Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Volete parlare d'attualita', di sport o di argomenti che non hanno a che fare con i Genesis? Fatelo qui. Educazione e basso profilo sono obbligatori.

Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby highinfidelity » 22 Feb 2013, 10:47

Oggi in treno ho trovato una copia abbandonata del Sole 24 Ore. E' un giornale che solitamente non acquisto perche' non occupandomi di economia e finanza e' una lettura per me troppo settoriale, ma che stimo molto perche' e' molto curato, molto preciso, senza inutili enfasi e con articoli spesso molto interessanti e sempre molto ben scritti. Anche se conosco la finanza solo superficialmente, almeno i numeri, da buon fisico, li capisco senza problemi. Oggi ritengo di averne letti di illuminanti. Naturalmente bisogna saper fare dei collegamenti, perche' la pappa non si trova mai pronta.

Dunque: a pagina 2 viene dichiarato quanto guadagna Mario Draghi come presidente della BCE. Come sapete stimo Draghi, in teoria un mio avversario politico, per la chiarezza dei suoi messaggi e per la "cura dimagrante" che ha imposto a tanti inutili privilegi goduti da chi ha ricoperto il suo ruolo in precedenza. S'e' ad esempio presentato alla BCE volando su un normale volo di linea. Ebbene: Draghi ha ricevuto uno stipendio base di 374 mila Euro.

E' tanto, e' poco? Per stabilirlo facciamo un confronto con quanto gudagnava prima, quando era governatore di Bankitalia. Ebbene, sempre a pagina 2: prendeva 750 mila Euro. Dunque Mario Draghi, accettando la promozione da Bankitalia alla BCE - perche' di promozione, e anche grandiosa, si tratta - per il solo fatto d'essersi spostato dal paese delle banane all'Europa, e' come se avesse implicitamente accettato un dimezzamento del suo stipendio. Beh, chapéau!, sale ulteriormente nella mia stima. [/:-|]

Ma quanto prendeva prima, come governatore di Bankitalia, era tanto o era poco? Per capirlo bisogno spostarsi a pagina 8, dove c'e' un interessante specchietto con i compensi dei nostri eccezionali "top managers" pubblici, le cui performànce ci lasciano immancabilmente estasiati per efficienza ed efficacia.

S'inizia con un tale Mauro Masi (mai sentito nominare) A.D. di una tale CONSAP (mai sentita nominare) che viene pagato dallo Stato 456 mila Euro. Molto piu' di Mario Draghi, per dirigere una "cosa" che non si sa cosa sia. Possibile? [:0] Aspettate, aspettate.

Abbondantemente sopra di lui ci sono difatti Luigi Gubitosi direttore RAI con 650 mila Euro e Pietro Ciucci amministratore ANAS con 750 mila Euro. Il doppio di Draghi alla BCE! Consoliamoci pensando che se non altro RAI e ANAS sappiamo tutti cosa sono.

L'ingegner Mauro Moretti, per tagliare le ultime corse ferroviarie dei miseri resti di "Trenitaglia", tra cui il treno-catorcio sul quale ho trovato la copia del Sole 24 Ore, prende 870 mila Euro. In essi, ci fa sapere il sempre impeccabile giornale, sono inclusi 140 mila euro legati al "raggiungimento degli obiettivi prefissati". Vien da chiedersi quali fossero questi obiettivi. Forse lasciare alle ortiche tot kilometri di linee ferroviarie, o farsi (farci) ciulare tot kilometri di cavi in rame dagli zingari.

Il mio preferito e' pero' tal Giovanni Gorno Tempini (mai sentito nominare) che per amministrare la Cassa Depositi e Prestiti si intasca 952 mila Euro. Ammazza, ma che sara' mai questa cassa depositi e prestiti per richiedere competenze tali da essere pagate tre volte tanto quello che prende Mario Draghi per gestire l'intera BCE?

Il top del top, pero', e' Massimo Sarmi, A.D. di Poste Italiane: 1500 (millecinquecento) mila Euro! MILLEMILA, come diceva l'ingegner Cane per chi se lo ricorda. MILLEMILA Euro per dirigere un'unica banca, quando Mario Draghi ne accetta 374 mila per dirigere tutte quelle di un'intero continente!!!

Siamo il paese della banane, e il perche' e' fin troppo chiaro.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby chvfrc » 25 Feb 2013, 15:31

aggiungo che, SE E' VERO che B. ha preso il 27/29% siamo il Paese degli stronzi!! [!:-!] scusate il francesismo ma sono profondamente incazzato...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby aorlansky60 » 26 Feb 2013, 08:41

tanto per gettare benzina sul fuoco :

è notizia di ieri che l'AD di Alitalia(di cui ora non ricordo il nome) ha rassegnato le dimissioni (e ci credo : questa strampalata compagnia, di cui ben presto noi contribuenti dovremo farci di nuovo carico, ha chiuso il 2012 con un passivo consolidato di 280Milioni di €...); bene, il consiglio di amministrazione ha deliberato per lui una "buona uscita" di 1 Milione di € (che vuoi farci, milione più milione meno, al bilancio non cambia poi molto...)

Mi sembra un ottimo esempio per un "paese delle banane".

Il problema è che di esempi così (nella sua storia recente di 30anni ad oggi) questo paese ne potrebbe raccontare all'infinito.

Il problema finale (da risolvere) è una domanda : allo stato attuale per come siamo messi, ce lo possiamo ancora permettere??? [xx(]

Cambiando soggetto, ma rimanendo sempre in tema "sostenibilità" (che questo paese fa sempre più fatica a condurre) :

Carlo Azeglio Ciampi

Nella sua fulgida carriera, questo distinto signore ha ricoperto il ruolo di presidente di Bank Italia, Primo Ministro del Consiglio, Presidente della Republica Italiana; ciliegina sulla torta: è stato nominato (ora non ricordo bene quando e da chi) anche Senatore a vita.

Ora, questo signore assomma alla stato attuale 4 pensioni, e si badi bene, non pensioni da miserabile (500€ al mese per intenderci) ma pensioni che rientrano sotto la denominazione di "pensioni d'Oro"(il cui importo non riesco e non voglio nemmeno immaginare)...

Ora, questo è un caso che non è isolato : il ns paese annovera un numero considerevole di situazioni simili che noi contribuenti(sempre noi...) dobbiamo sostenere...

Il problema finale (da risolvere) è una domanda, sempre la stessa : allo stato attuale per come siamo messi,
ce lo possiamo ancora permettere??? [xx(]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby highinfidelity » 07 Jun 2013, 13:49

Cambia totalmente tema, ma l'Italia resta sempre il paese delle banane. La ragione per cui non siamo mai riusciti ad avere un vero e proprio governo socialdemocratico stabile, com'e' ad esempio quello tedesco, e' che la Germania i conti col nazismo li ha fatti, mentre noi tra amnistie e riabilitazioni non abbiamo mai fatto i conti col fascismo. Ne volete la dimostrazione lampante? Eccola:

http://www.lastampa.it/2013/06/07/itali ... agina.html
http://milano.repubblica.it/cronaca/201 ... -60552410/

Punto primo: questi sarebbero i pidiellini "liberali" e gli alleanzini nazionali del post viaggio di Fini in Israele? Ma fatemi il piacere, va'. Fascisti pitturati di bianco con una passata d'acquerello: non serve neanche grattare e torna fuori il nero.

Punto secondo: vi immaginate il caos non solo nazionale ma anche internazionale se una notizia simile fosse associata alla Germania? Vi immaginate le reazioni per esempio alla notizia che Hitler ha le chiavi d'oro del municipio di Dresda?
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby chvfrc » 07 Jun 2013, 14:05

al peggio non c'è mai fine...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby Zeppelin » 07 Jun 2013, 23:55

Il problema nasce sicuramente dal non aver fatto i conti con il passato, né elaborato il lutto, sostanzialmente. Per dire, c'è gente che dice "sì sì, i partigiani avranno anche combattuto per liberare l'Italia dal fascismo, ma dopo aver vinto la guerra hanno trattato malissimo chi si dichiarava fascista". Può essere vero, come no, ma è il concetto di fondo che è sbagliato. Non sono questi i problemi fondamentali. Il fatto è che non ci si arrabbia abbastanza nel momento in cui il fenomeno di turno rivaluta positivamente questo o quel personaggio fascista. Ma tant'è.
Un altro problema, forse fondamentale, è che il Novecento italiano è stato costellato di brutalità che si sono pian piano accumulate negli anni, senza che l'opinione pubblica operasse una critica severa delle brutalità suddette. Dopo il fascismo è esploso il fenomeno mafioso, poi ci sono state le BR, il golpe Borghese, stragismo; tutti questi elementi sembra siano stati sussunti a livello politico, incanalati entro i ranghi di quelle istanze, che chiamiamo partiti politici, che dovrebbero guidare la Nazione verso lidi democratici e, permettetemi un po' di demagogia, felici. Forse i vari boom economici hanno calato una cortina fumogena tale da annebbiare ciò che effettivamente è successo il tutto il Novecento italiano e per questo abbiamo acconsentito che i politici attuali scorrazzassero liberamente fra ex-fascisti, mafiosi e massoni.
D'agrande faro il scritore
Guardate qua!
User avatar
Zeppelin
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 3459
Joined: 17 Jul 2006, 13:46
Location: Malé (TN)

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby aorlansky60 » 11 Jun 2013, 07:03

Prendendo a riferimento il secolo trascorso, a quale livello di autorevolezza il popolo italiano riesce a misurarsi con quello francese, quello inglese, quello tedesco??
(tanto per fare pochi esempi di popoli "guida" dell'europa nei secoli.)

Parlo non tanto a livello di quoziente intellettuale o culturale, ma a livello di integrazione della propria nazione.

Se cerchiamo di rispondere a questa domanda, otteniamo la risposta alla domanda del topic, arrivando alla logica conclusione per la quale non serve chiederselo, perchè corrisponde ad un affermazione (cioè : si può togliere tranquillamente il "perchè" dalla frase che dà titolo al topic). [:|]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby highinfidelity » 11 Jun 2013, 07:46

Giusta osservazione Alain. Oddio, non e' che tra francesi del nord e del sud corra poi tanto buon sangue. Questo e' un argomento che conosci sicuramente meglio di me. Comunque certamente, visti dall'esterno come <<nazione>>, offrono una visione molto piu' compatta di se'.

Anche da questo punto di vista, comunque, il tutto parte da non aver mai fatto veramente i conti con la propria storia. Io quando leggo quegli articoli sui meridionali separatisti nostalgici dei Borboni, francamente credo di avere le traveggole. E' vero che ognuno puo' inventarsi un po' di balle a proprio piacimento per sentirsi piu' figo di quanto in realta' non sia; anche al nord hanno inventato 'sta balla di alberto da giussano (scrivo minuscolo, tanto non e' veramente un nome proprio...) per cui finche' si scherza va bene tutto, pero' poi ci sono dati economici incontrovertibili, rapporti sull'igiene, sulla sanita' e sull'istruzione che sono numeri puri e semplici e come tutta la matematica non si prestano certo a fantasiose interpretazioni.

Eppure, eccoli li': i nostalgici dei Borboni. Quelli che il sud era ricco e colto e incorrotto, prima che arrivassero i Savoia a liberarlo da una dinastia straniera. Boh. [':-|]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby chvfrc » 11 Jun 2013, 09:30

dalle mie parti (ma da un sacco di parti) si odia quello del "borgo" (quartiere) diverso dal tuo. moltiplica il tutto per 60 milioni di campanili...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby aorlansky60 » 11 Jun 2013, 11:29

ecco, cari Marco [/:-|] e Chvfrc [/:-|] ,

avete appena risposto in modo anche più esauriente di quanto io non abbia saputo anticipare, per ciò a cui volevo arrivare :

ATTENZIONE : un paese diviso non ha molto futuro davanti a se, soprattutto se si trova a dover competere con paesi più uniti.
Il concetto viene ulteriormente INASPRITO da questi tempi economicamente DIFFICILI e travagliati.
Quando sento parlare nostalgicamente di Borboni piuttosto che di Alberto da Giussano per rivendicare ognuno le proprie idee (e il proprio orticello a svantaggio dell'altro...) ne ho la prova lampante.

Marco, ti ricordi quando già anni fa Tu ed io eravamo gli unici "gufi" a preoccuparci dell'alta entità del livello del ns debito pubblico, quando tutta la politica italiana da destra a sinistra affermava per calmierare le folle che "i conti sono a posto"??.. [':-|]

ah, quanto vorrei essere stato pessimo profeta!... ce ne stiamo accorgendo ora sulla pelle viva, tutti quanti, di quanto i conti fossero in realtà IN DISORDINE e fuori da ogni controllo!!... [:(]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby highinfidelity » 11 Jun 2013, 14:36

E vuoi che non me lo ricordi? Ti sei beccato del comunista iettatore direttamente da silvio in persona! [:-D]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby chvfrc » 11 Jun 2013, 15:01

[:0]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby aorlansky60 » 11 Jun 2013, 15:35

[:-D] [;)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby highinfidelity » 13 Jun 2013, 10:16

Beh, l'altra ragione su cui tu ed io abbiamo concordato per spiegare il bananismo italico, e per prevedere facilmente che sara' il paese delle banane anche per i prossimi 40-60 anni, e' questa:

http://www.repubblica.it/scuola/2013/06 ... -60981029/
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7034
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby aorlansky60 » 13 Jun 2013, 13:01

Completamente d'accordo, Marco. [:)]

Lo sostengo da sempre : un paese che taglia sull'istruzione è un paese cieco che dimostra poca saggezza.

l'istruzione è alla base della formazione intellettuale dei suoi giovani individui; se essa è carente fin dai primi livelli (e qui vado oltre l'articolo qui postato incentrato sull'Università, proprio perchè l'Italia ha "tagliato" a tutti i livelli di istruzione nel ns paese ultimamente) possiamo immaginarci quale (scarso) livello formativo sta interessando le ns giovani generazioni recenti... ma daltronde, che vuoi farci? un paese come il ns che non riesce ad investire nella qualità della sua istruzione (come nel campo della ricerca e sviluppo dove l'italia è ultima in Eu) perchè non ha fondi sufficienti per farlo, a causa che deve finanziare altri aspetti problematici del suo disastrato bilancio, dimostra soprattutto quanto esso sia stato poco lungimirante nei decenni passati nel prevedere periodi critici come quello attuale.

Di fatto l'italia è stata colta impreparata, quasi di sorpresa, dalla criticità economica dimostrata a livello internazionale negli ultimi 5 anni (almeno) proprio perchè ha continuato a "vivacchiare" sonnolenta dimenticandosi, nelle parti politiche decisionali delegate a farlo, tutta una serie di riforme strutturali che avrebbero potuto alleviare notevolmente le sofferenze attuali.

Ma tantè. La storia non è immaginazione ed ora è in grado di testimoniare, fatti alla mano, quante colpe ha la politica italiana degli ultimi decenni.

Un altro aspetto fonte di preoccupazione riguardante il ns paese : è il più "vecchio" d'europa attualmente; l'Istat ci dice che ci sono 18 milioni di pensionati(improduttivi) su un totale di 60milioni di persone circa (cifra dalla quale occorre togliere una bella fetta di minori che non lavorano perchè studiano).

La sostenibilità del ns fardello pensionistico (300 miliardi di € all'anno) è delegato ad una fascia di lavoratori sempre più esigua... [:-I]

Mi fermo qua, altrimenti mi becco un altro rimbrotto ("cribbio! menagramo che non sei altro!") da parte del ns simpatico "animatore turistico" silvio "b", politico a tempo perso e (ex) 1mo Ministro del Consiglio...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Perche' l'Italia e' il paese delle banane.

Postby aorlansky60 » 14 Jun 2013, 12:34

Da fonti economiche diramate quest'oggi, leggo che preoccupa il fatto che la Spagna ha raggiunto un rapporto deb/PIL del 88% nel primo trimestre 2013 con un incremento di +19% rispetto al pari periodo del 2012... [:-I]

...ma, vogliono prenderci in giro?... [:-j]

Davvero "preoccupa" il dato della Spagna, quando stamane Bankitalia ha reso noto l'entità del debito pubblico italiano (che in verità dovrebbe essere fonte di ben maggiore preoccupazione...) riferito ad Aprile 2013, con un valore assoluto di 2.041 miliardi di € (nuovo record storico, manco a dirlo...) e un trend che ci porta al 130% rapporto deb/PIL (considerato che quest'ultimo è visto in calo anche quest'anno, del 1,6% da tutti gli studi di settore nazionali ed esteri, c'è poco di che stare allegri...)

...ci credo che Saccomanni e Zanonato hanno dichiarato in coro che "i forzieri della Stato contengono al momento attuale solo ragnatele", e che "il punto % di IVA programmato in aumento dal 1mo luglio non potrà essere evitato" (con tanti auguri per l'IMU 1ma casa a settembre, ndr...)


Domanda sciocca e banale -quasi retorica- che sorge a questo punto spontanea : visto e considerato che, nonostante un aumento delle entrate fiscali registrato nel primo quadrimeste 2013, il debito pubbl. italiano non accenna a diminuire, cosa si aspetta ancora a dare una sforbiciata vigorosa alla pachidermica macchina statale la cui voracità insaziabile e sconsiderata rischia di trascinare con se l'intero paese nel baratro??? [:-j]

si badi bene, non tagliare quei settori già adeguatamente dissanguati come Sicurezza, Pubblica Istruzione o Ricerca, ma piuttosto :

quando si abbatteranno gli stipendi dei managers pubblici? quando si taglieranno le "pensioni d'oro"? quando si taglieranno definitivamente le province? quando si accorperanno le multi-utilities municipali tagliando i posti in amministrazione? quando si raderànno al suolo tutti quei CDA di tutte quelle "società partecipate"(veri parassiti sangui-suga) orbitanti nei comuni italiani ai quali sembrano legati da un cordone ombelicale indissolvibile??... [:-!] quando cesserà la lottizzazione politica nella ns Televisione pubblica(ammesso che non faccia la fine di quella Greca...) come quella della Sanità pubblica???...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy


Return to L'ultima spiaggia

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest