 Nov 2005, 18:50

Mah, evidentemente si diverte a fare il canzonettaro, e gli riesce pure abbastanza bene.

Fino a "beggar" comunque secondo me non sono male. Sara' infantile, ma mi piace sentir passare alla radio le canzoni di Mike, sapere che ha successo in un genere cosi' diverso.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7026
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Il nostro caro Mike

Postby maurizio » 13 Nov 2006, 07:52

Aimè..a me personalmente i Mike & The M. non mi hanno mai entusiasmato più di tanto..[:-j]

Bello il suo primo lavoro Smallcreep's Day!

Io dei Mike & M, ho solo il primo...quello dove sulla copertina ci sono le istruzioni su come si smonta un fanalino[:D][:D]

..a parte le battute non è male, poi c'è Silent Runnig che è un bel pezzo


Cmq sia grande Michele[;)][:p]
maurizio
Revelator
Revelator
 
Posts: 43
Joined: 06 Nov 2006, 07:51
Location: Italy


Return to Mike Rutherford - Mike & The Mechanics

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest