IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Un'area dedicata all'esplorazione dell'universo musicale in genere, e degli altri protagonisti del rock progressivo in particolare.

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 14 Mar 2009, 15:01

ecco. così. ogni volta che vi posto un pezzo tradotto il topic risale in cima e sapete che ho fatto un nuovo lavoro di traslescion, senza intasarvi di nuovi topic. (perciò chi ha letto i precedenti deve guardare l'ultimo in basso o alla pagina successiva )

stavolta, tocca a un brano di Tormato, sempre di Anderson anno 1978

The Circus of Heaven

CIRCUS OF HEAVEN
(J. Anderson) 1978 YES Tormato

IL CIRCO DEL PARADISO

Il giorno che il Circo del Paradiso venne in città
Gli abitanti locali si allinearono lungo le strade di questi paese del mid - west
Aspettando ansiosamente che la parata cominciasse tutta intorno
proprio l’ultimo giorno

Un Unicorno guidava la Mistica Via
Circondato da creature che sembravano migliaia di angeli dorati in movimento
Dietro c’erano centauri, elfi, fate brillanti tutte colorate di Giada
Proprio nel giorno finale

Poiché quello sembrava solo un momento nel tempo
Sette reali e maestosi cavalli volanti di color argenteo
Cavalcati da sette carri dorati a rimorchio, una meraviglia a guardarli
I Sette Signori delle Montagne del Tempo
Poi sorgevano là dove niente prima di loro sorgeva
Un gigante tentava di risalire un migliaio di piedi in alto da terra
La gente del paese si radunò dentro con i suoi sguardi tutti meravigliati
Ad ossequiare il Settimo Signore della Settima Era

Una fanfara riecheggiava in un suono incredibile, presentando le più bizzarre visioni
Che ruotavano in perfetta armonia
qualsiasi sogno che egli desiderava anche alla gente sarebbe piaciuto vedere
antiche epopee storiche e mitologiche

poi sopra le loro teste, proprio così vivida come la vita, ogni visione portava in sé una moltitudine di luci variopinte
galeoni greci, il saccheggio di Troia, i giardini di babilonia, un moto di milioni di tamburi rombanti
I sogni magniloquenti di Alessandro il Grande
Le guerre civili dove i fratelli combattevano e uccidevano i loro amici nell’odio reciproco
Zeus vedeva l’evolversi di tutti questi scenari nella strada magica
nel giorno in cui il circo giunse nella cittadina

All’aperto c’erano enormi animali docili, immobili, come alberi
Angeli possenti danzanti per le strade sotto la luce delle stelle
Cangiando i loro colori tra l’indaco e l’oro, dal colore delle viole gocciolanti al rosso e al colore bianco della neve tinta di smeraldo
Finché il circo finalmente cambiò il suo corso invisibile per andare a cercare un nuovo mondo.

Nella terra del sogno dove camminavamo, mi girai verso mio figlio e dissi: “Non è stato qualcosa di magnifico, avvincente, stupendo, straordinariamente bello ? “

“Oh sì! – rispose – Ma non c’erano clown, tigri, leoni, orsi ,zucchero filato, mele caramellate, nessun clown.”

Circus of Heaven
(J. Anderson) 1978 YES Tormato

http://www.youtube.com/watch?v=Az9aDiKuYcc
ultimo buon video dei tempi andati, editato da un ragasso
Last edited by wondering clouds on 15 Sep 2009, 05:08, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Runaround » 15 Mar 2009, 17:37

Esprimo il mio apprezzamento per il tuo lavoro, che seguo con interesse. [:)]
E ti auguro buona fortuna (specie per quando affronterai – se vorrai farlo - i testi complessi di Tales from Topographic Oceans)! [;)]
«Il tempo, è un grande autore: trova sempre il perfetto finale».
User avatar
Runaround
Nursery Crymer
Nursery Crymer
 
Posts: 143
Joined: 18 Nov 2008, 16:20
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 16 Mar 2009, 04:47

grazie, sei molto gentile.
Ho infatti intenzione di tornare indietro. ho quasi finito going for the one e, aconti fatti, penso veramente che avesse dei testi molto suggestivi.
Tormato ha un altri due pezzi da esplorare, ma poi me ne vo a ritroso a esplorare i 70s di Anderson e soci. cioè la musica che ho ascoltato di più.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby valentino » 16 Mar 2009, 09:29

ti sostengo moralmente e te ne sono grato.......poi li raccogli tutti e li pubblichi...:-).........aspetto onward!!!e the gates of delirium.....

ciao
vale
valentino
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 58
Joined: 12 Nov 2008, 08:50
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 19 Mar 2009, 12:57

Completo il lavoro su going for...perchè a livello poetico mi intrippa non poco. ne mancano due.
Anderson è un romantico visionario misticheggiante un po' new age ante litteram. Se consideriamo che le correnti niueigiane si sono sviluppate e diffuse negli anni 90, su per giù...

http://www.youtube.com/watch?v=mW7gjJb1E9Q

WONDEROUS STORIES

Storie meravigliose

( J. Anderson 1977 da YES “Going for The One”)


Mi sono svegliato stamattina
Il mio amore mi ha abbandonato vicino ad un ruscello
In questa deriva io risalivo il suo corso
Deciso a perdonarti e a rialzare il mio sguardo per vedere il tuo viso

Il mormorio del fiume mi rese silenzioso
E mi spingeva a non lasciare tracce del mio cammino
Io ti prego : fammi ascoltare le tue storie meravigliose

Il fiume non parlava di terre molto lontane
O distanti dalla sua memoria
Raccontava di grandi ricordi
Catturati uno dietro l’altro

Laddove il pensiero fermava il tempo
Egli mi portò ai cancelli di luoghi senza tempo
Io in fretta, rapidamente guardai l’orologio se ero in ritardo
dovevo lasciarmi andare
volevo ascoltare i tuoi racconti meravigliosi

e ascoltando le tue storie favolose
non mento se dico che vedo profondamente nel futuro
e mi immagino tutte le cose su cui tu scorri accanto
tu sei lì da sempre, esistevi prima di tutto

e poi mentre mi parlavi in modo così sublime
il mio spirito raggiungeva il cielo
e io lo invitavo a tornare sulla terra
ad ascoltare le tue storie meravigliose

ascoltarti…
lasciarmi andare…
ascoltarti…

WONDEROUS STORIES
(J. Anderson 1977 da YES “Going for The One”)
Last edited by wondering clouds on 06 Apr 2009, 05:45, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 19 Mar 2009, 13:06

ed ecco il testo di quel capolavoro sonoro che è awaken (almeno a me è sempre piaciuta un sacco.9
Dico subito che è stata di non facile approccio interpretativo e come tutte le cose artistiche è multiinterpretabile...
c'ho provato...


AWAKEN
(J. Anderson S. Howe)
da Going for The One 1977 YES
( Il Risveglio)

Una forte vibrazione si dirige verso il sole
Oh, lascia che il mio cuore sogni nel passato
Un luogo dove un uomo mortale come me potrebbe vivere

Mi piacerebbe che il sole rimanesse immobile
E arrivasse a toccare la nostra intima ed antica essenza
Di uomini mortali come noi
Noi possiamo essere qui ora
Possiamo esistere qui adesso

Risveglio di soli , alte maree che si avvicendano
Sogni benigni e terribili accadono qui
Le masse si toccano, le stelle, i suoni, le ere si susseguono

Le imprese dell’uomo mostrano come è possibile modificare
La nostra esistenza nella storia
Il fiore dal frutto sta rifiorendo nel suo albero
Ogni cosa sta rifiorendo
Tutto si rigenera in te

Le imprese dell’uomo scaturiscono da un fuoco
che divampa con la sua cieca furia ardente,
per vedere che il calore della sua stessa essenza
è già un promessa della visione nitida
di ciò che vuole raggiungere.

Il Signore delle Immagini e dei Suoni
sta proiettando una luce su di te:
ascoltare nel buio ci collega ad un tunnel
che ci fa uscire da una normale esistenza
per dirigerci ad una sfida
come se i nostri occhi vedessero d’incanto
rimarginarsi una ferita appena inferta

le imprese dell’uomo sono state condotte lontano
dalla via fino ad allora percorsa entro i limiti
così che tutto è stato lasciato apposta per te
tutto è stato lasciato apposta per te
tutto è stato lasciato apposta per te ora, adesso

Il Signore della Luce
Nel puro accadere degli eventi,
dove esiste un incrocio di vie che si intrecciano tra loro,
ha disposto un piano così vicino a te
che si risveglia nel tuo cuore

Il Padrone delle Anime ci spinge a entrare in contatto
La nostra giovinezza impenetrabile chiede da lontano
Che il pensiero possa rappresentare il punto di incontro
Con tutto ciò che è chiaro
Sii onesto con te stesso
Non c’ è alcun dubbio

Il Padrone del Tempo
Ci spinge a navigare sopra tutte le nostre terre
E, non appena vedremo tutto più vicino,
dovremo dire addio a tutto quanto

Una forte vibrazione si dirige verso il sole
Oh, lascia che il mio cuore sogni nel passato
Un luogo dove un uomo mortale come me potrebbe vivere

Mi piacerebbe che il sole rimanesse immobile
E arrivasse a toccare la nostra intima ed antica essenza
Di uomini mortali come noi
Noi possiamo essere qui ora
Possiamo esistere qui adesso

Come il tempo io sono corso via
E ho girato attorno
E tu mi stavi sempre vicino

Come il tempo io sono corso via
E ho girato attorno
E tu mi stavi sempre vicino
AWAKEN
(J. Anderson S. Howe)
da YES Going for The One 1977

http://www.youtube.com/watch?v=UMGhOzBDiqU 1 pt
http://www.youtube.com/watch?v=F_qKgaNeXVc 2 pt
Last edited by wondering clouds on 06 Apr 2009, 05:51, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 19 Mar 2009, 13:18

e per valentino ecco Onward.

Onward ( Ch. Squire )
da Yes tormato 1978

Dinanzi a me


Contenuto in tutto ciò che faccio
c'è l' amore, che io provo per te
dichiarato in tutto quello che scrivo
tu sei la luce che arde, che brilla
davanti a me, durante la notte
durante la notte
durante le notti della mia vita

Dispiegato in tutte le cose che vedo
c'é l'amore che tu mi doni
manifestato in tutto ciò che dici
tu sei il giorno che apre la via
dinanzi a me durante la notte
durante la notte
durante le notti della mia vita

Onward ( Ch. Squire )
da Yes tormato 1978


viene da chiedersi se dietro la composizione di questi testi vi siano dei giovani sognatori, dei musicisti eternamente innamorati della vita...
They always said YES to their life.

o no ?!
Last edited by wondering clouds on 23 Mar 2009, 13:04, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Behind the cage » 19 Mar 2009, 13:33

Concordo con te su Wonderous Stories ed Awaken che non smetterei mai di ascoltare ripetutamente per quanto le adoro.
Volevo però dirti che non ho capito come hai tradotto il verso Awaken gentle must touch, o almeno non sono riuscito a trovare la traduzione.
Grazie anticipatamente, anche per avere evidenziato (invece dei soliti Fragile o Close..) un album come "Going for the one" che per me è fenomenale dalla prima all'ultima nota.
Last edited by Behind the cage on 23 Mar 2009, 06:24, edited 1 time in total.
I wandered lonely as a cloud
Behind the cage
Foxtrotter
Foxtrotter
 
Posts: 224
Joined: 14 Nov 2008, 09:04
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 19 Mar 2009, 14:39

qui è stato lavoro di vero azzardo... mass touch etc.. lì Anderson cita solo i nomi di masse, soli, maree e non si capiva il legame logicamente. e' come se nel suo cervellino associasse il tempo, di luoghi all'alba dei tempi dove la materia e lo spazio si aggregano e disgregano (in tal senso vedo una mente cosmica all'opera...stento a credere che non si "facesse"...
Ho cercato di coerentizzare qualcosa che non era proprio così semplice mettere assieme. L'ho capito così, ma non è detto che Anderson volesse dire questo. Questo è il gioco dell'interpretazione.
Oltre alla traduzione da un'altra lingua.
Del resto è come se Anderson nel testo avesse voluto partire dalla storia del cosmo, dal primordiale e riportarla al valore ineguagliabile dell'esistenza individuale e dell'esperienza di ciascuno di noi, in un certo senso in un microcosmo che in sè ' anche un macrocosmo.

per cui ho scritto così, riprendendo i nomi e associandoli in qualcosa di vagamente percepibile.

"Risveglio di soli , alte maree che si avvicendano
Sogni benigni e terribili accadono qui
Le masse si toccano, le stelle, i suoni, le ere si susseguono"

Tu cosa dici ?[:p]
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Behind the cage » 19 Mar 2009, 14:49

Che aggiungere ... spettacolo[:p][^]
ho capito solo ora come hai ricostruito la frase, ponendo quale soggetto di tutto quel frammento la parola awaken, grandioso.
comunque ogni volta che sento like the time ... ancora oggi mi vengono i brividi e tutto diventa bello.
Grazie ancora
I wandered lonely as a cloud
Behind the cage
Foxtrotter
Foxtrotter
 
Posts: 224
Joined: 14 Nov 2008, 09:04
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby valentino » 20 Mar 2009, 08:55

immenso........grazie ...e continua!!!!



valentino
valentino
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 58
Joined: 12 Nov 2008, 08:50
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 23 Mar 2009, 13:02

ecco ci qua di nuovo.

Confesso che non vado matto per Tormato, ma sta vena lirica dei ns. mi entusiasma, perciò stiamo ancora fermi al 1978

Rejoice
( Jon anderson da Yes “Tormato” 1978 )
Cogli l’attimo

Godi più che puoi di questo amore
Lungo quanto dieci estati
Giriamoci continuamente attorno
Finchè non gli ridaremo di nuovo vita

Il tempo vola, corre senza sosta
Lungo l’alternarsi dei giorni
Trasportandoci da un luogo all’altro
Finchè non arriverà per riportarci a casa

Godi più che puoi di questo piacere
Come un’ aquila bianca si libra in volo
E compie tanti voli circolari
Finchè non arrivano i primi venti a farle cambiare rotta

Le albe conquistano una nuova luce in poco tempo
E senza sforzo effondono nei campi la brezza del raccolto
Lascia che le nostre ore di passione
Tengano in alto le nostre menti
in alto io e te…
dolcemente ci trattengano in alto

Rejoice
( Jon anderson, da Yes “Tormato” 1978 )



e da uno shakespare in love andersoniano
passiamo al suo misticismo, che in tempi pasquali non guasta[:D]:

Tra l'altro, Madrigal, musicalmente è un bel pezzo, magistralmente arrangiato da Howe e Wakeman

http://www.youtube.com/watch?v=RNoMXZ0TLHI

MADRIGAL
( Anderson, Wakeman da YES “Tormato” 1978)

Madrigale

Io sarò lì, disse il mio amico di una vita passata,
protetto dagli albori di un’età dorata, stabile come una roccia
“ Seguimi “ egli chiamava nella sublimità del sogno
“Seguimi …” e galleggiava tra l’alba e il tramonto dei millenni
Oh se potessi accendere la più profonda Essenza
di quell’ardore fiammante

E i vascelli celesti attraversano le Settima Era

Spogliati delle vesti della paura, rivestiti con quella dell’amore,
ma prima di tutto gioca la partita del tempo ti è dato
i luoghi più elevati del cielo si donano in un tutt’uno per te
e ci donano la luce e la libertà di ogni giorno

Oh se potessi accendere la più profonda essenza di quell’ardore fiammante
I vascelli del cielo attraversano la Settima Era
Ma sono sempre stati qui

I viaggiatori celestiali sono sempre stati qui con noi
posti nelle dimore dell’universo
Noi invece dobbiamo ancora vagare,
Innumerevoli distese di terre
si avvicenderanno nel nostro cammino.

Il mio amico, quello nato nella mia fantasia,
danzerà nello spirito di ogni era.

MADRIGAL
( Jon Anderson, Rick Wakeman da YES “Tormato” 1978)

le altre da tormato le ho quasi finite ma ve le posto dopodomani.

P.S secondo me i viaggiatori celestiali di cui parla sono gli angeli... e l'amico...chissà.
Last edited by wondering clouds on 06 Apr 2009, 05:44, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 29 Mar 2009, 17:30

ecco il video di Onward

http://www.youtube.com/watch?v=OQ_UvogGQ_A

Onward ( Ch. Squire )
da Yes tormato 1978

Dinanzi a me


Contenuto in tutto ciò che faccio
c'è l' amore, che io provo per te
dichiarato in tutto quello che scrivo
tu sei la luce che arde, che brilla
davanti a me, durante la notte
durante la notte
durante le notti della mia vita

Dispiegato in tutte le cose che vedo
c'é l'amore che tu mi doni
manifestato in tutto ciò che dici
tu sei il giorno che apre la via
dinanzi a me durante la notte
durante la notte
durante le notti della mia vita

Onward ( Ch. Squire )
da Yes tormato 1978

riciclo il testo da qualche topic su...
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 04:39, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby marcoleodori » 29 Mar 2009, 17:34

Grazie wondering!
E' da una vita che cerco le traduzioni e sono troppo pigro (e anche troppo ignorante) per farmele da solo... [^][^][^][;)]
E sarà la prima che incontri per strada,
che tu coprirai d'oro
per un bacio mai dato,
per un amore nuovo...
marcoleodori
Lamb
Lamb
 
Posts: 3902
Joined: 31 May 2007, 05:51
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 05 Apr 2009, 13:43

gli yes ecologisti :

Don’t kill the whale
(Anderson, Squire, "Tormato" 1978 YES)

Non uccidete le balene

Tu sei tra i più importanti io sono l’ultimo che conta
Tu sei assetato di potere a me chiedono di giustificare
Il motivo per cui uccidiamo le nostre bestie celestiali
Non sparate alle balene

Nella visione della bellezza noi cosa perdiamo
Se convinciamo il destino a farci mollare la presa ?
Non uccidiamo le balene

Gioisci con loro, esse cantano
Adorano la loro intimità in un momento di amore,
esse dovranno morire per motivo della loro grazia ?
Non uccidete le balene

Se il domani ci permetterà di giudicare
coloro che ci hanno preceduto nel nostro nuovo secolo
se hanno tutelato gli esseri più deboli
allora non uccidete le balene

Don’t kill the whale
(Anderson, Squire, tormat0 1978 YES)

ecco il video 2003 http://www.youtube.com/watch?v=umNNhqjLh_s


e mò adesso ho capito perchè sono andato a riguardarmi incontri ravvicinati del 3 tipo. Avevo prima tradotto sto brano.
Come dire: gli alieni se ci sono, sono meglio di noi, sono più intelligenti e li aspettiamo con ansia...



ARRIVING UFO
(Anderson, Howe , Wakeman, 1978 “Yes tormato”)

Arrivano gli U.F.O.

Non potevo veramente prenderti sul serio
Quando mi chiamavi dicendomi di aver visto un ufo
Ma poi mi venne in mente il messaggio di un incontro mai sognato prima
Guardai fuori nella notte
Come una voce strana venuta dal tempo che mi fece trasalire
Mentre mi diceva che ci deve essere qualcosa
Che ci lega l’uno all’altro
Ci deve essere un centro che ci coinvolge tutti

Arrivando dagli eoni dei tempi,
si scorge il potere immortale del futuro
Vascelli di una sembianza diversa
che nessuno di noi avrebbe nmai sperato di vedere

così, guarda fuori nella notte
una volta o l’altra arriveranno
oh, quella luce perenne dà l’impressione di un immane centro di energia
nelle astronavi vediamo l’arrivo di uno spazio al di là di noi

tu dici che non c’ è alcun motivo di scherzare
con quella forza così come l’abbiamo potuta vedere
tu dici che sono un pazzo, un ingenuo
ma tu, metti i piedi nella terra, è verde
ma guarda fuori nella notte
aspetta il loro arrivo comincia dall’inizio la loro conoscenza
ecco, arrivano dallo spazio siderale
una tale meraviglia
l’arrivo di uno spazio che è oltre di noi

ARRIVING UFO
(Anderson, Howe , Wakeman, 1978 “Yes tormato”)

http://www.youtube.com/watch?v=xE2scVxWlrQ

Io non ho suggerito a nessuno di comprare Tormato.
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 04:41, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 06 Apr 2009, 06:30

su questo prossimo brano, ancora ritroviamo una vena escatologica e messianica, che ormai mi sembra evidente nelle ispirazioni di Anderson e soci. La figura di Salomone e di Dantalian hanno riferimento con il folclore letterario dell'occulto . Se siete appassionati c'è qualche accenno su wiki. Niente a che fare cmq con le tesi gnostiche. credo

FUTURE TIMES
( 1978 by Yes “Tormato” )


Presso le sorgenti dell’Universo siede il piccolo bimbo Salomone
Egli sogna la Gloria per le città del Cielo del Sud

I tempi futuri si compiranno e vedranno
limpidamente Il compimento dell’era dell’innocenza
Il tempo scorre regolare girando sempre ciclicamente
L’Universo pone le sue stelle pulsanti tutte intorno nei più alti cieli
esse brillano ovunque in ogni luogo
E tu osserva tutto fino a domani
I tempi futuri giungeranno e sorrideranno chiaramente all’arrivo della purezza

Il duca dei demoni Dantalian dovrà ancora correre infuriato
nelle tenebre dell’oltretomba e faticare per molto tempo
L’avvento dei malvagi perdurerà ancora a lungo
Il metallo rovente della guerra si riverserà sulla terra
per dare forma alle nostre mani infuocate fomentando alte grida
ma i tempi futuri si compiranno e vedranno chiaramente compiersi l’era dell’innocenza
prima la parola divina penetrerà nei nostri cuori
secondo la guerra li dividerà
terzo il bagliore delle ricchezze divine splenderà altrove
quarto ci sarà una guerra per liberare la terra
quinto le isole dell’Arabia (?)
sesto le lacrime del dolore separeranno gli uomini


FUTURE TIMES
( 1978 by Yes “Tormato” )


un bel lavoro da chi ha editato questo brano sul tubo

http://www.youtube.com/watch?v=ec713rtFxK0
Last edited by wondering clouds on 06 Apr 2009, 06:35, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 06 Apr 2009, 08:42

l'ulitmo brano tradotto da tormato richiama altre truci riflessioni floydiane sulla croce che portano le grandi star del successo, quando lo sentono addosso. non è un tema nuovo, ma sempre attuale.


http://www.youtube.com/watch?v=xE2scVxWlrQ

Release, release
( Anderson. White, Squire da YES “Tormato”1978)

Hai già sentito che il tuo brano di successo è uscito fuori,
non guardarti indietro, il rock è il mezzo
che la ns. generazione usa per rivendicare ogni diritto,
tiralo fuori, così ti sentono gridare per affermare il diritto di affermare
tutto ciò che viene ideato da te.

Noi l’abbiamo già ascoltato, ma proprio non possiamo muoverci.
C’è pressione quando ci manca la concentrazione.
Il potere sfida i nostri bisogni, li porta in alto,
ce li mostra ora, subito, in mezzo alla tortura della confusione,
li spinge ad un livello che supera la nostra comprensione
Noi l’abbiamo già ascoltato, ma proprio non possiamo muoverci. C’è pressione quando ci manca la concentrazione.

Il potere, perduto e desiderato, a me pare sia così:
non importa dove vai, e mentre lo stai per trovare
non lo vedi mai davanti a te, ma neanche puoi lasciartelo dietro.

Il potere sta alla base dei bisogni di ogni giorno
È facile perderlo in grida vuote per le strade di una rivolta anarchica
Nella pazzia, nella follia del potere non è tutto previsto
Tira fuori tutte le tue energie, spremiti,
o dovrai abbandonare la speranza per tua sorella e tuo fratello,
produci icee, spremiti, vendi
e vedrai che ci saranno controllori a sufficienza per dimostrarti
dei segni di apprezzabile fedeltà.

Giacchè in ordine, nasce per la libertà,
tutto è ben oltre il nostro bisogno di capire
Tutto diventa propaganda pubblicitaria,
la politica dei partiti di destra o di sinistra
si antepone alla libertà della creazione artistica

tu puoi combattere per ogni diritto,
fallo, e il tuo grido si spingerà oltre ogni diritto,
oltre la luce reale di tutte le cose

Il potere sta alla base dei bisogni di ogni giorno
È facile perderlo in grida vuote per le strade di una rivolta anarchica
Nella pazzia, nella follia del potere non è tutto previsto
Tira fuori tutte le tue energie, spremiti,
o dovrai abbandonare la speranza per tua sorella e tuo fratello,
produci idee, realizza, vendi
e vedrai che ci saranno controllori a sufficienza per dimostrarti
dei segni di apprezzabile fedeltà.

Release, release
( Anderson. White, Squire da YES “Tormato”)
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 04:43, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 06 Apr 2009, 08:46

E con oggi mi tolgo dalle p...e per un po' di tempo.

non senza avervi postato questo microcapolavoro di saggio breve sulla guerra. Non ho parole di commento. ci ho perso 3 ore. Ma ne è valsa la pena. E sono basito.
E' arrivato Relayer :

GATES OF DELIRIUM
(from “Relayer” YES 1976)
Le porte del delirio

Noi ci rendiamo veramente conto che
La resistenza e la guerra ci fanno tornare in mente
Un patto più profondo tra noi
che si nota quando corriamo e ci gettiamo nei campi di battaglia,
obbligati a difendere il nostro onore.

I predatori sono pronti per alzare in volo gli artigli
Le vite pacifiche non garantiranno la libertà
Noi, combattendo , impariamo a distruggere l’oppressione
È tempo di agire quando i capi degli eserciti ti vedono attaccare.

Scegli e rinuncia a tenere le catene della schiavitù
Gli errori permettono una maggiore rapidita’ di uccidere o di essere uccisi.
Ombre fatali si diffondono
E scatenano una violenza immensa:
la Guerra, che è vista come lo strumento per trasformare il corso degli eventi
quando le tensioni scatenano la collera tra gli animi
che si ergono per riscattarsi l’uno contro l’altro

Sicuramente noi conosciamo le guerre che scatenano grida di angoscia
La passione del potere speso perché
Le terre scavate ricevano la nostra anima
Noi nasciamo per sacrificarci a questa gloria:
per determinare la nostra libertà: è una parola.
noi esprimiamo solo una parola

ma parole come questa definiscono il nostro vessillo
E il giorno della nostra vittoria stabilirà il silenzio,
quando si sarà scatenata la violenza
le stragi si saranno moltiplicate
noi combattiamo per il potere
e viviamo per mantenerlo giorno per giorno
i nostri dei sorgono con epifanie tuonanti
e guidano le scelte dei condottieri nei sentieri della gloria
per la causa della libertà, dell’onore, del potere

Ascolta, dovremo combattere per sempre,
pur sapendo, come già sappiamo, che la paura ci distrugge ?
Ascolta, dovremo abbandonare i nostri bambini ?
Dovremo lasciare ancora le nostre vite che attendono fisse in silenzio, ora…?

Facci comprendere. I tuoi alleati sono stati abbattuti
Loro ci hanno mostrato gli effetti del tuo veleno
Adesso lo conosciamo, rendi loro ciò che hanno fatto a noi,
uccidili, le risa dei loro bimbi ardano all’inferno.

Infuria la violenza,
Il metallo viene impugnato con le armi,
Gli spiriti si infiammano con grida di distruzione
Noi accelleriamo la frenesia della battaglia,
Le nostre urla si alzeranno insieme ai gemiti nell’aria
E si schianteranno al tramonto.
Ma la penna non resterà sempre nelle ali del demonio,
si avvicina l’ora di polverizzare le parole del diavolo.

(SOON)
http://www.youtube.com/watch?v=WybjHMUTFhM

Presto…, all’alba, la luce oltrepasserà
E lenirà questa notte interminabile
E ti aspetterà qui, e chiarirà il motivo per cui noi siamo qui.

Presto…, oh sì! Presto arriverà il momento
…tutto ciò che finora abbiamo fatto per andare avanti
giungerà ad una fine
e ci placheremo,
il nostro cuore si aprirà per comprendere
il motivo per cui siamo qui

molto tempo fa esso era nascosto in un verso di poesia

Presto…, oh sì! Presto la luce permeerà tutto per sempre,
prenderà dimora la giustizia
il sole ci condurrà alla vera ragione
per cui esistiamo su questo mondo

GATES OF DELIRIUM
(from “Relayer” YES 1976)

ciao. alla prossima, fra un po'di settimane su questo thread
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 04:45, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby valentino » 06 Apr 2009, 09:07

la più bella "canzone" degli Yes?......
valentino
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 58
Joined: 12 Nov 2008, 08:50
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby smiroldo » 06 Apr 2009, 09:22

ma per l'amor del cielo [:-j]
smiroldo
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 5566
Joined: 25 Oct 2005, 21:37
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby valentino » 07 Apr 2009, 06:01

in inglese.
non ci vedo nulla di strano...se non la più bella la seconda o la terza.....
Last edited by Hogweed on 07 Apr 2009, 06:25, edited 1 time in total.
valentino
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 58
Joined: 12 Nov 2008, 08:50
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 07 Apr 2009, 08:14

volevo dire..timidamente... che non è che io vada matto per questa ultima suite di Relayer. Soon, l'ultima parte è bella, di facile ascolto. poi la parte lunga (dico banalmente) "movimentata" risente di quelli che per molti sono le ampollosità del gruppo, per altri il loro pregio maggiore.
Mi riservo di ascoltare meglio Gates of Delirium.
OT ma non troppo:
Condivido che ieri mi sono guardato Michael Collins il film e ho trovato una conferma evidente di quanto scritto sul testo di gates of.
Non sarà argomento originale, ma tristemente attendibile circa la ricerca dell'indipendenza degli stati, e il bisogno di mantenere l'equilibrio di potere e tenersi i propri spazi vitali.
Su un'escatologia che abbia buon fine come le favole per i bambini, come Anderson vede e vuole, beh che differenza c'è tra Blowin in the wind e questo testo ? C'è una speranza e una certezza di un riscatto che prima o poi avverrà dela condizione umana.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby smiroldo » 07 Apr 2009, 11:21

quote:
Originally posted by wondering clouds

volevo dire..timidamente... che non è che io vada matto per questa ultima suite di Relayer.


no, no, dillo a voce alta e chiara: è una ciofeca [:D]
nessun yesfan s'offenda, davvero, adoro molte cose degli yes (buona parte di fragile, tutto close, qualcosa di topographic, tutto going, perfino drama)...ma delirium m'ha sempre fatto venire la gonorrea [xx(][xx(][xx(]

come si chiama quell'altra? ah, sound chaser...dio mio, che tortura [xx(][xx(][xx(]
smiroldo
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 5566
Joined: 25 Oct 2005, 21:37
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Hogweed » 07 Apr 2009, 11:37

Sound Chaser è una tortura veramente, l'unica degli Yes che non riesco ad ascoltare fino alla fine...
There's an angel standing in the sun, and he's crying with a loud voice!!!!


Non sarebbe male leggere le FAQ
Hogweed
HONORARY MODERATOR
HONORARY MODERATOR
 
Posts: 5223
Joined: 16 Jan 2007, 11:04
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 15 Apr 2009, 14:59

anche il testo di Sound Chaser è una sfida.

mentre è più semplice il testo di To be over, l'ultimo brano di Relayer.

To Be Over
(Yes “Relayer” 1974)

http://www.youtube.com/watch?v=zqTLDCTOhdo

Noi stiamo navigando lungo tranquille correnti
Andando alla deriva indefinitamente vicino ad un ponte
Finiremo… noi vedremo la nostra fine

Non soffrire per il gioco del divenire
Che sempre sigilla lontano le porte ai tuoi sogni
Pensa che questo gioco finirà
Che il tempo guarirà le tue paure
Pensa che non ci sarà più un giudice sopra i pensieri che nascono dentro di te

La tua anima di fanciullo sogna un viaggio
Per cercare e vedere che sotto ogni luce
veramente si aprono dei sentieri verso la verità

Vai, trasportandoti più vicino, dolcemente
Le porte finora tenute chiuse si apriranno ovunque
Tu girovagherai nei sentieri della verità

Dopo tutto ciò la tua anima si arrenderà di nuovo
Dopo tutto non dubitare che verrà per te
Il momento di essere amato.

To Be Over
(Yes “Relayer” 1974)


P.S. secondo me il testo è anche questo di Anderson...
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 04:47, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 27 Apr 2009, 08:40

A rieccoce cari italiani ITALIANI !(grillo citescion)

sto lavorando sui testi del disco precedente, ma anche questo non è stato facile e resta tuttora criptico, nelle associazioni che Jon Anderson fa tra il Tempo, il Suono e la relazione fondativa dell'amore, non si sa se abbiamo a che fare con un incontro mistico extratemporale o esistenziale con un tu storico.
Sta di fatto che Anderson, come Battiato del resto, abbia sempre trattato questa tematica con voluta ambiguità. Direi che il primo a volte tende più al misticismo esistenzialistico ma anche visionario, avveniristico, mentre il Franco nostro, influenzato dalla culura dell'oriente si inoltri in avventure più meditative e spirituali.


scherzandoci un attimo, su una musica come Sound Chaser qulcosa di dinamico e legato al mondo della fisica doveva pur metterlo...sennò tanto casino, per cosa ??[;)] meglio un tappeto sonoro alla Eno.[:-D]
http://www.youtube.com/watch?v=Zn5pRggtZpc (bravo l'editante)

SOUND CHASER ( Il corridore del suono)
Da YES “Relayer” 1974

Il momento più veloce appena trascorso
Ha prodotto dei segni di modificazione
All’interno del suono
Prendendo forma attraverso la libertà eccitante del ritmo
I moti di bilanciamento e riequilibrio delle stelle influenzano la ns. coscienza
Che è tutta intenta a penetrare lo sguardo nei tuoi occhi

Il tempo che scorre arriverà a fissare questo attimo
Quando si trasfigurerà la nostra essenza
Nuovi incontri producono le scintille di un vero e proprio godimento
I nostri corpi ostacolano le difficoltà
E noi seguiamo la via principale
se arriviamo a contare i nostri giorni
Per arrivare a guardare i tuoi occhi
A fissare il tuo sguardo

Dal momento in cui mi sono steso per raggiungere questo sguardo
Per trattenerlo, ho sentito un suono
e ciò che tocca le nostre anime
Piano piano si diffonde per muoverci alla commozione

E, per me, sapere che il tempo andrà avanti,
perso nell’estasi delle danze
Anche se il ritmo dovesse cambiare
Se lo vorrò, solo io arriverò a guardare i tuoi occhi


SOUND CHASER ( Il corridore del suono)
Da YES “Relayer” 1974

alla prossima.
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 04:49, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 30 Apr 2009, 10:35

ho saltato per il momento a piè pari "tales from..." voglio prima ascoltarlo.
Perciò passo prima al riconosciuto masterpiece del gruppo: Close to the Edge. targato 1972.

Devo dire che qui i ns. aspiranti poeti erano più difficoltosi da poter rivelare il senso compiuto di quello che dicevano in mezzo alla suite. Ci ho impiegato parecchio...
e a tutt'ora ho qualche perplessità.
Al confronto Iltema di Gates of Delirium sembra un raccontino semplice e lineare.
Siamo sempre all'interno di una ripercezione della realtà, una rinascita interiore a cui ci invita Anderson e Howe, spesso casuale, spesso legata a circostanze inusitate.

sull' I get up I get down ho pensato a diverse riletture e nessuna mi soddisfa appieno, lascio a chi è appassionato qualche dritta.
Intanto vi propongo la prima parte della suite

Solid time of change

CLOSE TO THE EDGE (Yes 1972)
(vicino al baratro)

1 .Solid Time of Change (Jon Anderson, S.Howe)

Il Tempo Solenne del Cambiamento

Una vecchia strega ha potuto chiamarti
dalle profondità della tua disgrazia
E riordinare il tuo modo di vivere
In uno stato di grazia di salute spirituale
E ha saputo ottenerlo velocemente
con una musica che proveniva da lontano.
Quindi ha raccolto i frutti da un uomo,come te,
ricordato mentre perdeva tutto contro il tempo,
che non valutava più le cose da alcun punto di vista,
e viveva solo un attimo per volta.
Una goccia di rugiada può esaltarci come la musica del sole.
Può spostare del tutto il piano su cui stiamo camminando
E farci scegliere consapevolmente la rotta che stiamo percorrendo

Vicino al limite, appena girato l’angolo
Non andare sempre dritto
Non tirare sempre avanti
Vicino al ciglio, presso un fiume
Non andare sempre avanti

Attraversai la linea di questa consapevolezza
Durante i cambiamenti estivi
Fermandomi a osservare i colori del cielo
Passai un periodo
vestendomi al mattino più presto di quanto si usa fare
Abbandonando tutto il tempo in cui avrei dovuto avere preoccupazioni
Lasciando dietro di me, lontano, tutti i cambiamenti
Noi lasciamo cadere le tensioni
solo per trovare il nome di chi ce le procura.

Quasi alla fine, dietro ad un angolo
Vicino all’estremità, al limite, presso le sponde di un fiume
Le stagioni trascorreranno accanto a te,
io oscillo tra il sublime e l'abisso
ma ora tutto è finito, compiuto
adesso tu ti sei ritrovato, stai compiendoti...
CLOSE TO THE EDGE (Yes 1972)
1 .Solid Time of Change (Anderson, .Howe)

http://www.youtube.com/watch?v=3eFyevOrnAc (non c'era molto in giro, meglio comprare il cd)

sono gradite idee di interpretazione, suggerimenti critici costruttivi etccc. chi vuole, ovvio[:D]
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 04:57, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Duke of Mar » 30 Apr 2009, 11:39

Ancora grazie per il tuo lavoro! [8D][;)]
"Ripples never come back"

"Tutti noi duri, in fondo, siamo sentimentali senza speranza" Raymond Chandler
User avatar
Duke of Mar
Lamb
Lamb
 
Posts: 9951
Joined: 31 Oct 2005, 15:20
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Duke59 » 30 Apr 2009, 12:05

Provando tempo fa a tradurre "Close to the edge" per

"I get up , I get down"

avevo pensato a una cosa tipo

"a volte al settimo cielo, altre volte depresso"
Il tifo (calcistico, musicale, politico, religioso)
è ... una MALATTIA DISTRUTTIVA.


(Io)
Duke59
Lamb
Lamb
 
Posts: 1096
Joined: 28 Oct 2005, 16:26
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 30 Apr 2009, 14:12

grazie ragassi. devo ammetterlo. ho bisogno del vs. sostegno per andare avanti, anche se lo faccio principalmente per passione e mi piace farlo. Ma raccontarlo a me stesso è come fare narciso che si specchiò nell'acqua e si tuffò innamorato della sua immagine.
non ne uscì vivo.
visto che l'autogratificazione non è sufficiente, e i soldi non si prendono, bisogna che ci sia un pubblico di consenzienti...
questo il destino del lavoro intellettuale e artisticheggiante per i talenti medi in questa euroepoca...
grazie ancora...[:)]
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Duke of Mar » 30 Apr 2009, 15:21

Ti confesso che ho sempre sottovalutato l'aspetto lirico degli Yes (eufemismo... [:D]). Grazie al tuo lavoro, sto colmando la lacuna... [;)]
"Ripples never come back"

"Tutti noi duri, in fondo, siamo sentimentali senza speranza" Raymond Chandler
User avatar
Duke of Mar
Lamb
Lamb
 
Posts: 9951
Joined: 31 Oct 2005, 15:20
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby harlequin » 30 Apr 2009, 16:52

Complimenti per il lavoro. Il mio modesto parere è pero' che molto spesso Anderson metta insieme dei versi piu per il loro suono, per la loro musicalità, che per il significato delle parole;
Turn of the century è una bellissima eccezione.
harlequin
Lamb
Lamb
 
Posts: 2187
Joined: 25 May 2007, 05:55
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Dalex_61 » 01 May 2009, 08:12

I gruppi migliori non hanno mai considerato i testi come parenti poveri della musica. Wondering Clouds ci sta permettendo di approfondire questo aspetto a proposito degli Yes. Grazie! [:)]

Aggiungo un complimento particolare per la traduzione della prima parte del capolavoro "Close to The Edge". Non era per niente facile. Alcune soluzioni sono geniali. Bravissimo! [:)]
Last edited by Dalex_61 on 01 May 2009, 08:17, edited 1 time in total.
User avatar
Dalex_61
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 3454
Joined: 21 Jun 2006, 14:48
Location: Pompei - NA - Italia

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 06 May 2009, 16:28

spezzo una freccia per harlequin. a volte bisogna inventare per dare coerenza.

Guardate ora l'aquila siberiana Khatru, come passa da una figura animale ad un simbolo magico e sovrannaturale, vicino alla sensibilità dei sassoni.

http://www.youtube.com/watch?v=J2Kcs4Xmb8k

SIBERIAN KHATRU (da Close to the Edge YES 1972)

Canta, uccello predatore
La bellezza ti appartiene in tutto te stesso
Credi al tuo valore.
Hai artigli dorati che squarciano il cielo distante dall’uomo
Finchè non arrivano alla cima
Anche la Siberia è attraversata dai suoi voli
Lei si distende e si solleva in volo
Vola presso le finestre dei villaggi

E un fiume che rompe gli argini

Lascia indietro il mattino che sta per sorgere all’orizzonte
Dalla coda blu, dai grandi voli caudali

È come un fiume che scorre proprio lungo i miei pensieri

Come è il suo canto ?
Chi ha con sé l’anello del suo regno ?
Lascialo tintinnare e la vedrai arrivare
È un re che regna nel freddo

Tiene con sé tutti i tuoi segreti
Che la spingono ad alzarsi in volo

Anche la Siberia è attraversata dai suoi voli
Lei si distende e si solleva in volo
Vola presso le finestre dei villaggi

E un fiume che rompe gli argini
Lascia indietro il mattino che sta per sorgere all’orizzonte
Dalla coda blu, dai grandi voli caudali

Un fiume che trabocca dai suoi argini, un fiume.

Come Lutero, nella sua epoca

Vola e la vedi alla finestra
Mentre lascia indietro il mattino che sorge all’alba

È un luogo accogliente

è una torre che veglia

Le foglie della primavera
rivelano la natura del suo cuore,
si chiama Khatru, dagli artigli dorati
che squarciano il cielo, distante dall’uomo,
fintanto che non arriva alla cima.
è un re che regna nel freddo

un segno di protezione
per tutte le donne che amano cantare,
così la spingono ad alzarsi in volo

è un fiume che scorre proprio lungo i miei pensieri
un fiume che rompe gli argini

dalla coda azzurra, dai voli caudali,
come Lutero ai suoi tempi

guardiana del sole, che si interessa a noi,
provvidente, amorosa,

d’estate scende a valle, vola veloce
quando è tempo di cambiamenti,

ha il cuore d’oro, parte, lascia tutto per noi,

ha l’animo sollecito, una rinnovatrice

cristiana, rivoluzionaria,

invocata, salvatrice

un varco verso la luna, una scalatrice

un’acrobata del volo, come un aliante

SIBERIAN KHATRU
(da Close to the Edge YES 1972)
Last edited by wondering clouds on 13 Jun 2009, 07:53, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 17 May 2009, 06:10

tornando alla seconda sezione di Close to the Edge, Total mass retain, c'è da restare perplessi, perchè molti pensieri non sono legati tra loro.
Tuttavia c'è una continuità di senso globale con la prima parte. E il significato di close to the edge (il titolo) ve lo propongo la prox volta.
Il cambiamento esistenziale personale cmq porta con sè, ugualmente, il peso degli eterni interrogativi del vivere, delle contraddizioni, di ciò che nonsi capisce. Gli uomini vengono paragonati a vittime, poi si ritorna sul quotidiano.. la persona che si perde ni problemi viene richiamata a ritornare su se stessa.
E dietro e dentro di sè ritrova la stessa umanità dei popoli che l'hanno preceduta....

CLOSE TO THE EDGE
2. TOTAL MASS RETAIN (J. Anderson, C. Squire)
il ricordo di un’intera generazione

Il mio sguardo si pose, eclissò assieme
ad una nuova stagione lunare
vissuta con amore
Questo amore mutò come quando venne messo alla prova
con un’evidente manna piovuta dal cielo
io misi in croce il mio odio
e trattenni le parole tra le mie mani
Vedo te, il tempo, la logica, o le ragioni che non capiamo

Un penoso coraggio condusse le vittime a resistere ancora
nonostante tutto per vedere,
quando dei carri semoventi si avvicinavano per dominare il mare
Là vedremo le leggi , ciò che si doveva fare, o le ragioni che abbiamo capito

Giù del pendio, presso un fiume
Vicino all’estremo, attorno ad un angolo
Quasi alla fine, lungo un angolo
Sotto al pendio, di presso al fiume

Problemi che sorgono improvvisi non dovrebbero portarci via
Il ricordo di ciò che ci ha fatto trasalire
Dopotutto, il viaggio ti porta ovunque
Come in disparte da ogni realtà che hai già vissuto e conosciuto
Tu ti perdi a risolvere i problemi solo per ingannare un ricordo,
ma, percorrendo i sentieri che si arrampicano a dirimpetto di uno strapiombo,
quando li attraversiamo da una parte all’altra
noi sentiamo gli echi dell’eredità di un popolo intero

Sotto al margine, girato l’angolo
Vicino alla fine, presso un fiume
Le stagioni ti scorreranno accanto
Io oscillo tra l’ascesi e l’abisso

dalla suite CLOSE TO THE EDGE 1972 THE YES
2. TOTAL MASS RETAIN (J. Anderson, C. Squire)

pensavo a quel I get up I get down e mi immagino un Anderson alla disperata ed entusistica ricerca del "bandolo della matassa"..giorno per giorno
Last edited by wondering clouds on 17 May 2009, 06:14, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby theknife » 17 May 2009, 14:28

Complimenti davvero e grazie[:)]...solo una cosa[I8)]: sound chaser significa insguitore del suono[;)]
Tell me my life is about to begin, tell me that I am a hero, promise me all of your violent dreams light up your body with anger
theknife
Lamb
Lamb
 
Posts: 2470
Joined: 14 Feb 2008, 11:08
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 18 May 2009, 06:42

grazie knife. ( hai notizie se i tangerine dream fanno un salto in italia?)

concludo la trad.ne di close to the edge. terza parte: una giovane donna sembra la femminilizzazione di una figura capro espiatorio dei mali dell'umanità (una sorta di fata turchina di bennato in burattino senza fili, o di cristo in croce). Si vede esplicitamente l'autore in crisi di comprensione del Senso delle cose. ma non mi sembra ben scritta questa parte.
L'ultima parte, la quarta, procede per aforismi, e fa pensare l tema dell'eterno ritorno dei problemi di ogni uomo passato per questa terra. E qui ritorna la tematica principale.
gli entusiasmi del nuovo, fanno ripensare all'autore che non c'è niente di nuovo, che non sia già stato vissuto da altri. Viene in mente il Qoelet biblico.

CLOSE TO THE EDGE (Yes 1972)
(vicino al baratro)

3. I GET UP I GET DOWN
(Anderson, Howe)
nel suo bianco candore
puoi vedere chiaramente il triste sguardo della donna
mentre dice che si prenderebbe la responsabilità
di mettere in croce il proprio potere

io mi elevo e mi deprimo
la mia vita si innalza e si schiaccia

due milioni di persone a malapena soddisfatte
duecento donne guardano una donna gridare, troppo tardi
lo sguardo dell’onestà può ottenere qualcosa ?
quanti milioni di persone inganniamo ogni giorno ?

la mia vita va su e giù

c’è qualcuno di responsabile che si prenda carico di me ?
rifletto alla cieca e devo dire che conosco la strada giusta ?
La verità è scritta lungo le pagine di un libro
Quanti anni compirò prima che possa avere l’ età giusta per te ?

la mia vita va su e giù
io mi elevo e mi deprimo
La mia vita oscilla tra l’ascesi e l’abisso

CLOSE TO THE EDGE (Yes 1972)
(vicino al baratro)
4. SEASONS OF MAN
le Stagioni dell’Uomo

Il tempo racchiuso tra le note della musica
È collegato al colore delle emozioni degli eventi
Un’abitudine costante al successo disorienta l’uomo, così sembra
E lo spazio di tempo necessario a cogliere l’obiettivo principale
Accresce la conoscenza dell’amore
Anche se la musica e il divenire possono modificare il tempo
L’antica forza di coesione di un popolo resiste su ogni tempesta

Poi vidi l’uomo che mostrava il suo braccio distendendolo nell’aria
Lo volteggiava attorno a sé e lo puntò, mostrando il percorso della razza umana
Io scossi la testa e sorrisi bisbigliando
Che conoscevo già tutto della direzione verso cui volgeva
Dall’alto della collina noi guardiamo il silenzio della valle
Ho portato come prova le epoche passate una volta vissute
E arriviamo al presente con gesta già compiute

Appresso al baratro, vicino al fiume
Quasi alla fine, girando l’angolo
Le stagioni ti scorreranno accanto
Ora ecco che tutto è finito e compiuto
Chiamato dalle origini, diretto verso il sole
Ecco tu ora ti sei trovato
Tu sei compiuto
Le stagioni ti scorreranno accanto

la mia vita oscilla tra il sublime e l’abisso

end of CLOSE TO THE EDGE (YES 1972)

http://www.youtube.com/watch?v=blOFLmH3uPI

per concludere, con questo lungo brano Anderson e soci ci vogliono "comunicare" che il percorso di ascesi interiore, di illuminazione si compie, ma esso non si trova dinanzi. davanti allo sguardo di ciascuno.
Bisogna fermarsi vicino ad un fiume, dietro l'angolo, di poco presso ad un baratro.

ossia close to the edge down by a river round by a corner e il lungo andare di ognuno di noi, questo ns. oscillare tra il su e il giù "I get up I get down" probabilmente testimonia la difficoltosa ricerca di mantenere viva la ns. radice, la ns. essenza profonda, per non perderla dietro al mutare indecifrabile di ogni nostra giornata.

Spero di esservi stato utile. io mi son divertito.[:p]
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 05:01, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby theknife » 18 May 2009, 14:37

piccolo grande OT a richiesta di Wondering Cluds:
Niente Italia ma in realta niene tour solo i seguenti appuntamenti in Germania , Japan e Francia e poi nel 2010...

LONDON 1st APRIL 2010

TANGERINE DREAM LIVE IN LONDON - ROYAL ALBERT HALL

"ZEITGEIST CONCERT"

In April 1975 TD played the Royal Albert Hall in London for the first time.
Now it's going to be the 35th Anniversary in April 2010.
In April 1970 TD released their first long-play album ever.
This makes a 40th Anniversary in April 2010.

So why not celebrating both events with one of the most outstanding live concerts TD has ever given!? This event will be for you loyal, smart, intelligent folks from all over the world:

Tickets will go on sale in about two weeks.
More to come shortly.


__________________________________________________________________

2009-03-30
LIVE PERFORMANCES IN 2009

PARIS 12th SEPT 2009

TANGERINE DREAM LIVE IN PARIS

"ROCKING MOON & ROLLING STARS"

We will perform a great show including lasers and some brand-new tracks.

When: 12th SEPTEMBER 2009 (Saturday)
Where: OLYMPIA
Time: 8 p.m.

Tickets
(just scroll down the site):

OLYMPIAHALL.COM



__________________________________________________________________

2009-03-22
LIVE PERFORMANCES IN 2009

IZU (JAPAN) 5th SEPT 2009

TANGERINE DREAM IN JAPAN
on the occasion of the FESTIVAL "METAMORPHOSE'09"
METAMORPHOSE_09....

Where: Peninsula IZU, Cycle Sports Center - OPEN AIR (south west from Tokyo)
When: 5th September 2009 (Saturday)
MORE DETAILS WILL FOLLOW IN APRIL.

____________________
RAFFLE for our TDOC Club Members
Do you like to fly to Japan?
Our next raffle in the TDOC FAN CLUB will offer the winner of the first prize
A FLIGHT TO JAPAN.
But what for?

Enjoying a great Tangerine Dream Concert on 5th September 2009 at the internationally known and cutting-edge METAMORPHOSE'09 Festival, the biggest ELECTRONIC FESTIVAL in Japan on the peninsula IZU (south west from Tokyo). The event location is situated within the huge open-air Cycle Sports Center, a fantastic amusement park based around bicycles.

More details on the performance itself, ticket sales, other bands on the event, the raffle etc. coming soon.

___________________________________________________________



NORTHEIM 29 AUG 2009

"TANGERINE DREAM - ROCKING SILVER SKY"
on the occasion of the FESTIVAL "FROM EARTH TO UNIVERSE"

Where: WALDBÜHNE NORTHEIM - OPEN AIR
(close to Hanover and the Harz mountains)
When: 29th August 2009 (Saturday)
(festival doors open from 3 p.m., TD performing from 09.30 pm)
Other well-known bands: TEN YEARS AFTER, Martin Turner's WISHBONE ASH, NEKTAR & NOETICS

We are happy to announce this OPEN AIR CONCERT together with a great LASERSHOW and many more musical delicacies. The WALDBÜHNE NORTHEIM is one of the most beautiful open air stages in Germany directly situated
in the forest and disposes of fantastic acoustics. Tangerine Dream - headlining the festival - got invited rather spontaneously to this great event and we are pleased to perform the last summer weekend in August 2009 - two days in a row - for you (Sunday, 30 Aug in Berlin).
Tell me my life is about to begin, tell me that I am a hero, promise me all of your violent dreams light up your body with anger
theknife
Lamb
Lamb
 
Posts: 2470
Joined: 14 Feb 2008, 11:08
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 13 Jun 2009, 07:48

come ilvecchio vino migliora con gli anni...ecco il prossimo pesso
ritorna la tematica del cambiamento amoroso alla Alberoni, lo stato nascente, ambigua come in Battiato con squarci naturalistici.
qualche mia forzatura non vuole alterare il senso del brano che si riproporrà anche negli anni a seguire.
Poi il pezzo è un classico, in questo video anche ben editato

http://www.youtube.com/watch?v=byeSPOIffVE
http://www.youtube.com/watch?v=EvNiLcFyGrM (live version)
FRAGILE (YES 1972)

Roundabout (J. Anderson, S. Howe)

Il punto di svolta

Io sarò il tuo punto di svolta
Le mie parole te lo faranno capire
Il giorno in cui tu cambierai il tuo modo di vivere
Sarà come un mattino che si affaccia tra i suoni dell’aria lungo tutta la valle

Le muse cantano e danzano
Loro fanno veramente divertire i bambini con grandi girotondi
Il giorno in cui io sceglierò la tua via
Sarà un mattino che sorge nel suono del vento lungo la valle

Nello specchio che si estende su tutto il lago
Le montagne sembrano scaturire dal cielo e rimanere immobili
Noi saremo lì, un miglio oltre il lago
E ci incontreremo
Per dieci estati noi staremo lì, rideremo
Potrai vedere il mio amore per te: io sarò lì con te
Mi ricorderò di te
Il tuo profilo si stenderà per colmare la nostra distanza
Sentiremo l’atmosfera del mattino che sorge nei mormorii
Del vento e lungo la valle

Tra le nuvole alla deriva nel cielo
L’aquila va cacciando in basso nella valle
Il marinaio scorge il lembo della terra
Mentre ascolta il mormorio del vento
Le ali danzanti dell’aquila volteggiano,
come il tempo gira attorno alle lancette dell’orologio
avvicinati, difendi i tuoi spazi vitali
non sentirti più inutile di un granello di sabbia
noi esistiamo per perdere tutto il tempo
dalle nostre mani in mille risposte diverse

io sarò come un cerchio che ti circonda
le mie parole te lo faranno capire
Nello specchio che si estende su tutto il lago
Le montagne sembrano scaturire dal cielo e rimanere immobili
Noi saremo lì, un miglio oltre il lago
E ci vedremo
Per dieci estati noi staremo lì, rideremo
Potrai vedere il mio amore per te: io sarò lì con te
Mi ricorderò di te
Il tuo profilo si stenderà per colmare la nostra distanza
Sentiremo l’atmosfera del mattino che sorge nei mormorii
Del vento e lungo la valle

Io sarò il tuo punto di svolta
Le mie parole te lo faranno capire
Il giorno in cui io percorrerò la tua strada
Sarà un mattino che , nei suoni del vento, sorgerà
Lungo tutta la valle

Nello specchio che si estende su tutto il lago
Le montagne sembrano scaturire dal cielo e rimanere immobili
Noi saremo lì, un miglio oltre il lago
E ci incontreremo
Per dieci estati noi staremo lì, rideremo
Potrai vedere il mio amore per te: io sarò lì con te
Mi ricorderò di te
Il tuo profilo si stenderà per colmare la nostra distanza
Sentiremo l’atmosfera del mattino che sorge nei mormorii
Del vento e lungo la valle

Roundabout (J. Anderson, S. Howe)
Da “FRAGILE” (YES 1972)


questo non - video ha una versione musicale più bella per me

http://www.youtube.com/watch?v=uRLbaSv2cFE
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 05:18, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 24 Jun 2009, 07:50

questo altro testo da Fragile si perde più in una descrizione naturalistica.
Mi fa pensare ad una spedizione al polo nord che fallisce alla fine...

forse Fragile si riferisce alla condizione di fragilità umana ?
in questo testo si potrebbe intuire solo alla fine...

http://www.youtube.com/watch?v=vLM-fwEFVcU

SOUTH SIDE OF THE SKY
Da “FRAGILE” (YES 1972)

Stavamo attraversando un fiume e una montagna
La luce del sole nelle montagne talora si disperdeva
Attorno alla parte bassa del cielo, era così freddo
Che ci lamentavamo di non aver mai avuto così tanto freddo
Come quel giorno
Lungo come un milione di miglia e oltre
Sembrava non finire più

Quello che si agitava davanti a noi era il mio amico,
era solo a gridarci che avremmo potuto stenderci
più in basso, da qualche parte,
e riposare per tutto il giorno
sentendo il freddo lungo la via
ci stavamo congelando sempre di più quel giorno
lungo un milione di miglia e oltre
sembrava un’eternità

I momenti parevano disperdersi lungo tutto il sibilo
di una tormenta di neve…
una voce seducente pareva chiamare dal caldo del cielo
dal calore che senti quando stai per morire
noi avevamo sempre più caldo quel giorno
per oltre un milione di miglia
sembrava fossimo così da un’eternità

La luce del sole nelle montagne talvolta si disperde
il fiume può straripare dai suoi argini
e il calore può sciogliersi nel cielo se senti di morire
noi avevamo sempre più caldo quel giorno
per un milione di miglia
noi sembravamo quasi bruciare tutti da un’eternità

SOUTH SIDE OF THE SKY
Da “FRAGILE” (YES 1972)
Last edited by wondering clouds on 15 Sep 2009, 04:58, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby doc.prog » 25 Jun 2009, 05:09

apprezzo tantissimo il tuo lavoro [;)][;)]

ma è solo impressione mia o i testi degli yes sono leggermente inconsistenti (ed in alcuni casi francamente ingenui)??

[:0][:0]
The maelstrom of my memory is a vampire and it feeds on me now, staggering madly, over the brink I fall.

http://www.youtube.com/watch?v=U7bqxuKQ ... ed#t=2m45s
doc.prog
England Seller
England Seller
 
Posts: 626
Joined: 02 Jun 2009, 11:46
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 25 Jun 2009, 06:15

inconsistenti, non saprei. sto esplorando. Tornando indietro nei primi album sembra che le tematiche riproposte su Fragile erano più flebili.
Ingenui: dipende, dai punti di vista. Visionari direi, con una religiosità per me interessante...
ho iniziato 'sta cosa perchè proprio i testi di going for the one, tormato e relayer mi sono semplicemente piaciuti e mi hanno intrigato assai e così vado avanti.
una cosa la devo dire. Relayer, nonostante vari riascolti, se fossi stato il produttore, avrei dato una serie decisa di sfoltite agli eccessi di invenzioni melodiche troppo strampalate. Troppo pesante, troppe cose inutili. Insomma, a parte to be over e Soon, musicalmente avrei tagliato intere sezioni delle due suite, per alleggerirle.
come al solito , i miei gusti personali.
Mi sto avvicinando a Tales from topographic.. (il concept più ambizioso) e ascoltando Revelation of God, anche lì qualche piccolo deciso ritaglio sulle musiche, però non mi dispiace, affatto. la musica.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby doc.prog » 25 Jun 2009, 06:30

degli yes possiedo solo Fragile e Close to the edge (oltre ad uno dei primissimi, adesso non ricordo il nome[I8)]) c'è qualche altro che valga la pena ascoltare o sono tutti (come temo) un po' troppo pomposi ?
The maelstrom of my memory is a vampire and it feeds on me now, staggering madly, over the brink I fall.

http://www.youtube.com/watch?v=U7bqxuKQ ... ed#t=2m45s
doc.prog
England Seller
England Seller
 
Posts: 626
Joined: 02 Jun 2009, 11:46
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby smiroldo » 25 Jun 2009, 06:37

dipende. se ti piacciono fragile e close, potrebbero piacerti anche yes album e going for the one. se i due che hai non ti entusiasmano, io mi fermerei lì...[;)]
smiroldo
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 5566
Joined: 25 Oct 2005, 21:37
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby doc.prog » 25 Jun 2009, 07:15

yes album lo conosco e non mi ispira più di tanto (non è quello di starship trooper?).

l'altro è x me totalmente sconosciuto !
The maelstrom of my memory is a vampire and it feeds on me now, staggering madly, over the brink I fall.

http://www.youtube.com/watch?v=U7bqxuKQ ... ed#t=2m45s
doc.prog
England Seller
England Seller
 
Posts: 626
Joined: 02 Jun 2009, 11:46
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Behind the cage » 29 Jun 2009, 07:02

quote:
Originally posted by smiroldo

dipende. se ti piacciono fragile e close, potrebbero piacerti anche yes album e going for the one.


[^] concordo in pieno
Splendidi, in particolare Going for the one, album magari un poco sottovalutato da chi conosce solo Fragile e Close, ma per me forse ancora migliore di questi ... anche solo per sentire Awaken, che personalmente ritengo il loro capolavoro (soprattutto live)

P.S. grazie per la traduzione di South side of the sky, altro pezzo ripreso dal vivo negli anni 2000 e migliorato rispetto alla versione in studio
I wandered lonely as a cloud
Behind the cage
Foxtrotter
Foxtrotter
 
Posts: 224
Joined: 14 Nov 2008, 09:04
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby smiroldo » 29 Jun 2009, 08:12

quote:
Originally posted by Behind the cage

in particolare Going for the one, album magari un poco sottovalutato da chi conosce solo Fragile e Close, ma per me forse ancora migliore di questi ... anche solo per sentire Awaken, che personalmente ritengo il loro capolavoro

superquotone [^]
smiroldo
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 5566
Joined: 25 Oct 2005, 21:37
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby theknife » 29 Jun 2009, 12:01

Gli Yes , come del resto i Genesis, hanno prodotto cose pazzesche tra il 70 ed il 77: Yes Album - Fragile - Close to the Edge
Tales from Topographic Oceans (seppur un macigno) - Relayer (un pò troppo pesantino e poi senza Rick) - Going for the One (Awaken Turn of the Century e Wonderous Stories su tutto)...
Poi hanno "solo" avuto successo planetario....
tristemente dl grande pubblico verranno ricordati per Owner of a Lonely heart come i Genesis per IT anche se la prima è decisamente un capolavoro rispetto alla seconda...
Last edited by theknife on 29 Jun 2009, 12:02, edited 1 time in total.
Tell me my life is about to begin, tell me that I am a hero, promise me all of your violent dreams light up your body with anger
theknife
Lamb
Lamb
 
Posts: 2470
Joined: 14 Feb 2008, 11:08
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 22 Aug 2009, 10:51

mi è tornato il "boresso".
Jon, rialzati e cammina per noi.
Termino la traduzione di Close to the edge con la suite della 2° facciata

versione di più ampio respiro del supergruppo, recente del 2003:

http://www.youtube.com/watch?v=7fi-sUOM8io

AND YOU AND I ( 1972 “THE YES” da “CLOSE TO THE EDGE”)
1) Cord of Life
Legami di vita
Un uomo comprese tutte le risposte in un attimo durante un sogno:
i fiori crescevano giorno dopo giorno, percepivano tutto intorno a sé
come radici, poste per mirare ad uno scopo,
si rinvigorivano e osservavano in noi due assieme una comune gestualità
erano come curiosi di osservare come ebbe inizio la nostra vita a due
I fiori si mossero appena per affacciarsi sul mare e lo spazio tra essi si allargò

Nello scorrere del tempo l’Emozione, nel suo bisogno di mostrare tutte le possibili espressioni,si rivelò come una vergine dell’oceano
Intenta ad osservare come iniziò la nostra vita insieme

Le ricchezze e le preoccupazioni si fanno avanti
Un sarto intento al suo lavoro di ricamo
Non conoscerà mai il loro inutile accumularsi
Egli mostra ogni mattina i suoi progressi
Compiuti nelle cuciture intessute l’una dietro l’altra..
Ma I legami vitali si sono rotti
Tutti vengono lasciati morire
Rivelati di nuovo da una porta che si chiude
E sigillati dentro madre terra
Porre fine ad una storia, a tutto un interesse dimostrato in una vita

Ma loro non nasconderanno il loro legame, lo terranno vivo
Non te lo diranno ma se lo scambieranno l’un l’altro.
E al cenno del tempo stabilito
che permetterà che tu salga
ad osservare il mondo
A guardare tutto del mondo
Vedrai noi che passiamo via
Io e te che saliamo dal mare verso la collina
Tu ed io che abbiamo steso le nostre mani
per cogliere le ragioni per cui ci siamo cercati



Tu ed Io
2)Eclissi

Giungendo rapidamente ad esprimere tutte le sue possibili espressioni
L’Emozione si rivelò come una vergine dell’oceano
Non appena osservava un gesto e lo riscopriva uguale in entrambi
Essa era tutta assorta nel cogliere il segreto che ci univa

Tu ed Io
3) Il predicatore e il maestro


Un triste pastore potè aprire la porta colorata del tempo
Un maestro mediocre era lì solo per ricordarsi una poesia
Non ci sarà nessun nemico mutevole che noi dovremo identificare,
gli ideali poltici moriranno come tristi spogli.e
Si diffondono degli aromi lontano finchè non iniziano a pervaderti
Io ascoltavo a fatica ma non potevo vedere che
Il ritmo della vita cambiava fuori e dentro di me
Il pastore fece di tutto per far dimenticare il suo nome
Il maestro viaggia, cercando di vedere sempre le stesse cose
Alla fine saremo concordi, accetteremo, immortaleremo
Il fatto che la verità dell’uomo matura dinanzi al suo sguardo tutto intento
Nel cogliere come ebbe inizio la mia vita assieme a te

Giungendo rapidamente ad esprimere tutte le sue possibili espressioni
L’Emozione si rivelò come una vergine dell’oceano
Un futuro più luminoso, un giorno , una sera una notte con te

Tu ed Io
4) Apocalisse

Tu ed io saliamo, attraversando i colori del mattino
Tu ed io raggiungiamo il sole lugo il fiume
Tu ed io saliamo, più liberi, verso ciò che vive
Tu ed io ci chiamiamo sopra le valli di mari infiniti


AND YOU AND I
(“THE YES” da “CLOSE TO THE EDGE” 1972 )


non è stato niente facile, ancora. Difatti avevo deciso di smettere. ma poi...
Qualche nota a margine: si coglie l'aspetto cosmico e stilnovistico del rapporto amoroso che sembra la matrice fondativa dell'esistenza umana.
tema che mi pare ormai continuo nei testi del Ns. Mi piace la personificazione delle emozioni in una sirena (molto celtico) e le figure del sarto, del maestro e del prete, tutte metafore di un modo di vivere che cercano a loro modo una strada.
Il mistero profondo del legame dell'amore tra uomo e donna.
Ma Anderson è sposato o single ? Sembra una caricatura del dante/beatrice ai gg della musica della cultura giovanile...[:D]
Last edited by wondering clouds on 14 Sep 2009, 17:04, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby marcoleodori » 22 Aug 2009, 12:12

Grazie wondering clouds per il tuo prezioso lavoro!
E grazie anche per il fatto che lo condividi con noi. In un periodo in cui il caldo eccessivo ha portato la maggior parte di noi a non scrivere o, peggio ancora, a scrivere cose inutili... non posso che applaudire la tua iniziativa ed il primo topic utile dopo non so quanto tempo sul Forum... [:)][:)][;)]...
E sarà la prima che incontri per strada,
che tu coprirai d'oro
per un bacio mai dato,
per un amore nuovo...
marcoleodori
Lamb
Lamb
 
Posts: 3902
Joined: 31 May 2007, 05:51
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 22 Aug 2009, 14:15

e di che ? E' un onore per me potermi esprimere qui dentro. finchè dura.
La politica non è mai stato un ostacolo, ma solo un passatempo da bar...mi sento molto inutile al riguardo e quindi di riflesso essa (in italia e chissà, forse anche nel resto del mondo) lo è per me.
Non ho intenzione di rovinarmi più l'esistenza per discussioni virtuali appunto, che cambiano assai poco la mia quotidianeità. Preferisco pensare alle cose belle e riflettere senza accanirmi su quelle brutte...
Last edited by wondering clouds on 22 Aug 2009, 14:24, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby marcoleodori » 22 Aug 2009, 15:02

Sono perfettamente d'accordo con te e mi tengo ad opportuna distanza dalle polemiche... Ho avuto un battibecco con un altro iscritto al Forum in tempi recenti e mi dispiace molto per come sono andate le cose. Ho promesso a me stesso di non partecipare più a discussioni che non riguardino la musica o, perlomeno, evitare la politica che è una materia notoriamente difficile da affrontare e gestire...
E sarà la prima che incontri per strada,
che tu coprirai d'oro
per un bacio mai dato,
per un amore nuovo...
marcoleodori
Lamb
Lamb
 
Posts: 3902
Joined: 31 May 2007, 05:51
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 14 Sep 2009, 15:31

carissimi "progrettari".

lascio indietro Fragile, per dedicarmi a "the Yes album" 1971
il brano tradotto è Perpetual Change.
Testo sicuramente di Anderson, per i riferimenti cosmici e e filosofici.
Interessante a mio parere la riflessione sul senso di controllo delle cose di cui ci sentiamo protagonisti e la sfuggevolezza del divenire, che ci induce a pensare di essere in balia del domani.
Pienamente novecentesca come riflessione, su molti piani. Froid, nicce etc... a voi il testo

THE YES ALBUM ( 1971)
Perpetual change
Il continuo divenire

Vedo la nebbia gelida nella notte
E guardo le colline che si stendono alla mia vista
Io osservo tutto nei piccoli particolari
L’esterno dall’interno, l’interno dal di fuori, ogni giorno

Il sole può riscaldare l’alba più fredda
E risvegliare la vita in un prato all’inglese
Lo imparo sempre ogni singolo giorno
Dal di dentro e dal di fuori, sotto ogni aspetto

“Ecco fatto, sei soddisfatto di questo
Sei sicuro che il sole è una stella fissa
Ma tu vedrai ragazzo che ciò che splende davanti a me è un’illusione
Poi sostieni che terremo nelle nostre mani
Ogni attimo di ogni nostra giornata
Quando invece ciò che scoprirai
È che un nucleo essenziale dal profondo controlla me e te insieme”

Un aspetto peculiare che io credo mi appartenga è questo,
come uno dei molti aspetti di me
quando la verità è confusa, io la riordino
in tutti i suoi aspetti, dentro e fuori, nel suo continuo mutare

Ed ecco, diciamo di possedere la luna e che raggiungeremo le stelle
mentre ciò che vedi è vicino ad un collasso
Che coinvolgerà me e te
E tu pensi di resistere
Dici che abbiamo tutto il mondo nelle nostre mani
Mentre scoprirai nel profondo
Che il mondo sta controllandoci entrambi
Vedrai il continuo mutare degli eventi

“Ecco fatto, sei soddisfatto di questo:
Sei sicuro che il sole è una stella fissa
Ma tu vedrai ragazzo che ciò che splende davanti a me è un’illusione
Sostieni che terremo nelle nostre mani
Ogni attimo di ogni nostra giornata
Invece ciò che scoprirai
È che un nucleo essenziale profondo controlla me e te insieme”
Quando la nebbia e il sole ti sembreranno la stessa cosa indistinta
Noi appariremo come pedine nel loro gioco
Essi si muoveranno per dar vita al giorno
In tutti i suoi aspetti, internamente, dall’esterno…


http://www.youtube.com/watch?v=-0FERZAaSMg
il video riprende la versione originale in vinile...
Last edited by wondering clouds on 14 Sep 2009, 15:41, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Duke of Mar » 14 Sep 2009, 15:40

Non finiremo mai di ringraziarti... [^][8D][;)]
"Ripples never come back"

"Tutti noi duri, in fondo, siamo sentimentali senza speranza" Raymond Chandler
User avatar
Duke of Mar
Lamb
Lamb
 
Posts: 9951
Joined: 31 Oct 2005, 15:20
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 14 Sep 2009, 15:42

mi raccomando...se qualcuno decide di farci un libro prenda almeno la briga di citarmi come traduttore...magari con lo pseudonimo[:D]
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Duke of Mar » 14 Sep 2009, 15:46

Ma "Cord of life" come la traduci? [:-I]
"Ripples never come back"

"Tutti noi duri, in fondo, siamo sentimentali senza speranza" Raymond Chandler
User avatar
Duke of Mar
Lamb
Lamb
 
Posts: 9951
Joined: 31 Oct 2005, 15:20
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 14 Sep 2009, 17:08

legame di vita, legami di vita, il legame vitale: in fondo si riferisce sempre al tema centrale, al rapporto speciale, unico che Anderson vede tra l'uomo e la donna, a cui anche le altre emozioni vitali si inchinano. Mi pare che tutta la suite ruoti intorno a questo argomento...
In questo senso c'è una sorta di idealizzazione stilnovista ( da poeta cortese medievale inzomma )

arivedoccrci (ollio)
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby marcoleodori » 14 Sep 2009, 17:47

Grandissimo! Come sempre... Il libro me lo faccio ad uso privato e se dovessi stamparlo ti chiederò l'indirizzo per mandartene una copia (è il minimo che possa fare...)...
E sarà la prima che incontri per strada,
che tu coprirai d'oro
per un bacio mai dato,
per un amore nuovo...
marcoleodori
Lamb
Lamb
 
Posts: 3902
Joined: 31 May 2007, 05:51
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 19 Sep 2009, 12:53

due storie diverse. Filo comune: la guerra.
Tema che ritornerà su gates of delirium.
La prima è la storia di un soldato che decide di disertare e la seconda di un uomo che racconta la sua storia di diserzione...
A voi il commento sul testo.
Ecco una versione dal vivo Di Yours is no Disgrace:

http://www.youtube.com/watch?v=NMF1-OEZYBE part 1
http://www.youtube.com/watch?v=591HzS_DeKo part 2
THE YES ALBUM (1971)
Yours is no disgrace
La tua non è una sfortuna

Ieri venne un giorno, come un sorriso nei tuoi occhi
pensavi: il palazzo del potere, la gloria di un giorno eterno,
bah! la stupida razza umana…
così tu sei salpato su una nave per un luogo inesistente,
lasciandoti indietro qualsiasi altro luogo
Anche se l’estate corre verso l’inverno, non sei ancora spacciato.

Le navi da battaglia si consultano con te e mi dicono dove sei,
se risplendi, se voli, come un lupo segugio, mostrami dove sei
sei perso nell’estate, di un qualsiasi giorno, o in inverno
in viaggio molto distante da noi
smarrito in circostanze difficili: ecco dove sei.

Ieri venne un giorno, come un sorriso nei tuoi occhi
pensavi: il palazzo del potere, la gloria di un giorno eterno,
bah! la sciocca razza umana…
così tu sei salpato su una nave per un luogo inesistente,
lasciandoti indietro qualsiasi altro luogo
Anche se l’estate corre verso l’inverno, non sei ancora perduto.

Sfuggendo alla morte, soldati feriti si disperdono per le terre,
avanzano strisciando a carponi, fuoriescono da luride trincee
il loro morale è a terra
è svanita in loro qualsiasi dignità.

Ieri venne un giorno, come un sorriso nei tuoi occhi
pensavi: il palazzo del potere, la gloria di un giorno eterno,
bah! la sciocca razza, la stupida umana…
così tu sei salpato su una nave per un luogo inesistente,
lasciandoti indietro qualsiasi altro luogo
Anche se l’estate corre verso l’inverno, la tua non è una disgrazia.

(da The Yes Album 1971)
A VENTURE
Un’avventura rischiosa


Una volta un uomo pacifico lasciò scorrere
la sua vecchia memoria lungo un fiume
Ripensò alla sua vita di fanciullo, a suo padre e gli chiese perdono,
non poteva più scappare via, nascondersi.

egli comandava ai suoi cavalli con un battito di mani o con un bisbiglio,
beveva, non poteva andare in guerra
ma sapeva che non era un vigliacco
ma non poteva più nascondersi ormai.

Mi parlò di tutti i suoi figli, di tutte le buffonate e avventure giovanili
Poi mi raccontò di un altro che lo spinse a bere
Non poteva nascondersi più.
I grandi uomini hanno capito che vivere soli non è un’avventura
Un uomo onesto capirebbe che il suo vivere solo non è un’avventura
compiuta solo per nascondersi lontano dal mondo.

Raccontò ai suoi figli di tutte le bizzarrie e delle sue avventure
Poi disse che, in quei tempi, un suo coetaneo
lo costrinse a diventare alcoolista egli stesso…
D’ora in avanti non avrebbe più voluto nascondersi da nessuno.


Ed infine un video ben editato di A Venture

http://www.youtube.com/watch?v=gh_DEG3HO-A
Last edited by wondering clouds on 22 Mar 2010, 12:32, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 14 Dec 2009, 15:50

non avevo finito il lavoro. Vi ho intanto postato dal tubo i paralleli dei brani tradotti.
Un poca de passiensa....[;)]
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby lucnicol » 16 Dec 2009, 04:00

Ho scoperto solo questa mattina questo post!!!!!
E' stratosferico!
Bravissimo Wondering Clouds.
Adoro gli Yes fin da quando con pochi amici si andava in un cinema scassato in Torino a vedere Yessong the movie.
Ho sempre considerato gli Yes l'altra faccia dei Genesis.
Sarebbe bello aprire un'altra sezione di questo forum e dedicarlo proprio a loro.
User avatar
lucnicol
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 76
Joined: 25 Sep 2009, 15:24
Location: Torino

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 17 Dec 2009, 14:35

grazie. Lo tengo su per non farlo ammuffire negli scaffali. E tra poco posto altre due traduzioni.
In realtà sulla musica degli Yes si è già stra parlato, con opinioni controverse, molto più che non sui lavori dei Genesis del medesimo periodo.
Difatti nel GF siamo in quest'ultimo territorio.
Non sto ad indicarti i thread in cui si è sfogata la "controversia" Yes. Si è esaurita la vena. Le idee sono venute fuori.
Ci sono degli album indiscussi e altri contestati da più fronti.
Con questo thread io ho voluto togliermi la curiosità dei testi, finora mai affrontata in Italia con un po' di impegno, che è cresciuta man mano che traducevo. Il più delle volte tendo a tradurre i brani che mi piacciono musicalmente.
Quindi credo che con Tales From Topiographic oceans chiuderò il thread .
Gli anni 80 non mi interessano perchè musicalmente non li ho più ascoltati. E il progr poteva anche considerarsi defunto.
E mi sono volto altrove,verso altri canali musicali.
A presto. su questo canale[;)]
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 22 Mar 2010, 08:00

rieccoci con Fragile 1972 ?
Il brano è un classico. tematica adolescente, icone naturalistiche, momenti platonici e romantici, scrittura semplice. D'altronde erano molto jovini...

HEART OF THE SUNRISE
(da YES “FRAGILE” 1972)
(Anderson, Squire, Bruford)

IL CUORE DELLA RINASCITA

Quando l’amore viene verso di te tu lo segui
Io ho perso il mio al sorgere dell’alba
Ho provato un senso di profonda distanza
Come solo può fare il vento con le sue braccia
Avvolgendosi intorno a me.

Ero abbandonato sull’onda dell’entusiasmo e poi,
dopo aver sognato, al pieno disgregarsi dell’alba
provai un senso di intensa lontananza
come solo il vento sa farmi sentire
con il suo abbraccio intorno al mio corpo
mi sentivo come perso in una città anonima

Ero perso nei tuoi occhi mentre stavi per allontanarti
E contavo i legami che il mondo ha deciso di spezzare
L’amore viene verso di te e poi
Tu sogni nel cuore di un nuovo giorno
Perso sull’onda di un sogno
Il sogno di una nuova rinascita

E giunge all’improvviso il vento che con le sue braccia
mi avvolge in un senso di profonda solitudine
Un senso di distanza
Come solo il vento sa creare intorno a me
Mi sento solo nella città

Ero perso nei tuoi occhi mentre stavi per allontanarti
E contavo i legami che il mondo ha deciso di spezzare

Una luce diritta si muove su e giù
È la punta della matita dal colore del sole raggiante
Una luce diritta che cerca tutti i significati di una canzone
Una lunga cura nel raccontare ciò che significano le parole cantate
Che un sognatore ingenuo seduto su una sedia
Crede possano adattarsi a te

L’amore viene verso di te e poi
Tu sogni nel cuore di un nuovo giorno

Ho provato un senso di profonda distanza
Come solo può fare il vento con le sue braccia
Avvolgendosi intorno a me

un senso di intensa lontananza
come solo il vento sa farmi sentire
con il suo abbraccio intorno al mio corpo


HEART OF THE SUNRISE
(da YES “FRAGILE” 1972)

dal tubo 1991 union tour
http://www.youtube.com/watch?v=983fH0eMs3E
Last edited by wondering clouds on 22 Mar 2010, 08:06, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 13 Sep 2010, 04:58

rieccoci . Con due traduzioni, le ultime da The Yes Album, con due classici, spesso risuonate dal vivo dai Nostri.

Il primo brano parla delle occasioni da cogliere per agire, decisi, quando è il momento per compiere il proprio destino.
Tematica cara a Anderson e soci.
Bella la metafora della scacchiera.
A voi l'interpretazione della regina bianca. Forse è La forza vitale della giovinezza, o solo la forza di volontà, l'uso dei propri talenti...

(da The Yes Album 1971)
I’VE SEEN ALL GOOD PEOPLE
Ho conosciuto delle brave persone

Ho visto che tutte le persone di buon cuore ogni giorno hanno volto lo sguardo verso di me felici che io seguissi la mia strada e seguissi il mio destino

Da’ una rotta più ferma, decisa nel momento in cui c’è da dare una svolta alla tua vita
Fa’ che la regina bianca corra velocemente, finora non le hai dato il tempo di “sposarla”.
È adesso il tempo propizio, è il momento di poter usare la regina
“Spostami su qualunque posizione nera della scacchiera,
Usami quando vuoi,
Ricorda solo che la vittoria è dalla nostra parte
Possiamo prendere ciò che vogliamo, dovunque ci muoviamo
Non girare a vuoto, prendendoti in giro
Muovi di due spazi
Dimmi subito dove vuoi che io vada, dove sono destinata”
Fissali con cura, tieni cari i tuo progetti
Non girare più a vuoto, attorno a te stesso, non prenderti in giro
Dimmi come intendi muovermi, non raggirare te stesso
E’ il tempo favorevole per te , la novità è che è venuto il momento di usare la regina

http://www.youtube.com/watch?v=SHs8CPSsNdA

(da The Yes Album 1971)
I’VE SEEN ALL GOOD PEOPLE
Last edited by wondering clouds on 13 Sep 2010, 04:59, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 13 Sep 2010, 05:09

molto profondo il testo di Starship Trooper.

perchè parla dell'intimità di ciascuno, che non vuole essere violata, ma chiede di essere condivisa solo se lo desideriamo, con chi vogliamo noi. Infatti nella prima parte, il protagonista consegna la sua anima ad alcune figure simboliche della distanza, della fuga, un uccello, un cavaliere delle stelle, la vita stessa.
per poi spiegarne il motivo.

(da The Yes Album 1971)
STARSHIP TROOPER
Cavaliere della nave stellare

O dolce Uccello Azzurro che voli sopra il cielo
Le tue ali splendono verso il sole
Nascondi i misteri della mia vita sul tuo percorso
E se anche tu non li hai ancora visti, per favore non dire nulla
Io non ho mai sentito ciò che ancora tu non sai di me.

O Cavaliere della Nave che vaga tra le Stelle
Che salpi per iniziare il viaggio nell’universo
Prenditi la mia anima cogline la sua intima luce
Nascondi ai miei occhi impazienti il momento di conoscerla
Anche se l’hai scorta, ti prego non scoprirla.
E ciò che ancora non hai visto di me non è sufficiente a conoscermi fino in fondo.

Parlami dell’estate, dei lunghi inverni, più lunghi di quanto il tempo ci fa ricordare
Aprendo nuove strade, percorrendo vie già conosciute dalla memoria
Io ancora ricordo i mormorii dell’acqua, i figli assennati e le figlie che conoscevano bene la loro terra e ne parlavano con dolce e abituale affetto

Madre vita, stringiti attorno a me
Prenditi le mie conoscenze prima che finisca il giorno
E lasciale scorrere poiché solo tu le sai far vedere al momento giusto
E se anche le hai scoperte tutte non dire nulla
Io non ho mai condiviso ciò che non conosco

La solitudine è un potere che abbiamo per decidere
Se diffondere o nascondere ciò che ci appartiene nel profondo
Tutto ciò che so io posso rivelartelo se accetti il fatto che
Io lo esprima senza che tu lo pretenda
Basta che senti le cose che ti dico in modi differenti
ed è facile accorgersi che ci si può confondere su tutto.
Così, quando io vedo qualcosa di nuovo in me,
posso anche condividerlo solo se tu ed io possiamo vederlo insieme

Parlami dell’estate, dei lunghi inverni, più lunghi di quanto il tempo ci fa ricordare
Aprendo nuove strade, percorrendo vie già conosciute della memoria
Io ancora ricordo i mormorii dell’acqua, i figli assennati e le figlie che conoscevano bene la loro terra e ne parlavano con dolce e abituale affetto.

http://www.youtube.com/watch?v=FUE56hMmgZ4 (pt.1)

http://www.youtube.com/watchv=UDRgikXt10E (pt.2)
(da The Yes Album 1971)
STARSHIP TROOPER
Last edited by wondering clouds on 22 Sep 2010, 05:15, edited 1 time in total.
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby marcoleodori » 13 Sep 2010, 08:21

Voglio ringraziarti ancora una volta, per tutto quello che hai condiviso con noi...
E sarà la prima che incontri per strada,
che tu coprirai d'oro
per un bacio mai dato,
per un amore nuovo...
marcoleodori
Lamb
Lamb
 
Posts: 3902
Joined: 31 May 2007, 05:51
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby paolo.cordella » 13 Sep 2010, 10:19

davvero bravo, e grazie per queste non semplici traduzioni!
non conosco bene l'inglese (almeno non abbastanza per avventurarmi in imprese come la tua) ed ho sempre pensato che i testi di Anderson fossero a tratti intraducubili per l'uso di vocaboli "evocativi" per suono e significato: in pratica non importanti dal punto di vista letterale, ma da quello "atmosferico" (non riesco a spiegarmi meglio...)
tra l'altro questo con l'inglese riesce, con l'italiano è praticamente impossibile (almeno nel rock)
ho "salvato" nel pc queste traduzioni ma davvero, non hai mai pensato di integrarle e pubblicarle, magari in una veste grafica spartana ma efficace?
secondo me ne varrebbe la pena!
Last edited by paolo.cordella on 13 Sep 2010, 10:21, edited 1 time in total.
paolo.cordella
Foxtrotter
Foxtrotter
 
Posts: 316
Joined: 31 Mar 2009, 13:25
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 13 Sep 2010, 11:03

non lo so. verrebbe un lavoro incompleto.
La conosci quella dei Righeira degli anni 80 ?
No tiengo ...lalalalala.
A parte l'amore et gloria dei del lavoro di traduttore, chi vuoi che comprerebbe un siffatto libello ?
Tra spese di stampa e grafica, ma chi mme lo farebbe fare ?
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby paolo.cordella » 13 Sep 2010, 11:29

lo comprerei io, e non credo di essere il solo, almeno qui dentro [:)]
piuttosto ho sentito di un'offerta di Feltrinelli per pubblicare i propri scritti forse senza spesa, prova ad informarti, se ne hai voglia, io purtroppo ho perso il depliant distribuito nei loro negozi,
ciao
paolo.cordella
Foxtrotter
Foxtrotter
 
Posts: 316
Joined: 31 Mar 2009, 13:25
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby wondering clouds » 22 Sep 2010, 05:24

niente di nuovo. Ho solo aggiunto e sostituito alcune versioni dal tubo di brani dei Ns che qualche tempo fa non erano stati mai condivisi in rete da altri appassionati.Alcuni erano stati soppressi per motivi di diritto d'autore)
mi dispiace essere ritornato di nuovo in cima alla lista topic senza motivo produttivo, ma pubblicitario...(non voluto, ma effetto del vs sistema di riconoscimento editing del sito)[I8)]
"A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?"
(Antonio De Curtis)
wondering clouds
England Seller
England Seller
 
Posts: 792
Joined: 03 Sep 2008, 12:22
Location: Italy

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Thomas Eiselberg » 22 Sep 2010, 07:32

Tutti sanno cosa penso degli Yes, ma lo voglio dire: wondering ha fatto davvero una gran cosa, gran bel lavoro[:)]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7471
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby Starless74 » 22 Sep 2010, 10:49

Anche da parte mia, lodi e ancora lodi.
Ho sempre pensato che i testi di Anderson (soprattutto) fossero talmente associativi e a-sintattici (dis-tattici? [:-I][:D]) da rendere impossibile la versione in qualunque altra lingua.

Già solo questo mi rende l'impegno e i risultati di Wondering massimamente encomiabili.
Last edited by Starless74 on 22 Sep 2010, 10:51, edited 1 time in total.
«fly away, you sweet lil' thing, they're hard on your tail!»
hadn't you heard?
«They're goin' to change you into a human being! Oh!»
Yes.
User avatar
Starless74
Foxtrotter
Foxtrotter
 
Posts: 386
Joined: 29 Jul 2010, 19:04
Location: Italy

Re: IL Serbatoio dei testi degli Yes tradotti in ital

Postby bosiota » 27 Nov 2015, 01:57

Queste traduzioni sono fantastiche. Grazie davvero. Non concordo per niente chi con chi dice che Relayer è un slbum minore. Viene sppena dopo Close to the Edge, Going for the One eTales from Topographic Ocean. Moraz è un tastierista eccezionale.
bosiota
Charterhouser
 
Posts: 2
Joined: 27 Nov 2015, 01:45


Return to Rock progressivo (e non...)

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests

cron