Forse il miglior brano del prog-metal

Un'area dedicata all'esplorazione dell'universo musicale in genere, e degli altri protagonisti del rock progressivo in particolare.

Forse il miglior brano del prog-metal

Postby Duke59 » 10 Jun 2015, 18:49

Ovviamente IMHO [^]

E' lungo ma vale la pena sentirlo tutto

https://youtu.be/5bJA281m-fo

Qua un tentativo di cover da parte di 5 intrepidi (calcolando le difficoltà del pezzo il risultato non è male anche se un po' rigido)
https://youtu.be/n4EgNE4DEW0

Qua l'originale "pulito"
https://youtu.be/RT8dNkD-Byc
Duke59
Lamb
Lamb
 
Posts: 1097
Joined: 28 Oct 2005, 16:26
Location: Italy

Re: Forse il miglior brano del prog-metal

Postby highinfidelity » 11 Jun 2015, 07:57

Grazie dei bei link, Guido.

Siccome mi piace il progressive e mi piace il metal, per logica il prog-metal dovrebbe piacermi almeno altrettanto. Invece, come gia' scritto tante volte, mi da' una sensazione di "fusione a freddo", di affettato... Non e' che non mi piaccia del tutto, mi piace; ma non ce la fa' proprio a darmi quel trasporto e quelle emozioni che solo le cose sincere fino in fondo sanno dare. Quando un passaggio sembra essere piazzato li' solo perche' Mangini possa fare una rullata sui suoi altrimenti inutili octoban, mi smonta... [:(-(] L'aria finale di The Count of Tuscany, comunque, e' sempre stupenda. Forse proprio perche', a parte una quantita' di colpi di grancassa decisamente sovrabbondante, e' piu' sincera del resto del brano. [:)]

Credo che i Dream Theatre abbiano avuto una tale carriera per cui oggi possono fregarsene di tutto, difatti come si vede suonano col pubblico sotto al palco, senza fregnacce e fregnoni in mezzo (ci siamo capiti...). Pero' comunque, se posso permettermi una nota a margine, e' mio modesto parere che trarrebbero giovamento dalla collaborazione d'un dietologo, d'un allenatore personale, e soprattutto d'uno stilista in grado di curarne look e abbigliamento. [':-|]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Forse il miglior brano del prog-metal

Postby Duke59 » 11 Jun 2015, 13:00

Eh eh ... il gruppo sottolinea con orgoglio il loro essere completamente un-cool e un-trendy.

Nota gossip: il buon Petrucci (sapessi suonare un millesimo di come sa suonare lui) ha due figli gemelli (maschio e femmina) che recentemente si sono laureati nello stesso giorno. [8D]
Duke59
Lamb
Lamb
 
Posts: 1097
Joined: 28 Oct 2005, 16:26
Location: Italy

Re: Forse il miglior brano del prog-metal

Postby Thomas Eiselberg » 11 Jun 2015, 20:02

highinfidelity wrote:
Siccome mi piace il progressive e mi piace il metal, per logica il prog-metal dovrebbe piacermi almeno altrettanto. Invece, come gia' scritto tante volte, mi da' una sensazione di "fusione a freddo", di affettato... Non e' che non mi piaccia del tutto, mi piace; ma non ce la fa' proprio a darmi quel trasporto e quelle emozioni che solo le cose sincere fino in fondo sanno dare.


Ecco, straquoto. Mi piace il metal, mi piace il prog, il prog metal lo digerisco a piccoli sorsi. Anche se ultimamente ho scoperto dei gruppi interessanti appartenenti a questo sottogenere non riesco ad amare il prog metal quanto il metal o il prog

Trovo che le cose migliori appartenenti al genere siano state fatte da gruppi metal che però hanno delle venature prog (ad esempio gli Iron Maiden con Seventh Son o i Queensryche con Operation Mindcrime, ma anche gli stessi Helloween di Keeper of the seven keys) e viceversa (gli ultimi album dei Pendragon o degli Arena). Spesso invece si cerca di fare delle cose troppo "minestronesche" che non emozionano, non coinvolgono o risultano freddissime (troppo tecniche e noiose per essere metal o troppo semplicistiche e ripetitive per essere prog).

Per quanto riguarda i Dream Theater in se, mi piacciono moltissimo i primi album (Trovo che Images and words sia un grandissimo album: riprende la lezione dei gruppi metal che ho citato sopra e ci aggiunge una veste prog fresca e brillante) poi da un certo punto in poi ho cominciato a trovarli noiosissimi, tanto che continuo a ripetermi di non ascoltare più nulla della loro discografia recente, invece cedo e puntualmente rimango delusissimo. Il brano in questione purtroppo rientra proprio in questa seconda fase del gruppo [:(]


Poi come al solito è una questione di gusti
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Forse il miglior brano del prog-metal

Postby highinfidelity » 12 Jun 2015, 08:50

Thomas Eiselberg wrote:Trovo che le cose migliori appartenenti al genere siano state fatte da gruppi metal che però hanno delle venature prog (ad esempio gli Iron Maiden con Seventh Son o i Queensryche con Operation Mindcrime, ma anche gli stessi Helloween di Keeper of the seven keys)

Guarda, stavo per scrivere la stessa cosa uguale identica, poi per non dilungarmi troppo ho sopravvolato. I migliori gruppi prog-metal, sempre IMHO, sono proprio quelli che non si sono mai dichiarati tali ma che, comunque, a un brano metal filante sanno addizionare quel "valore aggiunto" che, senza appesantirlo troppo, sa distinguerlo dalla solita tirata in 4/4 sentita mille volte: primi su tutti i Queensryche che secondo me sono D-I-V-I-N-I, uno tra i migliori complessi di tutti i tempi e di tutti i generi; ma senz'altro anche gli Iron Maiden, non a caso musicisti che, sotto l'aspetto trucido di prammatica, hanno una buona cultura accademica e soprattutto il progressive lo conoscono benissimo e lo ammirano.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Forse il miglior brano del prog-metal

Postby Duke59 » 12 Jun 2015, 18:20

Ho sempre adorato i Maiden sin da quando un mio (ex) collega mi consigliò di ascoltare "The rhyme of the ancient mariner" e tutto il live "Live after Death".

"Somewhere in time" il loro primo album con l'uso di chitarre synth e tastiere (con orrore dei fans puristi) mi piacque tantissimo tanto che lo inflissi in modo continuativo [:D] a molti miei amici amanti del prog. "7th son of a 7th son" è straordinario. La title track mi affascinò sin dal primo istante.
Poi a partire da Fear of the dark li ho un po' mollati.

Per quanto riguarda i Queensryche praticamente conosco a memoria quasi ogni nota di "Operation Mindcrime". Poi ho sentito qualche altro loro album, ma in modo parziale, senza trovare nulla al livello di Mindcrime. Peccato che Chris De Garmo (credo la mente musicale di Mindcrime) abbia poi mollato a causa di suoi vari problemi e arcipeccato per il loro litigio devastante con il cantante Geoff Tate con tanto di mezza rissa tra di loro durante uno show e susseguente split del gruppo in due. (se non erro il nuovo gruppo di Tate si chiama "Operation mindcrime" [:0] )

Quanto ai DT (tema vecchio ma sempre dibattuto) le loro divagazioni ipertechiche (cit Richard Benson) apparentemente "fuori posto" e a volte strettamente matematiche le trovo vagamente zappiane e per questo stimolanti.

Inoltre sto da anni sporadicamente tentando di eseguire alcuni esercizi dai metodi di chitarra scritti da Frank Gambale e John Petrucci cavando assai pochi ragni dal buco [:D] e la domanda che mi faccio è "ma come cavolo fanno a pennare così veloci"? Secondo me l'esercizio non basta, ci vuole anche predisposizione fisica e mentale (e tanta memoria per ricordare quei milioni di note).
Hai voglia andare di metronomo aumentando di 5 ogni volta. Io arrivo velocemente al punto in cui le dita mi si intrecciano come se Giucas Casella avesse sparso il suo malefico influsso sul manico della mia chitarra. [:D]

Quindi - pur trovando in genere i guitar heroes ipertecnici piuttosto noiosi - faccio un'eccezione per Petrucci, che molto spesso riesce ad entusiasmarmi più di altri alternando sparate alla velocità della luce, complicate ritmiche dispari e melodie sognanti e calde.
Duke59
Lamb
Lamb
 
Posts: 1097
Joined: 28 Oct 2005, 16:26
Location: Italy

Re: Forse il miglior brano del prog-metal

Postby Duke59 » 13 Jun 2015, 21:01

E per rimanere su "Images and words" ecco una cover davvero carina fatta da ragazzini e ragazzine

https://youtu.be/6h2h4zIhwuM
Duke59
Lamb
Lamb
 
Posts: 1097
Joined: 28 Oct 2005, 16:26
Location: Italy

Re: Forse il miglior brano del prog-metal

Postby highinfidelity » 15 Jun 2015, 11:07

Ahime' come spesso capita, i primi album sono anche i migliori, i piu' freschi, i piu' genuini, i piu' ricchi di idee. I Queensryche non fanno certo eccezione. Persino il loro debutto non e' niente male; poi li adoro in The Warning e in Rage for Order; quindi raggiungono il loro indiscutibile vertice in Operation: Mindcrime. Gia' con Empire, disco ultra-celebre e ultra-venduto e che pur contiene pezzi fenomenali tra cui il brano omonimo, personalmente non ritrovo lo smalto e l'inventiva dei Queensryche che conoscevo. Da li' in avanti non li ho piu' seguiti da vicino ma credo di poter comunque affermare che abbiano sostanzialmente "messo in musica" i loro problemi relazionali. Il che difficilmente risulta in un bel sentire.

Sarei curioso d'ascoltare qualcosa di Tate da solo, ma temo che come di consueto il singolo addendo sia bel lontano dal valore della somma (o forse addirittura moltiplicazione) che componeva il complesso. Anche perche', sebbene la voce di Tate fosse stratosferica, credo anch'io che gran parte della musica fosse attribuibile a De Garmo. [':-|]

Concordo che a certe prestazioni non ci si arriva se non per predisposizione fisica. Il resto e' allenabile, ma se non c'e' predisposizione fisiologica/neurologica/costitutiva a certe prestazioni non ci si arriva. In fondo la chitarra non e' molto diversa dalla corsa: i 200 metri in 19"72 se non ti chiami Mennea non li corri nemmeno allenandoti il triplo di lui. Molto semplicemente le tue gambe non mulinano velocemente abbastanza, tutto li'. [:(-(]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Forse il miglior brano del prog-metal

Postby mgozzy » 04 Jul 2015, 19:16

Forse il miglior album del prog metal [:)]
User avatar
mgozzy
Lamb
Lamb
 
Posts: 1018
Joined: 18 Sep 2009, 09:32
Location: Italy


Return to Rock progressivo (e non...)

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests

cron