Litfiba - Eutopia

Un'area dedicata all'esplorazione dell'universo musicale in genere, e degli altri protagonisti del rock progressivo in particolare.

Litfiba - Eutopia

Postby Thomas Eiselberg » 12 Nov 2016, 20:50

Ho dato un'ascoltatina al nuovo dei Litfiba: Eutopia. Devo dire che come per il precedente la sensazione di minestra riscaldata è piuttosto forte, però devo dire che 2/3 pezzi riusciti e ben confezionati ci sono. Se "Dio del Tuono" sembra una specie de Lo Squalo (però mi piace di più), la title track musicalmente è piuttosto particolare e presenta anche delle parti di tastiera interessanti, così come "Straniero", mentre "L'impossibile" è molto poppettara ma accattivante e "In nome di Dio" suona incazzosa quasi come i Litfiba di una volta (è ispirata dalla tragedia del Bataclan). Il resto è dimenticabile.
Insomma musicalmente è un lavoro classico ma gradevole, peccato per i testi ormai sempre più banali e scontati (sembrano davvero buttati via così, strano perchè è sempre stato un po' il loro forte. Se leggo i loro testi e poi leggo quelli dei Marillion che più o meno trattano gli stessi temi, nello stesso anno, ci trovo davvero un abisso).

Avete avuto modo di ascoltare qualcosa? Impressioni? [:-I]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Litfiba - Eutopia

Postby highinfidelity » 05 Jan 2017, 15:04

L'unica canzone che si sente in radio è quella di <<Davide contro Golia>> (forse <<Lettera ai potenti della terra>>?). La canzone non è niente male, non ricorda certo i Litfiba dei tempi d'oro, ma comunque ha un bel piglio e suona bene. Il testo invece è un pò ingenuo, a tratti sembra scritto da un grillino sedicenne, e ha veri e propri crolli lirici (ed anagrafici) tipo <<vi farei fumare un po' d'erba>>.

Insomma solita storia: l'età anagrafica e quella psicologica spesso non coincidono. Anzi non vanno nemmeno di pari passo: pelù era più maturo quando aveva vent'anni.

La prova del nove è il filmato idiota che si è fatto nella cabina referendaria scoprendo l'acqua calda, ossia che la matita si cancella, e rischiando la galera. Il magistrato di turno ha chiuso un occhio e pure l'altro. Peccato perché una volta - nonostante Pelù sia risaputamente il classico figlio di papà riccone che gioca a fare quello contro il sistema (gioco sempre facile per chi tanto ha i forzieri pieni) - lo stimavo molto, era un artista valido.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Litfiba - Eutopia

Postby Thomas Eiselberg » 09 Jan 2017, 12:14

highinfidelity wrote:L'unica canzone che si sente in radio è quella di <<Davide contro Golia>> (forse <<Lettera ai potenti della terra>>?).


"L'impossibile"

highinfidelity wrote: La canzone non è niente male, non ricorda certo i Litfiba dei tempi d'oro, ma comunque ha un bel piglio e suona bene. Il testo invece è un pò ingenuo, a tratti sembra scritto da un grillino sedicenne, e ha veri e propri crolli lirici (ed anagrafici) tipo <<vi farei fumare un po' d'erba>>.


Concordo. Come detto per me testi al limite dell'imbarazzante. Strano perchè era una delle loro caratteristiche migliori.


highinfidelity wrote:La prova del nove è il filmato idiota che si è fatto nella cabina referendaria scoprendo l'acqua calda, ossia che la matita si cancella, e rischiando la galera. Il magistrato di turno ha chiuso un occhio e pure l'altro. Peccato perché una volta - nonostante Pelù sia risaputamente il classico figlio di papà riccone che gioca a fare quello contro il sistema (gioco sempre facile per chi tanto ha i forzieri pieni) - lo stimavo molto, era un artista valido.


Anche qui concordo (che figuraccia), col passare degli anni sembra diventato più "infantile" e "macchiettistico": sembra che imiti se stesso. Musicalmente gli ultimi album non sono (come ho scritto) malaccio, è proprio Pelù che sembra diverso e meno sincero. [:-|]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:


Return to Rock progressivo (e non...)

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests

cron