Te la do' io l'Italia.

Volete parlare d'attualita', di sport o di argomenti che non hanno a che fare con i Genesis? Fatelo qui. Educazione e basso profilo sono obbligatori.

Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 05 Mar 2013, 15:39

Non riesco veramente a capire gli M5S cosa ci siano andati a fare in parlamento se tanto non va bene niente. Cosa ci fanno perdere tempo a fare? Non vanno bene i politici, non vanno bene i tecnici, non vanno bene i giornalisti, non va bene NIENTE. Sono troppo puri per TUTTO.

Peccato che i primi a non andare bene siano proprio loro, com'era ovvio visto che si tratta di una manica di persone improvvisate e in gran parte inette e incapaci. La neo-eletta capogruppo avrebbe bisogno di tornare alle scuole medie a ripassare un po' di storia:

http://www.lastampa.it/2013/03/05/itali ... agina.html

Il sempre ottimo Gramellini ne chiede giustamente le dimissioni immediate in ossequio alle loro purissime e rigidissime regole:

http://www.lastampa.it/2013/03/05/cultu ... agina.html

Io mi auguro che sia gia' iniziata l'opera di ripensamento da parte dei molti ingenui che li hanno votati un po' per protesta, un po' perche' "tanto peggio di cosi'". Non bisogna mai dimenticare che c'e' SEMPRE un peggio, a tutto.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Zeppelin » 05 Mar 2013, 23:29

Il pericolo maggiore che il M5S correva si è concretizzato. I furbetti si sono candidati, ammantandosi dell'ideale relativo al bene della cosa pubblica. Meno male che Grillo ai suoi spettacoli portava questi ragazzi "tutti laureati, che lavorano in un call center, eppure hanno idee e le condividono in rete". Mi stupisco per l'ennesima volta. Ma non so se stupirmi degli italiani, di Grillo o di chi per esso. Si sa benissimo che dopo il posto di lavoro nel pubblico, il furbetto cerca una poltrona politica. Ma è ovvio. Possibile che in rete non esista un test che permetta a Grillo di testare i suoi promettenti giovani? Non so, una macchina della verità on line. Un generatore di test del Q.I. Un cavolo di test di storia. Oppure una sacrosanta macchina che misuri il buon senso!!!
Comunque ciò che non funziona in Italia non è tanto Grillo stesso. Bensì è ciò che fuori di lui. I critici che hanno attaccato il suo operato (e non parlo dei pidiellini, ma di giovani come me, che criticano il M5S) si sono messi d'accordo nell'affermare: "è un fascista!". Così si è non solo sorvolato sul vero problema, ma quest'ultimo lo si è ingigantito. Se l'opinione pubblica si fosse fermata dicendo: "Calma! Adesso vediamo di non candidare arrampicatori sociali.", le cose, FORSE, sarebbero state diverse.
D'agrande faro il scritore
Guardate qua!
User avatar
Zeppelin
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 3459
Joined: 17 Jul 2006, 13:46
Location: Malé (TN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 06 Mar 2013, 10:12

Da cui deriva per ovvia logica cio' che scrivevo nell'altro thread: non si deve candidare gente a casaccio, gente che non si conosce, gente che non si sa da dove salti fuori, gente che non si sa cos'abbia fatto e cosa sappia fare. Ed e' ovviamente un errore votare gente cosi'.

Non e' affatto vero che siano tutti giovani laureati volenterosi. Su La Stampa di settimana scorsa c'era il prevedibile specchietto con "i volti nuovi dei grillini" e c'era dentro di tutto. Chi era avvocato (ma non erano tutti dei porci e dei maiali servi del sistema?), chi impiegato, chi commessa di negozio, chi non aveva fatto un mazza ma si era laureato ed era descritto come "dottore in XY", chi non aveva ancora portato a termine gli studi era descitto come "studente in YX". E va bene. Secondo me si poteva mandare in parlamento qualcuno con le idee piu' chiare riguardo a come siano la vita e il lavoro, non ragazzi che stanno a casa con mamy e papy e che di tanti risvolti duri della vita conoscono per ora solo la teoria, ma va bene.

Piu' di tutti pero' mi ha colpito una ragazza. Questa non aveva mai lavorato, non aveva nemmeno studiato, non aveva fatto un tubo di una mazza di niente. Il vuoto che la natura aborre; il nulla intersiderale. Talmente anonima che, per non lasciare in bianco la finestrella con la descrizione, hanno scritto "militante". Ammazza, pensa te'. Non e' nemmeno segretaria della bocciofila del paese o commessa in un negozio o sciampista: niente di niente. Han dovuto scrivere: militante. Questa e' in parlamento, eh, intendiamoci. Che poi: chi campava di sola politica, non era un "cadavere vivente, gia' morto, che deve solo sparire"? Sorvoliamo sulla coerenza interna.

Cosa fara' ora di straordinario questa "militante" per risollevare le sorti del paese? Oltre ad impedire ad oltranza ed a priori la formazione di un governo che conduca la nazione, intendo dire. [:-j]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 06 Mar 2013, 10:52

Tutto vero, anche qui.
Ma una volta tanto invece di guardare l'altro, cominciamo a guardarci "come se fosse un noi". I Grillini, come i pdellini, non arrivano da Marte. Sono NOI (scusate il neologismo).
E non voglio a 10 gg dalle elezioni cominciare a fare di tutta l'erba un fascio. Anche perchè "noi" del pd (o ex) abbiamo altrettanti impresentabili. Il proporzionale, poi, non aiuta.
Faccio un esempio per assurdo.
Il primo in lista del pd in Piemonte2, ex assessore regionale, Mino Taricco: che lavori vanta? politica, agricoltura e sindacalismo in confederazioni agricole. Lo conosco, è una persona a modo, ma sulla carta non può promettere bene. Almeno, leggessi le stesse cose di un pdellino, storcerei il naso. E invece è un'ottima persona e politicamente uno che si è sempre sbattuto. Poi, i risultati a livello regionale, lo dico sinceramente, non li conosco. Ma avendolo conosciuto in passato non posso non fidarmi. Ma uno che non l'avesse conosciuto personalmente? Ecco, nel suo caso avviene il contrario. Per assurdo, non voglio stigmatizzare tutti, fino a prova contraria.
Tu dirai "si ma la situazione è grave e qui si gioca sulla nostra pelle". Vero, ma loro c'hanno messo la faccia. Io aspetto di vedere cosa succede. E soprattutto non mi fido più dei giornali (La Stampa poi...). Alla prima occasione di notizia distorta non c'ho fatto caso. Alla seconda ho storto il naso, alla terza ho cominciato a farmi domande. Mo sono in doppia cifra, e allora cerco di informarmi un po di più
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 06 Mar 2013, 12:00

Okay, pero': primo PD e SEL sono gli unici partiti che han fatto non solo le primarie ma anche le parlamentarie, se si voleva qualche nome particolare in lista bastava andare a votare e proporlo.

Secondo: Taricco non sara' una cima ma, come tutto il PD, un governo in alleanza con qualcuno compatibile con un programma di centro-sinistra lo vuole fare. La "militante" no. Fa schifo tutto, sono tutti morti. E allora cosa facciamo, stiamo li' a giocare alle belle statuine?
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 06 Mar 2013, 12:31

scusa, ma se per assurdo tu fossi al posto dei grillini...
- faresti un governo con chi hai sempre detto di essere il male del Paese
- aspetteresti che pd e pdl si unissero in un governissimo, aspettando che continuino a fare quello che han sempre fatto?

d'altra parte... pd e pdl hanno imho 1 solo modo per salvarSI: unirsi e fare le modifiche chieste dai Grillini (e da quasi tutto il Paese), cioè legge elettorale, conflitto d'interessi, falso in bilancio etc... così potrebbero annullare il M5S. Se non faranno così, moriranno davvero...
D'altra parte S ha tutto l'interesse di guardare da fuori (e ridere).
quindi?
cosa succederà non lo so, ma ognuno ha interessi diversi, ovviamente. Vincerà chi "toglierà il piede per ultimo", imho
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Zeppelin » 06 Mar 2013, 13:18

chvfrc wrote:scusa, ma se per assurdo tu fossi al posto dei grillini...
- faresti un governo con chi hai sempre detto di essere il male del Paese


Sì, perché è la logica del buon senso che lo vuole. Il male è PD e PDL. Ma a ben vedere il PDL è più male del PD (basta guardare i nomi dei condannati in parlamento). Al momento il Paese è ingestibile, vuoi per colpa del PD, vuoi per colpa del PDL. E' da decerebrati credere che si possa cambiare tutto e subito. Ergo, come per il voto, bisogna scegliere ciò che fa meno schifo. Il PD, in questo caso. Visto che il decisionismo non è propriamente nelle corde di Bersani & co., i Grillini avrebbero il coltello dalla parte del manico. Potrebbero spingere per attuare le riforme, altrimenti farebbero cadere il governo. E se questo governo caduto (per mano dei Grillini che si sono visti costretti a farlo perché il PD non accettava le riforme stesse) fosse formato dal PD, quest'ultimo, in un'altra eventuale tornata elettorale, non verrebbe rivotato. Andrebbero tutti a votare il M5S. Anche quelli che hanno votato comunque PD pochi giorni fa. Ora, se i Grillini ottenessero dall'alleanza col PD le riforme (falso in bilancio, corruzione ecc), sarebbero loro a farci bella figura, perché negli anni passati, quando il PD era al governo, non ha mai e dico mai fatto nulla per ridimensionare, ad esempio, il conflitto d'interesse. Quindi, se i Grillini spingessero per attuare le riforme, avrebbero fatto un passo in avanti per poter cambiare il Paese. Nessuno è così stupido, lo ripeto, da credere che una manciata di semi-sconosciuti possa cambiare la politica di un Paese che ha più sovrastrutture di uno Stato del terzo mondo. Non si può. Bisogna cominciare dai piccoli passi, come le riforme, l'abbassamento delle spese parlamentari ecc. Solo così il Grillismo potrà essere credibile. E forse si prenderà il mio voto.
D'agrande faro il scritore
Guardate qua!
User avatar
Zeppelin
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 3459
Joined: 17 Jul 2006, 13:46
Location: Malé (TN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 06 Mar 2013, 13:47

Non solo sottoscrivo tutto quanto scritto da Zep, ma rilancio. I Grillini pensano di essere tanto furbi a fare i puri perche' magari sperano che si torni a votare entro un mese e che a quel punto i partiti tradizionali prendano una batosta terrificante. Io penso accadra' l'esatto contrario, perche' se loro si credono furbi gli altri sicuramente non sono scemi. Ad esempio dubito che Bersani si ripresenterebbe: ha gia' ammesso in diverse interviste di considerare la sua vittoria in pratica una sconfitta. Quindi, per logica, toccherebbe al secondo arrivato alle primarie: Renzi. Difatti quei "maiali schifosi morti viventi" dei giornalisti ci fanno sapere che in questi giorni il telefono di Renzi, e non per caso, e' rovente.

Renzi si prenderebbe senza alcun problema:

- tutti i voti presi dal PD alle ultime elezioni, nessuno escluso;
- tutti i voti di chi avrebbe votato PD se solo Renzi avesse vinto le primarie al posto di Bersani;
- tutti i voti dei delusi del PDL (gia' all'epoca delle primarie un sacco di gente del PDL aveva dichiarato che non avrebbe votato Bersani, ma Renzi si');
- un bel po' di voti degli indecisi, a cui Renzi piaceva piu' di Bersani;
- una fetta COLOSSALE di voti andati per pura "protesta" al M5S, che ha pero' dimostrato di non essere assolutamente una forza di governo ma solo un'accozzaglia di casinisti e primedonne non disposti ad alcun dialogo;
- una discreta percentuale di voti di "grillini" veri e propri, delusi dal comportamento tenuto dal partito che si e' rifiutato di andare al governo.

Il risultato? Renzi stravincerebbe, ma proprio a mani basse. Sarebbe forse il primo governo monocolore nella storia repubblicana. Il M5S sparirebbe nel nulla: percentuali da prefisso telefonico. Quindi, secondo me, dovrebbero urgentemente piantarla di fare gli indiani che non parlano con nessuno: non conviene al paese che a parole eran tanto ansiosi di "migliorare", ma in primo luogo non conviene affatto a loro stessi.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 06 Mar 2013, 14:17

si, condivido molto di quello che dite.
però qualora m5s e pd si unissero, temo non riuscirebbero a fare le riforme e quindi se ne gioverebbe S.
credo che i m5s aspettino di capire cosa succederà con renzi (non per niente convocato da monti, ancora presidente intanto, prima di Bersani). concordo sul fatto che renzi a sto punto prenderebbe un sacco di voti, ma bisogna capire CHI farà cadere tutto e chi fallirà. tutti aspettano. per questo sono convinto che andremo a votare e vincerà chi estrarrà la pistola per ultimo, se saprà essere più veloce...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 06 Mar 2013, 14:24

Intanto vedo che Crozza la pensa come me [:D]

http://video.repubblica.it/dossier/movi ... 431/119916
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 06 Mar 2013, 14:41

[:D] [:D] [:D]
grande come sempre!
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 06 Mar 2013, 14:46

da Wikipedia:
All'età di 16 anni, milita in un gruppo marxista-leninista; fino al 1979 frequenta il movimento d'estrema sinistra Democrazia Proletaria
In questo periodo ha un'esperienza come conduttore radiofonico in una radio libera, Radio Varese.
Nello stesso anno, il 1979, ... contatta i primi partiti autonomisti; quello più importante dell'epoca è l'Union Valdôtaine ... prosegue l'organizzazione di un movimento autonomista ...
Laureatosi in giurisprudenza si reca a L'Aquila in Abruzzo per sostenere l'esame di stato da procuratore ed è quindi praticante avvocato presso l'avvocato Calligari a Varese
Lavora quindi per diverse società: nell'ufficio legale del Banco Ambrosiano guidato da Roberto Calvi poi è manager legale della multinazionale statunitense Avon cosmetici e consulente per la Mythos.
Nel 1989 partecipa alla fondazione della Lega Nord di cui ricopre dal 2002 l'incarico di Coordinatore della Segreteria politica federale


oggi questo tizio è presidente della Regione Lombardia...
questo solo per dire che c'è speranza per tutti [:-|]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 06 Mar 2013, 16:37

High scrive :

"Io mi auguro che sia gia' iniziata l'opera di ripensamento da parte dei molti ingenui che li hanno votati un po' per protesta, un po' perche' "tanto peggio di cosi'". Non bisogna mai dimenticare che c'e' SEMPRE un peggio, a tutto."

Con tutta probabilità, il "peggio" deve ancora manifestarsi con tutta la sua potenza in una nuova tornata elettorale...

Così, dopo avere inaugurato il voto invernale sperimenteremo anche quello autunnale (dubito fortemente tra i "6 mesi" che vedono in molti a partire da oggi, dato che coinciderebbe con il periodo vacanziero degli italiani)...

...ed altri 400milioni di € da mettere sul conto quali costi da sostenere per i seggi, per l'anno 2013 se ne sentiva proprio il bisogno...

Certo che pensare "peggio" di quanto sia stato messo in mostra da formigoni e buona parte del suo consiglio regionale,
oppure spostando il tiro a quanto è avvenuto recentemente alla Regione Lazio, mi è facile comprendere anche il "voto di protesta populista"... [:-j]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Thomas Eiselberg » 06 Mar 2013, 20:31

highinfidelity wrote:
Peccato che i primi a non andare bene siano proprio loro, com'era ovvio visto che si tratta di una manica di persone improvvisate e in gran parte inette e incapaci. La neo-eletta capogruppo avrebbe bisogno di tornare alle scuole medie a ripassare un po' di storia:


In questi giorni nei quali abbiamo potuto ascoltare finalmente il parere di questi illustri esponenti del M5S ne sono uscite fuori di cose da mani nei capelli: tra neo-fascisti, sciachimisti, signoraggisti, complottisti, ex concorrenti del grande fratello, semi-analfabeti, cospirazionisti... [&:-S]

Non ci siamo fatti mancare nulla
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 07 Mar 2013, 10:14

Thomas Eiselberg wrote: ex concorrenti del grande fratello

[:0]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Thomas Eiselberg » 07 Mar 2013, 11:38

chvfrc wrote:
Thomas Eiselberg wrote: ex concorrenti del grande fratello

[:0]


http://www.davidemaggio.it/archives/666 ... ente-video

http://www.meetup.com/lombardia5stelle/ ... /69455212/
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 07 Mar 2013, 12:05

per fortuna che voto in Piemonte2...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 07 Mar 2013, 12:10

Tra l'altro iscritto a fine Novembre 2012... veramente un convinto grillino della prima ora! [:-j] Mica uno che salta sul carro all'ultimo, no no!!! [:-j] Complimentoni a tutti! Al prossimo giro speriamo che Grillo candidi anche il proprio cavallo! W il nuovo M il vecchio! A priori, senza neanche star li' a guardare cos'e' il nuovo e cos'e' il vecchio, son robe che facciamo solo noi MORTI, noi FINITI! [xx(]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Zeppelin » 07 Mar 2013, 13:56

Cito dal primo sito postato da Thomas: "[...]E’ da un anno che sono iscritto al Movimento Cinque Stelle[...]". Cominciamo bene. Il colmo sarebbe stato mentire sul proprio nome: "Mi chiamo Nereo Casalino e da un anno sono iscritto al M5S.... [:-D]
D'agrande faro il scritore
Guardate qua!
User avatar
Zeppelin
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 3459
Joined: 17 Jul 2006, 13:46
Location: Malé (TN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Thomas Eiselberg » 09 Mar 2013, 11:51

Zeppelin wrote:Cito dal primo sito postato da Thomas: "[...]E’ da un anno che sono iscritto al Movimento Cinque Stelle[...]". Cominciamo bene. Il colmo sarebbe stato mentire sul proprio nome: "Mi chiamo Nereo Casalino e da un anno sono iscritto al M5S.... [:-D]


[:-D]

Perchè non entra nel partito di Giannino allora, credo che si troverebbe bene [:D]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 11 Mar 2013, 09:30

Cito una perla di oggi, relativa alla chiusura totale ad un governo in alleanza col PD:
Gli eletti del M5S a Roma: «Non consulteremo la base».


Cioe'? Come i vecchi politicanti, che arrivati a Roma della base se ne strafregavano? Quelli MORTI che dovevano solo SPARIRE?
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Zeppelin » 11 Mar 2013, 11:21

Porcaccia la miseria. Di male in peggio.
D'agrande faro il scritore
Guardate qua!
User avatar
Zeppelin
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 3459
Joined: 17 Jul 2006, 13:46
Location: Malé (TN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 11 Mar 2013, 14:41

...speriamo almeno che si consultino tra di loro, in modo da adottare una linea comune... [:-I]

...perchè altrimenti... [:-|]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 13 Mar 2013, 09:00

E' uscito il tanto atteso [:-j] Statuto dei grillini. La vicepresidenza e' stata assegnata al nipote di Grillo e in consiglio c'e' anche il suo commercialista, nel solco del peggiore nepotismo italico neanche da prima repubblica ma da papato medioevale.

Nel frattempo, non so in base a quale ragionamento, nella mente distorta dei grillini il loro partito, giunto secondo alle elezioni, e' come per miracolo diventato il primo e quindi pretendono di fare nomi per la presidenza della Camera e del Senato. [:-|]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 13 Mar 2013, 12:28

«l'Italia è di fatto già fuori dall'euro; l'Italia rimarrà nell'area euro finché le banche del Nord Europa non riavranno gli investimenti effettuati dalle loro banche sui titoli di Stato italiani, poi le stesse banche lasceranno cadere il Belpaese come una patata bollente... serve un referendum popolare per decidere se restare o uscire dalla moneta unica...»




Queste dichiarazioni odierne di Beppe Grillo rilasciate alla stampa estera(tedesca per la precisione), unite ad una probabile "empasse" politica italiana nel medio-breve termine potrebbero portare occhi e riflettori della finanza internazionale di nuovo puntati sul "belpaese".
[:-I]
Se le forze politiche italiane votate nell'ultima tornata elettorale "non fanno presto" a trovare un intesa a livello di "Grosse-coalition" (turandosi il naso se serve e rinunciando ai soliti privilegi da "orticello" tipici del modo di vedere ed intendere italiano) qui temo che possiamo tornare a livelli lugubri come quelli già vissuti nell'autunno 2011... Ma questa eventualità credo sia già stata messa per certo da certa finanza speculativa che già si stà fregando le mani all'idea...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Conclusione: il M5S mi fa schifo.

Postby highinfidelity » 26 Mar 2013, 09:36

Tutti mi ripetevano: ma no dai loro tempo, sono una novita', sono un po' spaesati ma non e' colpa loro, hanno la stampa contro tante cose non sono vere, e blah blah blah. E d'accordo, l'ho fatto. Diamo tempo al tempo. Non prendiamoli di punta. Non spaventiamoci delle novita'. Non diamo i soliti giudizi affrettati.

Ho ora raccolto elementi a sufficienza per farmi un'idea precisa del M5S e sui suoi aderenti. La conclusione e' la seguente: li disprezzo profondamente, molto piu' di prima, e anzi mi hanno portato a maturare un sentimento d'odio profondo verso di loro. Sono giunto a detestarne perfino il nome, questa cretinata puerile delle "cinque stelle".

Queste sono le ragioni, che vado naturalmente a motivare:

- Vanagloria e supponenza devastanti. Chi sono questi bambocci sconosciuti per dire che il procuratore antimafia Grasso e' una trappola, che era molto meglio il loro "candidato a cinque stelle"? Ah si', perche' invece Grasso di stelle ne aveva solo due o tre? E chi cavolo sarebbe invece il vostro candidato che ne ha ben cinque, visto che non s'era mai sentito nemmeno nominare? Cos'ha fatto di bello fino a ieri? Che Grasso di stelle ne ha solo due o tre potrebbe permettersi di dirlo magari il giudice Falcone, se resuscitasse, o un Borsellino novello Lazzaro. Allora si'. Al limite Caselli, d'accordo, ci puo' stare. Non certo un vecchio comico grassone con la sindrome di Dio.

- Saccenza e mancanza d'educazione senza pari. Come ti permetti di dire che con i tuoi discorsi da grillino hai "tenuto sveglio" il presidente della repubblica Napolitano? Ma chi ti credi d'essere? Ma non ti vergogni? La mamma non t'ha insegnato il rispetto? Casomai lo avrai fatto dormire in piedi tu, con le tue cretinate senza capo ne' coda, mentre aveva ben altre cose a cui pensare e provvedere. Che il presidente dorme lo avrebbe potuto dire, al limite, e non l'ha mai fatto, la senatrice a vita Rita Levi Montalcini. L'avvocato Gianni Agnelli. Il premio Nobel Renato Dulbecco. Se Dulbecco dicesse "il presidente dorme", va beh, come italiani dovremmo prenderne atto. Ma tu, sbruffoncello da quattro soldi, bulletto sparacazzate da internet, chi ti credi di essere?

- Ignoranza ed arroganza abissali. Credo abbiate sentito tutti il bel siparietto del sindaco di Parma, il sindaco che ha ben cinque stelle e non solo due o tre come tutti gli altri, il quale non sa dove sia Kabul, capitale in cui molti suoi concittadini si trovano in missione militare da un decennio, e non ha mai sentito nominare Medvedev, l'uomo che gli vende il gas con cui si scalda il sedere in municipio. Lo stesso sindaco a cinque stelle (non quattro e non sei) che l'inceneritore che aveva promesso di demolire l'ha invece dovuto accendere a piena potenza, esattamente come "gli altri" gli avevano detto che sarebbe stato costretto a fare. Che dire poi del loro impareggiabile portavoce, che non sa nemmeno controllare il proprio linguaggio e non riesce a parlare con la stampa in mondovisione senza usare "stronzi" e "cazzo" come continui intercalari? Se questo e' il portavoce chissa' il livello medio di tutti gli altri.

- Totale mancanza di democrazia. Non e' affatto vero che si decide tutto via chat discutendone con la base e che ogni riunione viene trasmessa in streaming. Anzi e' vero il contrario: "combinazione" lo streaming non si riesce mai a realizzare. Anche la riunione seguita all'incontro con Napolitano si e' svolta a porte chiuse, blindate per meglio dire. La risposta alla semplicissima domanda "dove sono i server, chi li gestisce e in che modo, e con quali strumenti e' garantita la neutralita'" non e' mai arrivata, nonostante sia cosi' semplice che chiunque usi un computer sarebbe in grado di rispondere. Il livello di democraticita' interno al M5S e' talmente basso che, lo dico per esperienza diretta, non potrebbe costituirsi come associazione aspirante a fondi comunali neanche sotto forma di bocciofila o di pro loco per organizzare la polenta del paese: lo statuto sarebbe bocciato in prima lettura. Provare per credere.

- Assoluta mancanza di oggettivita' e senso critico. Ogni posizione contraria, critica, o anche solo non perfettamente allineata viene soppressa con la violenza: allontanamenti, espulsioni, minacce, punizioni. Ogni voce dissenziente viene bollata come "schizzi di merda digitale", "troll del cazzo pagati dagli altri partiti politici", "attacchi informatici", "stronzi che vengono qui solo per piantare casino". Cosi' e' troppo facile, caro Grillo!

- Programma insulso e cialtronesco. In pratica e' stato scritto come la "lista dei desideri" dei negozi online di internet. Hanno semplicemente messo insieme col copia & incolla i desideri personali di ciascuno, senza minimamente preoccuparsi del fatto che siano realizzabili o meno e se abbiano un senso o no. Potevano metterci anche "la pace nel mondo", "la fine della fame in Africa" e "l'eterna giovinezza e vita eterna", tanto la mancanza di contatto col mondo reale e' assoluta.

- Desolante deserto di competenze e capacita'. Se qualcuno s'era per caso illuso che dietro la facciata giovane e simpaticamente impreparata del M5S ci fosse in realta' una rosa di nomi di peso in grado di risollevare le sorti del paese, credo debba ormai farsene una ragione: non c'e' nessun nome di peso. C'e' solo un Sahara di preparazione, un'Antartide di competenze, un lunare Mare Tranquillitatis di capacita' di fare. La loro idea e' di limitarsi a dire "si'" o "no" a provvedimenti presentati da "altri". Perche'? Non sanno scrivere?

- Stupidita' e servilismo conclamati. Forse non e' chiaro ai ragazzini del M5S che ora non sono piu' dei "militanti", ora, purtroppo per noi, sono dei deputati e dei senatori della Repubblica, sono degli eletti dai cittadini, detengono il potere legislativo. Forse non sanno cosa sia. Lo spiego subito: loro sono deputati e senatori, Beppe Grillo non e' nessuno. Quindi sono loro che sono li' per decidere, non Beppe Grillo. Beppe Grillo non e' stato eletto dalla popolazione, e' un cittadino qualunque. Sono loro che hanno ricevuto dagli italiani il mandato di dire al signor Grillo Beppe, cittadino qualunque, cosa deve fare e cosa e' giusto o no, non il contrario. Ripetere come pappagalletti ammaestrati quello che gli mette in bocca Grillo e' da servi e da stupidi privi di una testa propria con cui ragionare. Ed e' tipico della vecchia, vecchissima politica: si fa quello che dice il capo, testa china e via.

- Disarmante mancanza di logica e senso pratico. L'attivita' legislativa prevede la formazione d'un governo, il quale si insedia previo ottenimento della fiducia nelle due camere. E' un concetto semplicissimo che viene insegnato a tutti alle scuole medie. Non mi sembra tanto difficile da capire, forse potremmo aiutare i bambini del M5S facendo un disegnino alla lavagna. E' da stupidi pretendere che "altri" formino un governo senza fiducia quando il meccanismo, che e' scritto in modo inequivocabile sulla Costituzione ed e' semplicissimo, e' un altro. Ed e' da cretini patologici insistere a ripetere lo stesso concetto una volta che ti e' stato spiegato per filo e per segno che, molto semplicemente, non e' costituzionalmente possibile metterlo in pratica.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 26 Mar 2013, 09:50

i primi 8 punti sono condivisibili.
L'ultimo... provo a guardarlo dall'altra. Se il Governo dovesse farlo S.?
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 26 Mar 2013, 10:01

E lo dicano, allora! Lo facciano! Facciano qualcosa, no? Facciano un governo con silvio, facciano un governo di destra, facciano un governo fascista, facciano un cancro che li spacca!!! Cosa facciamo, giochiamo alle belle statuine?

Tanto guarda, lo s'e' capito da subito che sono fascisti mascherati, non serviva aspettare. Beppe Grillo e' notoriamente un fascistone, da sempre, lo so da quando ero un bambino, lo sanno tutti. E poi l'hanno pure detto, apertamente: << noi dialoghiamo con Casapound >>. Ammazza, piu' chiaro di cosi'. << Prima che il fascismo "degenerasse" ( [:-I] ?) ha fatto tante cose buone, soprattutto per le famiglie e per le donne ( [:-I] ?)>>. Non so: cos'altro dovevano fare per farlo capire, mettersi il fez e brindare a olio di ricino cantando "arrivano i sommergibili"? Da questo punto di vista i moltissimi di sinistra che li hanno votati perche' non aveva vinto il loro beniamino Renzi (e sono un'infinita': gia' solo tra parenti e conoscenti ti potrei preparare un elenco chilometrico) sono stati letteralmente dei POVERI POLLI!!! Piu' precisamente sono stati altro [:-I], ma limitiamoci in questa sede a definirli "polli".
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 26 Mar 2013, 11:01

io ho votato Bersani alle primarie e M5S e non ho paura di dirlo. Semplicemente perchè la campagna del Pd come ben sai la ritengo dannosa e le prospettive attuali del Pd peggiori. E soprattutto perchè ho voluto fare un voto "uninominale" nonostante il proporzionale, visto che nella mia zona, il primo del Pd lo stimavo ma già sapevo sarebbe passato, i 2-3 successivi, piuttosto di votarli, non avrei votato. Al Senato, poi, peggio che andar di notte. Ma visto che non votare non è concepito dalla mia religione, mi sono informato sui primi in lista del M5S, dei quali 1 la conosco indirettamente, è ho dato a loro la mia fiducia.
Poi, che siano di destra o no, questo non lo so e se si confermeranno come tali, tornerò sui miei passi (tanto avrò presto occasione, dato l'imminente nuovo voto, credo).
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 26 Mar 2013, 11:18

E va bene, ma tanto so gia' che non e' che li hai votati "perche' non aveva vinto Renzi", l'uomo dei famigerati "indecisi". Hai fatto altri ragionamenti, fin troppo fini secondo me: il M5S non meritava proprio tanta finezza.

Ora ti chiedo un'opinione: sei soddisfatto del tuo voto? Trovi stiano agendo bene, in modo sensato? Meglio del PD? Li rivoterai?

Te lo chiedo perche' loro si sono auto-convinti che con la tattica delle belle statuine prenderanno il doppio, se si tornera' a votare.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 26 Mar 2013, 11:35

come già detto tempo fa, il Pd mi sta deludendo tantissimo a livello locale e nelle ultime 3-4 settimane sta confermando (purtroppo) il mio pensiero anche a livello nazionale.
Sono profondamente deluso dal Bersani (il "siamo seri" di ieri è l'ennesima dimostrazione della sua pochezza).
Dal M5S mi aspettavo un'attività di controllo, coerenza e "rottura di coglioni". Ed è esattamente quello che stanno facendo.
Se avessero fatto il governo col Pd avrebbero fatto l'esatto contrario di quello che hanno sempre detto. E visto che a me (purtroppo) piace la coerenza, anche se sono io il primo a non riuscire a rispettarla, preferisco che si "aventinino" piuttosto che accondiscendere a patti che li porterebbe sulla via della dissoluzione.
Non sto seguendo le loro attività giorno per giorno. Però quando riesco faccio la cosiddetta "media di Chieri" tra sito di Grillo e media classici. E per ora vedo da parte loro un purismo eccessivo ma, ripeto, me lo aspettavo. Dall'altra parte un'attività di denigrazione eccessiva e fastidiosa. Stamattina sentivo Bottura su Radio Capital sparare a zero su Crimi che dormiva in parlamento. Ok, vergognoso, ok, fa satira, ma non ho mai sentito dire: guardate che i vostri punti cardine sono anche quelli della sinistra. Dal voto ad oggi sento solo denigrazione. E mi spiace.
Sto cominciando a pensare che uno dei problemi più dannosi dell'italiano medio sia il "Partitopresismo". scusa il terribile neologismo
e da una parte e dall'altra eh!!
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 26 Mar 2013, 11:50

Scusa, ma che giornali leggi? Io da Marzo in qui non ho letto altro che commenti e/o appelli di giornalisti e personalita' della scienza e dell'arte che facevano loro presente che col Pd hanno il 75% di programma in comune (intendo dire la parte veramente realizzabile, non le favolette per bambini). C'e' stata anche una raccolta di firme colossale capitanata da Benigni. Solo di oggi: l'opinione di Don Gallo e Franco Battiato

http://video.repubblica.it/politica/don ... 3410?video
http://www.lastampa.it/2013/03/26/itali ... agina.html

Poi parli di presopartitismo. Io veramente non mi baso sui partiti presi, e neanche su fatti riportati da altri. Non serve: gli eletti del M5S sono talmente ignoranti e anche cosi' sciocchi e sprovveduti, abituati come sono all'impunita' delle cazzate che si possono sparare su internet, che le cose te le senti dire in faccia direttamente dalla loro viva voce. Ecco ad esempio il deputato (!) Riccardo Fracarro che con tanto candore confessa involontariamente davanti alla telecamera di avere gia' commesso una mezza dozzina di reati penali ed almeno altrettanti illeciti amministrativi:

http://video.repubblica.it/dossier/movi ... 477/121967

Dalla Germania, un commento sulla democrazia che proviene da fonte non sospetta anzi da un movimento analogo:

http://www.lastampa.it/2013/03/26/itali ... agina.html
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 26 Mar 2013, 13:48

chvfrc wrote: Dall'altra parte un'attività di denigrazione eccessiva e fastidiosa. Stamattina sentivo Bottura su Radio Capital sparare a zero su Crimi che dormiva in parlamento. Ok, vergognoso, ok, fa satira, ma non ho mai sentito dire: guardate che i vostri punti cardine sono anche quelli della sinistra. Dal voto ad oggi sento solo denigrazione. E mi spiace.
Sto cominciando a pensare che uno dei problemi più dannosi dell'italiano medio sia il "Partitopresismo". scusa il terribile neologismo
e da una parte e dall'altra eh!!


scusa, mi sono espresso male. Parlavo di Bottura in particolare. E mi riferivo a lui perchè l'ho trovato sempre molto equilibrato e equidistante. In questo caso, forse perchè la cosa è più lampante come dici tu, trovo abbia preso più la cosa a cuore
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Zeppelin » 26 Mar 2013, 21:33

highinfidelity wrote: Ecco ad esempio il deputato (!) Riccardo Fracarro che con tanto candore confessa involontariamente davanti alla telecamera di avere gia' commesso una mezza dozzina di reati penali ed almeno altrettanti illeciti amministrativi


Scusa Marco, ma forse mi è sfuggito. Ma quali sono gli illeciti che rilevi nel video? Io ho dovuto cercarlo su youtube, perché quello che hai linkato andava a scatti ed era impossibile guardarlo. Spero fosse quello giusto, ma iniziavano, più o meno, tutti e due con quell' "Io rinuncio...ecc ecc". Non credere che la mia domanda sia tendenziosa o accusatoria (magari perché 'sto tizio è trentino), mi raccomando. Solo che mi sfuggono queste confessioni.
D'agrande faro il scritore
Guardate qua!
User avatar
Zeppelin
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 3459
Joined: 17 Jul 2006, 13:46
Location: Malé (TN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 27 Mar 2013, 09:31

No no, certo: non avendo pratica di pubblica amministrazione o di polizia giudiziaria (nel corso della vita volente o nolente io le ho dovute maturare entrambe) certe cose non ti suonano all'orecchio.

Ad esempio dice di dare (o voler dare, che e' lo stesso) soldi al fidanzato della sorella per farsi aiutare in ufficio. Se lo fa a titolo di favore, questo configura una somministrazione di lavoro in nero, il che configura contemporaneamente un reato penale e un illecito fiscale. Se invece lo fa a titolo ufficiale, e' peggio ancora perche' all'impiego pubblico si puo' accedere solo mediante concorso pubblico, il che configura un reato penale gravissimo, addirittura avente rango costituzionale (Art. 97 CI, comma terzo).

Dice poi d'avere dato la sua firma digitale ad un collaboratore in modo che possa rispondere lui alle email. La firma digitale e' legalmente parificata alla firma autografa, sono giuridicamente la medesima cosa ed hanno il medesimo valore legale. Non e' un Mp3 che si scambia con gli amici sul blog di Grillo. Lui che l'ha data a terzi ha commesso uno a caso dei seguenti quattro reati e, a seconda degli atti che sono stati successivamente perfezionati con detta modalita', forse tutti e quattro assieme: falso materiale, falso in atto pubblico, falso in atto pubblico commesso da pubblico ufficiale (Artt. 476, 477 e 478 C.P.), falso informatico (Art. 491bis C.P.). Il subordinato che l'ha impiegata al suo posto rischia i primi due e il quarto, piu' il reato di sostituzione di persona o, in subordine, tentata sostituzione di persona (Art 494 C.P.).

E cosi' via. Se leggi i commenti che seguono sul link che ti avevo inviato, probabilmente ne troverai segnalati molti altri.

Anche la rinuncia al compenso e' solo una cretinata demagogica, perche' quello e' un compenso statale che ti spetta per legge e punto e fine: come il caso della Sicilia insegna (o dovrebbe insegnare), non puoi decidere tu con una dichiarazione a video. Puoi solo scegliere tra tre cose: se fartelo arrivare in banca, se fartelo arrivare in posta, se riceverlo in mano come contanti. Fine. Tutto il resto non lo puoi fare perche' la legge non lo prevede, punto. Se vuoi, visto che in teoria saresti li' apposta pagato per farlo e non solo per scaldare la sedia, puoi cambiare la legge in modo da prevedere che, volendo, si possa rinunciare ai compensi. Ma per farlo, ça va sans dire, devi prima votare la fiducia ad un governo qualsiasi e poi depositare una tua proposta di legge. Non giocare a fare la bella statuina.

Tutto questo perche'? Perche' e' reso possibile, in un paese non normale come l'Italia, che io per ricoprire la carica di Carabiniere prima e di impiegato pubblico poi, entrambi ruoli subordinati, anzi subordinatissimi, mi sia dovuto sorbire mesi di durissima scuola militare prima e interminabili concorsi pubblici dopo (e fin qui e' giusto), mentre per sedere in parlamento a dirigere un'intera nazione basta essere un analfabeta qualsiasi (e questo, secondo me, non e' giusto).

Io ritengo fermamente che per accedere in parlamento debbano essere necessari alcuni requisiti minimi in fatto di istruzione e/o di concorsi pubblici. L'esatto contrario dell'abolizione del valore legale del titolo di studio voluto dalla loggia massonica P2 prima e ripreso (pura casualita' [:---(] ) dal nano con stalliere mafioso poi.

Dal che il mio accorato appello pre-elettorale, naturalmente passato inascoltato: non votate degli analfabeti o degli sprovveduti solo perche' sono "nuovi", "giovani" e "simpatici". Non serve a nulla essere "nuovi", "giovani" e "simpatici", occorre conoscere le cose e possibilmente anche saperle fare. Chi non si e' tirato un gran bel culo per anni sui libri e/o nella pratica d'ufficio, non le sa e non le sa neanche fare: e' matematico. E chi invece il culo se lo e' tirato alla grande per anni, solitamente non e' piu' tanto giovane e spesso ha anche esaurito un po' la sua carica di simpatia lungo il percorso.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Zeppelin » 27 Mar 2013, 11:27

In pratica un luminare. Oggi sul quotidiano regionale c'era un articolo relativo al suo video. Si parlava solamente del fatto che lui ha deciso di affidare un incarico ad un parente (il marito della sorella). Però noto che di errori ne ha già fatti molti. So' ragazzi, verrebbe da dire. Ma a maggior ragione: serve esperienza. O meglio, servIVA esperienza. Credo che una buona politica debba essere esercitata da chi ha dedicato tutta la vita a questo nobile impiego, dunque maturando un'esperienza politica importante prima di assumersi responsabilità, in questo caso, parlamentari. Ti dirò che 'sto Fraccaro mai lo ebbi a sentire.

Tra l'altro ho visto su Rainews lo streaming Bersani VS Crimi-Lombardi. Diciamo che Bersani mi è apparso subito per quel che è: un uomo da bettola, da bar; mancava solo iniziasse a parlare in dialetto ruttando. Ma è il suo modo di fare, e vi dirò che mi piace anche. Ma per il resto, veramente, poco incisivo. In sostanza, ha ripetuto che ha già pronto tutto (riforma elettorale, sul conflitto d'interessi ecc.), ma secondo me ha compiuto l'errore di dire tutto questo a mo' di promessa. Crimi e Lombardi hanno subito detto: "Ci sembra di stare a Ballarò. Sono cose che sentiamo da 20 anni e in questi ultimi non avete combinato un bel niente". E da un certo punto di vista hanno ragione. Ora, io non so se si può fare o meno, magari a livello di deontologia politica, ma se Bersani mettesse le cose in chiaro, allora, forse, l'M5S potrebbe anche cambiare idea. Riconosca gli errori del passato (mollezza o connivenza con FI, poi PDL) e poi dica senza peli sulla lingua: "Preferite me o Berlusconi?...Ragassi, solo un governo PD-M5S potrebbe attuare veramente le riforme. Berlusconi è il male, noi, insieme, potremmo fare il bene". E forse, l'M5S potrebbe anche bloccare quei giochi di potere che serpeggiano anche nel PD, conniventi in passato col PDL (altrimenti non mi spiego come mai non si sia mai riusciti a mettere in atto 'ste benedette riforme).
L'M5S però si è avvicinato al PD solo nel momento in cui ha sostenuto che quest'ultimo riceverà pieno appoggio solo se i ddl verranno ritenuti giusti o meno. Ma il governo, senza M5S, o non si fa o rimarrebbe fragilmente instabile.

Ultima cosa, nella conferenza stampa, avvenuta dopo l'incontro PD-M5S, Crimi ha risposto a una domanda:
"Voi volete un governo M5S. Ma dove li troverete i numeri?"
"Noi abbiamo una cosa che gli altri non hanno: la credibilità!"
"Certo, d'accordo, ma un governo si forma con i numeri, non con la credibilità."
"Bè, spetterà anche agli altri partiti assumersi la resp...MORMORIO TRA I GIORNALISTI...scusate, scusate. Dicevo solo che noi abbiamo la credibilità".

Che caso: una volta tanto che un giornalista fa una domanda, istanzaa che Grillo (e Travaglio) ha sempre rilevato come mancante nella classe giornalistica italiana, questi qui non rispondono.
D'agrande faro il scritore
Guardate qua!
User avatar
Zeppelin
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 3459
Joined: 17 Jul 2006, 13:46
Location: Malé (TN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 27 Mar 2013, 11:43

highinfidelity wrote:Anche la rinuncia al compenso e' solo una cretinata demagogica, perche' quello e' un compenso statale che ti spetta per legge e punto e fine: come il caso della Sicilia insegna (o dovrebbe insegnare), non puoi decidere tu con una dichiarazione a video. Puoi solo scegliere tra tre cose: se fartelo arrivare in banca, se fartelo arrivare in posta, se riceverlo in mano come contanti. Fine. Tutto il resto non lo puoi fare perche' la legge non lo prevede, punto. Se vuoi, visto che in teoria saresti li' apposta pagato per farlo e non solo per scaldare la sedia, puoi cambiare la legge in modo da prevedere che, volendo, si possa rinunciare ai compensi. Ma per farlo, ça va sans dire, devi prima votare la fiducia ad un governo qualsiasi e poi depositare una tua proposta di legge. Non giocare a fare la bella statuina.


quindi i presidenti di camera e senato sono dei cretini demagoghi?
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 27 Mar 2013, 11:53

Zeppelin wrote:"Noi abbiamo una cosa che gli altri non hanno: la credibilità!"


Sorvolando sul fatto che con la credibilita', se non metti in piedi un governo e inizi a legiferare, ti ci puoi tranquillamente pulire il sedere, da cosa mai deriverebbe questa loro credibilita'? Da un'unzione divina? Per sovrana attribuzione da parte d'un comico col fisico ridotto in uno stato pietoso per un uomo della sua eta'?

La credibilita' ce la si conquista sul campo, con quello che si e' fatto, con atti tangibili, non ce la si auto-attribusice giocando a chi la spara piu' grossa su internet.

Che "credibilita'" dovrebbe mai avere chi non ha ancora fatto niente? [:-j]

Non rispondere ad una precisa domanda di un giornalista era tipico della vecchia, anzi vecchissima politica. Craxi, Longo, Spadolini, La Malfa erano maestri in questo esercizio. Starebbe in questo il "nuovo" protato dai grillini? Andiamo bene. [:-j]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Thomas Eiselberg » 27 Mar 2013, 12:54

Non vogliono rispondere, non si schierano, non accettano compromessi, non hanno un'idea "comune" se non "quello che dice Grillo", non hanno esperienza...

[:-|]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 27 Mar 2013, 13:03

chvfrc wrote:quindi i presidenti di camera e senato sono dei cretini demagoghi?

Leggi meglio quello che hanno detto (non io, loro):

http://www.today.it/politica/taglio-sti ... drini.html

Necessità di tagliare... obiettivo... esigenza di avviare... sara' proposta... a partire dal... con l'obiettivo di... al contempo si proporra'...

E' chiaro che cosa hanno detto veramente? E' l'esplicita disponibilita' a varare una legge che in futuro "consenta di". In futuro, appunto.

Il che risponde anche agli interrogativi di Zeppelin: piu' propositivi ed espliciti di cosi'!!! Ma se i grillini non guardano e non sentono... Non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire. [:-j]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 27 Mar 2013, 14:40

"I Presidenti hanno convenuto sulla necessità di adottare da subito una significativa riduzione delle attribuzioni ad essi spettanti - si legge in una nota congiunta - per un importo complessivo del trenta per cento. Analoga riduzione sarà proposta per i titolari delle altre cariche interne in tema di indennità di ufficio e di altre attribuzioni attualmente previste, alcune delle quali potrebbero essere del tutto soppresse, quali ad esempio i fondi per spese di rappresentanza. Una riduzione, a partire dal trenta per cento con l'obiettivo di arrivare al cinquanta, sarà inoltre applicata alle dotazioni delle segreterie particolari degli stessi titolari delle cariche istituzionali".

io leggo "adottare da subito"
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 27 Mar 2013, 15:02

Leggi ancora meglio. Te la "versiono", come in latino: "da subito c'e' la necessita' d'adottare". O ancora: "c'e' una necessita' d'adottare (futuro provvedimento immaginario ipotetico) presente fin da subito".

Che poi abbiano gia' fatto qualcos'altro a titolo personale, tipo prendersi meno portaborse del solito, dirottare parte del compenso (comunque intascato) a ONLUS eccetera, puo' anche darsi che l'abbiano fatto, non dico di no. Rimane pero' una pratica a titolo personale, che potremmo definire "di volontariato", ecco. Ad esempio mi pare che Grasso abbia optato per una scorta armata meno numerosa del previsto, che credo sia sua facolta' (a suo rischio e pericolo). Un po', per l'appunto, come e' stato fatto nel consiglio regionale siciliano, dove lo stipendio non se l'e' ridotto proprio nessuno, sia chiaro, ma a parole i grillini dicono (dicono) che ne versano parte a delle "startup". [:-I]

E' una novita'? Per nulla: amministratori e politici del Partito Comunista da piu' di cento anni versano al partito una frazione molto cospicua dei loro emolumenti, e senza fare tanto fracasso. [:-I]

E' demagogia? Certamente si': si fa passare per nuova e rivoluzionaria una pratica che gli avversari politici, definiti tutti "ladri" e "morti", fanno da sempre, e senza vantarsene ogni tre parole su due. Piu' demogogici e populisti di cosi'!!! [:-j]

Per il resto, decreti legge del presidente del Senato e del presidente della Camera, nel nostro ordinamento che io sappia non esistono, per cui la legge e' rimasta giocoforza identica a prima. E cosi' anche i compensi, che sono stabiliti, sempre che io sappia ma non vedo come potrebbe essere altrimenti, con legge dello Stato.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 28 Mar 2013, 17:07

User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 29 Mar 2013, 08:16

Ammazza, ben due sedi in via del Tritone a pochi metri di distanza, vedo che mentre la Gallia Cisalpina langue a Roma si gozzoviglia... [:-!]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 29 Mar 2013, 11:28

è un po' quello che ho sempre pensato.
L'uomo tende a prendersi il braccio quando gli si offre la mano.
C'è chi ce l'ha coi politici, chi in azienda con i dirigenti, chi col capo... ognuno magna più degli altri, ognuno ha il suo caprop espiatorio (un amico direbbe, siamo tutti i terroni di qualcun altro).
Ma alla fine, messi LI, io credo che tutti ci abbasseremmo a certi livelli, per convenienza, perchè è più facile adeguarsi che opporsi, e mille altri motivi. E noi italiani siamo i RE in questo.
Tutto ciò solo per dire: si, accusiamo, censuriamo, cerchiamo di evitare certe cose. MA non pensiamo di poterle cambiare da oggi a domani, perchè certi bachi sono dentro di noi.

Lo so, non mi sono capito nemmeno io... [J-,] stamattina è così
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 29 Mar 2013, 11:31

Leggo la seguente frase di commento da parte del comico ciccione riguardo la rinuncia all'incarico da parte di Bersani. Copio e incollo per non sbagliare, anche se tanto e' una precauzione inutile in quanto i giornali riguardo il M5S riportano solo falsita' distorte e schizzi di merda digitale, no? [:-j]

<<"Si sottolinea in questi giorni che un mancato accordo con il pdmenoelle, il miglior amico di Berlusconi, impedirebbe la rimozione di quest'ultimo dalla scena politica. Se così è invito la cosiddetta opposizione a votare in aula l'ineleggibilità di Berlusconi, l'approvazione di una legge sul conflitto di interessi della cui assenza si gloriò Violante alla Camera, l'abolizione della legge Gasparri, la rinegoziazione delle frequenze nazionali generosamente concesse a Berlusconi da D'Alema nel 1999. Si può fare! (ma voi non lo farete mai). Il Parlamento deve riprendere la sua centralità nella vita della Repubblica">>

E' praticamente quanto contenuto nei famosi 8 punti, per esattezza al punto numero 5, proposti da Bersani per la costituzione d'un governo PD-M5S. Governo che Grillo ha fatto di tutto affinche' non si formasse.

Se non e' completamente pazzo, e' sicuramente arteriosclerotico con l'aggravante della demenza senile; io non vedo altre possibili spiegazioni. Ditemi voi se ne vedete.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Zeppelin » 29 Mar 2013, 22:17

Qui sta il punto.

highinfidelity wrote:il pdmenoelle, il miglior amico di Berlusconi [...]l'approvazione di una legge sul conflitto di interessi della cui assenza si gloriò Violante alla Camera [...] frequenze nazionali generosamente concesse a Berlusconi da D'Alema nel 1999


Il m5s crede che Bersani simboleggi un partito che ha sostanzialmente aiutato Berlusconi a fare quel cazzaccio che gli pareva (mi scuso per la parola "Berlusconi"). Come non dargli torto? Chi critica il PD lo fa non tanto per eventuali malefatte oppure per governi che hanno mantenuto ciò che hanno promesso, bensì lo si critica perché ha avvantaggiato in tutto e per tutto il mafioso di Arcore. Questo è ciò che sta alla base del principio grillino! E purtroppo gli idealisti, tendenzialmente, si basano su questioni di principio. E se i grillini non vogliono stringere alleanza con Bersani lo fanno proprio per questa ragione di principio; il sillogismo, tra l'altro, è presto fatto:

Chi aiuta Berlusconi è cattivo
Il PD ha aiutato Berlusconi
Il PD è cattivo

Ovviamente ai grillini non passa per la testa che, probabilmente, un'alleanza col PD li porrebbe in posizione vantaggiosa. Terrebbero il PD per le palle, nonché potrebbero effettuare quelle riforme che da tanto tempo attendiamo. E se un partito lo si tiene per le palle, vedrai che la legge sul conflitto d'interessi, quel partito, la vota. A questo punto, una volta effettuate le riforme, i grillini porterebbero a casa ancor più voti, molto probabilmente. Io sono stato il primo a sostenere che se i grillini avessero preso potere e avessero effettuato tutto ciò che promettevano, in futuro li avrei votati. Ma non si può pretendere di ottenere un governo 5 stelle hic et nunc. Nemmeno Hitler c'è riuscito subito e infatti, la seconda volta, si è avvicinato al potere piano piano. A parte il paragone infelicissimo, ma in linea teorica esatto, il m5s si è letteralmente montato la testa. Ed è già nato vecchio: contraddizioni e risposte inconcludenti (ricordate? "Il governo non si fa con la credibilità, ma coi numeri. Come farete?" "Noi abbiamo la credibilità"...non serve Wittgenstein per capire che logicamente la risposta non ha senso), tipiche dei vari Craxi & co. che ha citato Marco.
Aggiungo che ieri sull'Adige è apparso un articolo (purtroppo ho dovuto gettare il giornale, perché mi ha riparato dalla pioggia, altrimenti sarei stato più preciso) dove il m5s trentino (300 iscritti circa) vede tra le proprie fila un neo iscritto (che non ricordo come si chiami), il quale si è distinto per le sue invettive razziali, anti-extracomunitari, nonché esaltatore della pura razza dell'uomo nordico-trentino.
Di conseguenza, che fare? Noi nulla, non possiamo fare niente. E allora, che sperare? Speriamo che Grillo cambi idea, così i suoi grillini potranno formare un governo a 3 stelle con Bersani.
D'agrande faro il scritore
Guardate qua!
User avatar
Zeppelin
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 3459
Joined: 17 Jul 2006, 13:46
Location: Malé (TN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 08 Apr 2013, 09:34

Nel frattempo ho letto sulla stampa (distorta, corrotta e pilotata, naturalmente... [:-j] ) che i prodi deputati cinquestellini grillini sono stati democraticamente caricati a forza su un pullman diretto verso localita' ignota dove si e' tenuta una trasparentissima riunione a porte chiuse. [:-j]

Pare che anche questa volta lo streaming via web, stranamente, non funzionasse. [:-j]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 08 Apr 2013, 09:55

si, abbiamo appreso dagli organi di informazione :

...i prodi deputati cinquestellini grillini sono stati democraticamente caricati a forza su un pullman diretto verso localita' ignota dove si e' tenuta una trasparentissima riunione a porte chiuse.


"democraticamente" caricati a forza = (come pare sia avvenuto) mi ricorda una modalità tipicamente da "regime"... [:-I]

"trasparentissima" riunione a porte chiuse = questa come modalità è anche più inquietante, solitamente sono così le riunioni di stampo "massonico"... [:-|]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 12 Apr 2013, 12:13

Aaaah, e purtroppo proprio adesso che i grillini avevano detto la loro, un "attacco hacker" (?) [:-I] costringe ad annullare tutto e rifare le democraticissime votazioni "quirinarie" da capo, ma... attenzione attenzione, con "nuovi livelli di sicurezza". [:-j]

Che peccato, eh? Un cosi' bel momento di democrazia! [:---(]

Cos'e', forse non piaceva il risultato? [:-j]

http://www.lastampa.it/2013/04/12/itali ... agina.html
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 12 Apr 2013, 14:07

<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby windshield74 » 15 Apr 2013, 10:46

I 9 nomi scelti con le quirinarie (Grillo si è già tirato fuori):

-) Emma Bonino
-) Giancarlo Caselli
-) Dario Fo
-) Milena Gabanelli
-) Ferdinando Imposimato
-) Romano Prodi (quello per cui Grillo stesso aveva scritto tempo fa su Twitter: "Se non volete Prodi presidente della Repubblica ritweettate" cioè diffondete il messaggio)
-) Stefano Rodotà
-) Gino Strada
-) Gustavo Zagrebelsky

E a proposito della Lombardi...

http://www.unita.it/italia/grillo-citta ... S-1.494573

[:-D] [:-D] [:-D] [:-D] [:-D] [:-D] [:-D]
Tanto gentile e tanto onesta pare la donna mia quand'ella altrui saluta, e invece è una maiala risaputa...
User avatar
windshield74
Lamb
Lamb
 
Posts: 2961
Joined: 08 May 2007, 12:56
Location: Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 15 Apr 2013, 11:37

Mamma mia [:(-(]

Qui le considerazioni da fare sono due: la prima e' che l'accaduto e' tipico di chi e' gravemente dipendente da chat o altre menate di internet. Se le usi in modo sano, cioe' come uno strumento di comunicazione parallelo alla (e nella) vita reale, dopo un po' non hai piu' cose da dire e chiudi li', esattamente come nel mondo "vero". Ma i social-network-dipendenti sono ovviamente l'equivalente informatico dei logorroici, e come i logorroici, per parlare di continuo, esauriti nei primi 2-3 minuti gli argomenti di cui veramente merita parlare, devono giocoforza tirare in ballo anche le minime cretinate, ripetersi continuamente, tediare tutti e tutto con quisquilie e sciocchezze demenziali, parlare di loro stessi da un punto di vista egoistico egotistico ed egocentrico. E questo e' esattamente il caso. Questo succede a votare social-network-dipendenti patologici: mettono in piazza cose che qualunque persona con un pizzico di sale in zucca terrebbe per se (anche solo per non tediare inutilmente il prossimo).

La seconda e' che purtroppo non mi e' sembrato di capire che i nomi dei due portavoce, che ritengo due idioti calzati e vestiti oltre che due cafoni pazzeschi, sia uscito fuori per sorteggio casuale. Anzi tutt'altro, mi pare la nomina sia arrivata dall'alto. Se sono stati scelti apposta per far ridere i cittadini (quelli veri, non quelli a "cinque stelle") probabilmente ho un senso dell'umorismo diverso dal loro. Se invece, come purtroppo temo, sono stati scelti perche' rappresentavano "quanto di meglio" [:-j] devo rinnovare i miei piu' vivi COMPLIMENTONI a chi ha votato per Grillo e compagnia. [xx(]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Thomas Eiselberg » 15 Apr 2013, 11:53

La Lombardi [:(-(]

windshield74 wrote:I 9 nomi scelti con le quirinarie (Grillo si è già tirato fuori):


-) Milena Gabanelli


Come ha detto qualcuno perchè allora non Pippo Baudo? [:-I]

Ma che nomi sono?
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 15 Apr 2013, 13:47

Che domanda Thomas: nomi sparati alla cavolo, su internet, da "cittadini" in gran parte a digiuno totale di politica. Se condideri che in Sicilia hanno cooptato Battiato e Zichichi, fatte le proporzioni a livello nazionale Pippo Baudo ci sarebbe potuto entrare alla grande! [;)]

La cosa piu' assurda secondo me e' che Prodi, buttato fuori dalla porta direttamente per ordine di Grillo, e' rientrato dalla finestra. Un po' mi fa ridere. Mitico Professore [:D]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby windshield74 » 15 Apr 2013, 15:16

Più va avanti questa farsa delle quirinarie e più c'è da ridere, se non fosse che le promuove il secondo partito del paese...

http://www.repubblica.it/speciali/polit ... ref=HREA-1

Allora, da 10 eravamo passati subito a 9 perché Grillo si era tirato fuori (com'è umano lei, verrebbe da dire).

Ora da 9 si passa a 7 perché, secondo Casaleggio, sarebbe preferibile un candidato non appartenente al mondo politico escludendo quindi Prodi e Bonino.

Ma allora...

...perché diavolo continuare con questa farsa, illudere gli elettori, brandire l'arma della democrazia digitale (che poi democrazia non è e per dirla tutta io del cosiddetto popolo di internet non mi fido), prospettare questo nuovo modo di votare come un cambiamento epocale (e qui mi ricorda un nano di arcoriana memoria), se poi alla fine, come direbbe Cruciani, chi decide il tutto sono due persone che se ne stanno beate in un casolare in Liguria???
Fate come tutti gli altri partiti, proponete un nome e stop.
Tanto gentile e tanto onesta pare la donna mia quand'ella altrui saluta, e invece è una maiala risaputa...
User avatar
windshield74
Lamb
Lamb
 
Posts: 2961
Joined: 08 May 2007, 12:56
Location: Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 15 Apr 2013, 15:23

su questa cosa si perdono punti %. ma taaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaanti...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Thomas Eiselberg » 15 Apr 2013, 19:46

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 55973.html

No, dai, non ci credo, ma chi ce la mandata questa? [:(-(]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 16 Apr 2013, 10:38

Per la gioia di Thomas, pare abbia vinto la Gabanelli. [:-I]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 16 Apr 2013, 10:46

e qui si rischia di riprendere voti se gli altri non la votano...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby Thomas Eiselberg » 16 Apr 2013, 11:04

highinfidelity wrote:Per la gioia di Thomas, pare abbia vinto la Gabanelli. [:-I]


[:-|]

Oramai non ho più parole, con tutto il rispetto che si può avere per una giornalista come la Gabbanelli sembra di stare al circo.
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 09 May 2013, 12:14

Strano a dirsi [:-j] ma i grillini continuano a far molta fatica a restituire il loro stipendio, quello da "politici ladri gia' morti":

http://palermo.repubblica.it/cronaca/20 ... -58361511/
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 14 May 2013, 12:24

Continua il gran parlarsi addosso del M5S riguardo la restituzione dello stipendio, per ora sempre e solo a livello di chiacchiera, mentre i soldi continuano ad entrar loro in tasca imperterriti in tutta la loro sovrabbondante interezza:

http://www.repubblica.it/politica/2013/ ... ef=HREC2-2
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby intermediario » 12 Jul 2013, 20:24

Ho un po’ esitato prima di rispondere. Ultimamente leggo un po’ il forum ma intervengo poco nelle questioni musicali, anche perché i nostri 5 ci stanno dando pochi argomenti.
Però qui vedo opinioni sul M5S molto diverse dalle mie. Ultimamente mi sono iscritto al movimento (con tutti i dubbi del caso) e mi va di parlarne soprattutto per capirci qualcosa di più. Spero di avere chiarito il tutto preventivamente, per evitare che qualcuno pensi “ecco, questo si fa vivo ogni 6 mesi solo per venire a fare propaganda”.
Dunque, ecco come la vedo.
Nei primi anni ’90 l’Italia ha avuto una grande occasione per abbandonare il vizio di schierarsi, di scegliere un partito come si sceglie una fede e di considerare gli “altri” avversari come nelle tifoserie calcistiche. L’evaporazione di DC e PCI avrebbe potuto permettere la nascita di partiti interessati esclusivamente ad una buona gestione dell’amministrazione. E gli elettori avrebbero dovuto semplicemente scegliere il più preparato ed affidabile.
Sappiamo bene com’è andata.
La mafia ha preteso la formazione di un nuovo soggetto che si sostituisse alla DC come referente politico. Non solo Berlusconi si è prestato al gioco, ma si è anche rivelato un provocatore mediatico ottimo per costringere gli italiani a continuare nel loro modo “calcistico” di interpretare la politica. Nella personale versione di 1984 che stiamo vivendo, lui interpreta sia la parte del Grande Fratello che quella di Goldstein. Metà Italia lo adora e l’altra metà non può fare altro che sfogarsi nei 2 minuti d’odio. E solo ora veniamo a sapere che i dirigenti PDS-DS-PD hanno recitato per 20 anni la parte degli onesti indignati, mentre facevano parte a tutti gli effetti della truppa di B.
Quale altra scelta rimane? Ho visto anch’io Crimi e Lombardi fare figure indecenti, ho visto anch’io Grillo dire a quelli di Casa Pound “se abbiamo valori in comune possiamo lavorare insieme” (?). Anch’io ho notato che alcuni (ma non altri) hanno un’atteggiamento un po’ esaltato tipo “Noi Siamo Il Mondo Nuovo”. Però ci sono milioni di persone che hanno espresso il desiderio di cambiare il modo di fare politica, e non tanto di avere un partito nuovo. Come partito nuovo il M5S in effetti non è un granchè; uno Statuto scribacchiato in fretta da tre persone nello studio del notaio non è un’inizio grandioso. Ed il rischio che tutto questo serva solo a far fare “il grande salto” all’ennesimo drappello di candidati furbacchioni è evidente. Ma qui sopra vedo molti pregiudizi: il rifiuto di partecipare a Governi con quei due partiti è sacrosanto, se adesso cambiassero idea farei fatica a seguirli. E non è vero che ci sono solo incapaci: sul sito della Camera si possono leggere i resoconti della loro attività, e stanno lavorando su proposte di legge importanti. Di questo si sente parlare poco. E stanno preparando una piattaforma informatica, il Parlamento elettronico, che ha l’ambizione di creare un rapporto molto più diretto fra elettori ed eletti. Non funzionerà? Prenderli in giro a priori, stare in disparte, e quando il tutto crollerà dire “l’avevo detto” non mi sembra utile.
E’ vero o no che hanno restituito i soldi del finanziamento pubblico? A chi li hanno dati? Come verranno usati? Sono curioso anch’io di saperlo, ma intanto mi sembra importante che se ne parli.
E intanto, votare il partito italiano meno coinvolto con la mafia fra quelli che superano il 20% mi sembra già un modo più pragmatico di usare il voto.
Insomma, mi sembra che le idee siano buone ma le persone e le procedure non siano ancora quelle giuste. E la situazione mi sembra ancora abbastanza fluida, vedo più facile cercare di migliorare il M5S che gli altri partiti.
D'altro lato, la cosa più preoccupante che hanno fatto in questi mesi è stato NON fare un nome loro per la Presidenza del Consiglio in marzo. Questo sì è molto grave: dà l’impressione che si ricominci con le manfrine del PD che cerca di non vincere.
intermediario
England Seller
England Seller
 
Posts: 781
Joined: 15 Jul 2008, 13:51
Location: Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 15 Jul 2013, 08:37

ragionamento ad escludendum.
ovviamente il pdl ESCLUDENDUM!
le ultime vicende legate a Silvio e agli "scioperi" in aula, sostenuti da un'amplissima parte del Pd hanno reso palese anche a chi avesse il salame sugli occhi che il Pd è colluso e quindi Escludendum.
Il M5S ad oggi ai miei occhi si fregia soprattutto di attacchi da parte di tutta la stampa. Quindi se tanto mi dà tanto, non possono che essermi simpatici.

Se poi lo guardo nel pratico, per anni sono stato iscritto al pd, dal quale non ho MAI avuto uno straccio di notizia sulle attività fatte.
Da pochi mesi, dai militati M5S ho avuto notizie da:
militanti non eletti a livello comunale
militante eletto a livello regionale
militante eletta a livello parlamentare...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 15 Jul 2013, 09:25

@Intermediario :

Purtroppo, siamo (quasi)fuori tempo massimo anche per parlare di politica, buona o cattiva che sia; questo è un lusso concesso in tempi buoni e per paesi normali; ma l'italia, come ha già scritto qualcuno qui, non è un paese normale.

Di fronte ai teatrini della politica che in questo paese pare non vogliano mai finire (forse per sviare gli occhi della gente dai veri problemi), ci sono numeri e dati di fatto attuali, crudi ed impietosi:



- la globalizzazione attuatasi dopo il crollo del muro e la fine del vecchio sistema di reggere il mondo ha dato e stà dando esisti scontati : se si vanno a leggere i dati delle principali società mondiali per profitti e utili, è facile rendersi conto che nei primi posti prosperano compagnie USA, Cinesi e Russe(tutte legate all'energia e al petrolio); immediatamente dopo seguono olandesi, francesi, tedesche e inglesi. Briciole per gli altri e soprattutto per l'italia;

- l'italia è un paese che non possiede materie prime da estrarre dal proprio sotto suolo : siamo TOTALMENTE dipendenti dall'estero sia per gas che per petrolio. Metalli utili per l'industria (stagno, ferro, rame e alluminio) idem.

- gli italiani non vogliono forni inceneritori e centrali nucleari sul proprio territorio, al contrario della maggiorparte dei vicini europei (i tedeschi fanno baldoria con la nostra monnezza, grazie alla quale, bruciandola nei loro forni, hanno costruito un settore da oltre 10 miliardi di € di utile all'anno! I francesi uguale ed anche meglio, grazie all'energia elettrica prodotta dai loro reattori, per la quale noi italiani siamo i loro migliori clienti); ora non intendo discutere se sia giusto o sbagliato, ma almeno basta fingere di lamentarci, non possiamo avere "la botte piena e la moglie ubriaca"; si tratta di scegliere : se intendiamo restare nel novero dei paesi maggiormente produttivi ed industrializzati e mantenere un tenore di vita consono a questo tipo di civiltà, ci dobbiamo adeguare(con forni e centrali nucleari a ns volta) altrimenti dobbiamo pagare un conto molto più salato ad altri che ci facciano il servizio e smettere di lamentarci di pagare tanto.
L'ultima alternativa è quella di abbassare il livello delle ns ambizioni quanto a benessere e tenore di vita, e ritornare ad occuparci tutti quanti di coltivare la terra e pascolare mandrie di bestiame (e di consumare molto meno di quanto stiamo facendo da decenni!).

- l'italia possiede il terzo debito pubblico più elevato a livello mondiale, per finanziare il quale deve mensilmente offrire i propri titoli agli investitori sul mercato : se un asta va deserta o non raccoglie quanto sperato (strani segnali in tal senso sono stati lanciati la settimana scorsa, a testimonianza di un certo nervosismo nei ns confronti) il ns è un paese che non sà come pagare dipendenti pubblici e pensionati nel giro di un mese, per un totale di quasi 22milioni di persone, alle quali sono legate altri milioni di individui a carico, nel nucleo familiare.
(il che tutto sommato gli starebbe anche ben fatta: poi voglio vedere se gli italiani finalmente sanno ink.si per davvero...)

- l'italia si ritrova ad essere attualmente il paese più vecchio d'Europa : 18 milioni di pensionati improduttivi, ai quali deve provvedere la forza produttiva rimanente (sempre più esigua, dati i licenziamenti e chiusure a raffica degli ultimi 2 anni) a sostenere una spesa annua di 300miliardi di € solo per i pensionati italiani...

- l'italia non possiede più grande industria : tolte FIAT e ENI (lasciando per un momento da parte la vera numero 1 a livello nazionale, che è anche la causa principale di tutti i mali di questo paese-leggi a fine post) e pochissime altre di certe dimensioni, il 90% dell'introito del Pil "ufficiale" è fornito dalle "pmi" che stanno soffrendo (sono ormai alla morte) il fatto che lo stato italiano è in arretrato di pagamenti verso di loro per 90miliardi di € (120miliardi secondo la CGA di Mestre da dati emessi quest'oggi); questo dato di fatto va collegato ad uno stato vorace e famelico che richiede agli italiani ogni anno 400miliardi di € di spesa pubblica (epurati di 90miliardi di € di interessi sul debito e dei 300miliardi di € citati prima per le pensioni, che vanno a formare un mostruoso totale di 800 miliardi € [:0] [:(-(] [xx(] di spesa pubblica annuale...) per saziare la fame del proprio baraccone burocratico organizzativo : quella di enti quali province, regioni e comuni e quant'altro, una miriade di società collegate, che succhiano una voragine di soldi come parassiti a carico; una recente inchiesta ha stabilito che migliaia di società fittizie "collegate" e/o "controllate" dagli enti locali italiani richiedono oltre 2 miliardi di € l'anno solo per essere alimentate - sapete, tutte queste società hanno a capo un proprio Cda... e non serve aggiungere altro.

Ecco, il punto principale stà diventando l'ultimo qui descritto : l'organizzazione dello stato in tutti i suoi apparati non riesce o non vuole rendersi conto che il suo ENORME fardello non è piu sostenibile da un paese ridotto in queste condizioni!

Dimenticavo : l'italia è il paese che annovera il numero più alto di avvocati a livello mondiale (una sorta di "bengodi" delle toghe), perchè è il paese dove vengono aperte più cause in assoluto a livello mondiale : guarda caso, la statistica di cause legali è enorme e cresce incredibilmente da Roma andando giù verso sud, come a volere creare una specie di industria della giustizia che foraggi soldi; sarà anche per questo che la giustizia in italia è di una lentezza bibblica???(cioè: che faccia "comodo" essere così lenta???)... e c'è anche chi ha detto recentemente che non basta, proponendo un quarto grado di giudizio... vi rendete conto che questo non è un paese normale??!!...

Ciliegina finale : è (quasi) inutile ricordare che il ns paese è in cima alla lista mondiale per evasione fiscale; GdF e Ag. delle Entr. ci ricordano annualmente, ormai laconicamente, che nel ns paese si evadono 250milardi di € di imponibile (a conti fatti almeno 100miliardi che mancano annualmente alle casse dello stato); un paese ridotto così, con una simile filosofia di vita (prima il "mio", poi al prossimo "chi se ne frega") non ha futuro, se non quello di essere il "paese delle banane" come lo siamo già diventati, o peggio ancora di diventare un paese di stampo sudamericano dove prosperano tutte le attività legate a droga, gioco d'azzardo, prostituzione etc che definire illegali diventa puro eufemismo, perchè di fatto rappresentano lo "statu quo" che regge lo stato. Quindi perfettamente legalizzate(sic).

Proprio quello che sognano le mafie di questo paese. Ufficiosamente l'industria nr.1 per profitti annui (non dichiarati).

Un paese, il ns, dove, non mi stancherò mai di ricordarlo, le mafie sono nate.
Non Groenlandia o Estonia o Canada o Isola di Pasqua, ma : sicilia calabria campania e puglia.
Questo già tanto, tanto tempo fà. Ormai il cancro ha già abbondantemente raggiunto anche i confini nord di questo paese.

Fossi un inglese, un olandese, un francese o un tedesco (tanto per rimanere nella sola Europa), avrei molte ragioni per dubitare di un paese come questo.
Più che per la sua politica, per tutti i dati che ho argomentato.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby intermediario » 15 Jul 2013, 10:03

Nessun dubbio su questo sfacelo (a parte le riflessioni su centrali nucleari e termovalorizzatori, che meritano un discorso più complesso a parte).
Il fatto è che non abbiamo altri strumenti per difenderci dall'economia selvaggia di questi decenni se non lo Stato. Lo Stato è stato a sua volta occupato e saccheggiato da profittatori di ogni genere (e lo stesso si può dire dei partiti "di sinistra" ed in parte anche dei sindacati), ma non vedo altro modo di controbilanciare il peso dei monopolisti privati, legali o meno.
Il tentativo di creare un nuovo soggetto politico e ridare alle istituzioni il loro giusto ruolo non si può liquidare con qualche battuta. Sarà durissima e magari fra qualche anno troveremo che hanno fatto la fine della Lega.
Ma se non ci si prova neanche, cosa facciamo?
intermediario
England Seller
England Seller
 
Posts: 781
Joined: 15 Jul 2008, 13:51
Location: Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 15 Jul 2013, 10:26

intermediario wrote:Ma se non ci si prova neanche, cosa facciamo?

[/:-|]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 15 Jul 2013, 10:40

"Ma se non ci si prova neanche, cosa facciamo?"

sono (ovviamente) d'accordo, ma per riuscire davvero a farlo, il problema vero, credimi, è farlo capire a quegli 8milioni di ita che in FEB2013 hanno votato "silvio", ai quali dovrei aggiungere quei 10milioni di ita che hanno votato "PierLuigi"... [:|]

chissà perchè, sono assai dubbioso che possa mai accadere... chissà perchè, sono sempre più propenso a credere che questo paese non cambierà mai, perchè non vuole assolutamente cambiare. [:|]

Solo un evento non causato dagli italiani potrebbe farlo, a questo punto... come del resto, la storia ci narra essere avvenuto 70anni fà, altro turning-point epocale per il ns paese...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby intermediario » 15 Jul 2013, 11:21

Da quando ho capito meglio com'è andata nel 1994, Berlusconi che si candida illegalmente con l'aiuto del PDS e poi ha mano libera per usare le sue TV per condizionare gli italiani in barba alla legge, sono meno propenso a pensare che l'Italia sia "tradizionalmente un Paese di destra" ecc...
Non è sicuramente un Paese facile; e del resto nessuno obbliga 16 milioni di persone a bersi tutto quello che gli rifila il TG. Se non si informano adeguatamente è anche colpa loro, certo.
Ma non si può negare che il patto del 1994 (che evidentemente non ha coinvolto solo stato e mafia ma anche partiti che non ci aspettavamo) ha creato una situazione in cui i cittadini hanno qualche problema a scegliere liberamente.
intermediario
England Seller
England Seller
 
Posts: 781
Joined: 15 Jul 2008, 13:51
Location: Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 15 Jul 2013, 13:15

"(l'Italia) Non è sicuramente un Paese facile"

ah, su questo (penso) siamo tutti d'accordo, senza riserve.

Per uno come me che viene dalla Francia, la tua affermazione non può non ricordarmene una davvero storica pronunciata da Charles DeGaulle, che agli occhi stranieri descrisse la Francia e i francesi in queste parole :
"voi non potete immaginare quanto sia difficile governare un paese che annovera 70 differenti tipi di formaggi diversi."

ora, non ricordo se il numero era esattamente quello, ma il concetto non cambia.

E se agli occhi di DeGaulle era difficile un paese come la Francia, figurarsi come lo può essere uno come il ns, dove per fare partire e realizzare qualcosa (inteso come qualsiasi tipo di opera finita) bisogna mettere d'accordo in ordine :

Stato; Ministero coinvolto; Regione; Provincia; Comune; comunità montana; Magistrato delle Acque; Ente di bonifica(di che cosa, non s'è mai capito...); comitato di quartiere, comitato civico; etc etc etc ??????

finchè non si capirà che questo enorme carrozzone pubblico significa burocrazia da mettere d'accordo (e da pagare, lautamente) allora non si comprenderà come mai nessun investitore estero è interessato ad investire i propri soldi in italia.
(e sai quanto ce ne sarebbe bisogno, in un momento come questo!)

Caso mai il contrario : ultimamente dato il collasso della quotazione dei ns marchi, molti stanno facendo shopping in italia, ma non illudetevi : l'obiettivo è quello di carpire marchio e know-how delle ns aziende per poi smantellare il tutto e delocalizzare all'estero dove la manodopera costa di meno. In questo modo si fa fuori uno scomodo concorrente a prezzo di saldo.

Uno dei fiori all'occhiello del tipico modo di pensare un opera all'italiana o per meglio dire come gestire la finanza pubblica in italia : il ponte sullo stretto di Messina.

che ci costerà, senza che ne sia stato edificato un solo mattone, quasi 1 miliardo di € tra penali che le società interessate hanno già richiesto allo stato come "opera appaltata e successivamente fermata" + tutti gli oneri per consulenze decennali che la società Ponte sullo stretto Spa ha gentilmente elargito ad amici e amici degli amici intrallazzati + stipendi per dirigenti e dipendenti di questa famigerata società nata nel 1981 tuttora in attesa di essere liquidata(??) dall'ultimo Dl del passato governo Monti (super Mario fece anche in tempo, appena legittimato nel suo ruolo, a bloccare un aumento di capitale di 500milioni di € gentilmente concesso dall'ultimo gov. berlusconi a suddetta società nel 2011...).

E in scia a questo esempio luminare, decine e decine di altre "cattedrali nel deserto" progettate e iniziate sul ns territorio da vari decenni e mai completate, per le quali furono stanziati fondi statali così elevati di cui è meglio dimenticarsi se no ci viene un infarto a pensarci! (e se si pensa DOVE sono finiti realmente tutti quei soldi, duole anche il fegato! e quant'altro...)

Quando penso a casi come questo, mi chiedo :

1) che ci stà ancora a fare una persona dalla mentalità come la mia in un paese come questo.

2) se questo paese, nella parte di chi è stato chiamato a governarlo, non cambia rapidamente registro (anche in base alla criticità economica del momento) quanto manca davvero al default totale che potrebbe travolgerci tutti...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 24 Jul 2013, 10:14

intermediario wrote:Ultimamente mi sono iscritto al movimento (con tutti i dubbi del caso) e mi va di parlarne soprattutto per capirci qualcosa di più. Spero di avere chiarito il tutto preventivamente, per evitare che qualcuno pensi “ecco, questo si fa vivo ogni 6 mesi solo per venire a fare propaganda”.


No, figurati, anzi fa piacere avere interlocutori quando si parla di politica. Anche l'assiduita' sul forum non e' un requisito indispensabile, al massimo aiuta a comprendere il clima generale delle discussioni, ma naturalmente ognuno di noi ha i suoi impegni o semplicemente non ha voglia di passare quotidianamente da qui, il che e' perfettamente comprensibile.

Venendo alla politica, non son d'accordo con quanto scrivi, nemmeno sui principi di base, e cerchero' di spiegare perche'. In primo luogo ritengo la dissoluzione delle ideologie forti niente affatto un'opportunita', ma una tragedia. Premetto che, filosoficamente, non ritengo il potere politico necessariamente corrotto a priori, ma esso e' indubitabilmente attrattore di corrotti e di corruttori, e di questo credo che ci rendiamo facilmente conto tutti. Il dover dimostrare "all'altro blocco" di essere migliori, di poter garantire piu' ricchezza e condizioni di vita superiori, a mio modo di vedere (e non solo mio) e' stato cio' che ha spinto entrambi i blocchi a mostrare il volto migliore dei due sistemi economico-sociali. E' cio' che ha spinto sia l'URSS a trasformarsi da nazione derelitta in cui vigeva la servitu' della gleba alla nazione che per prima ha mandato un uomo e una donna nello spazio (in anni in cui in Italia la donna la si voleva chiusa in casa a sfornare figli) e ha reso non dico umano o sostenibile ma almeno "tollerabile" il mostro del capitalismo e del consumismo americano, rintuzzandone gli aspetti piu' terrificanti.

Finita l'epoca della contrapposizione, il risultato della nuova era del pensiero debole e' sotto gli occhi di tutti: livelli di corruzione spaventosi in (cio' che resta della) URSS, con un aumento esponenziale delle disparita' sociali, e scandali economico-finanziari devastanti negli USA tali da trascinare un intero pianeta in una crisi mondiale che sembra essere una voragine senza fondo, in grado di inghiottire tutto e tutti.

Tranne forse qualche misterioso speculatore, personalmente non conosco nessuno, e dico proprio neanche uno, me compreso, che oggi affermi di stare meglio rispetto alla fine degli anni '80.

Scendendo dai massimi sistemi giu' ai minimi sistemi, MUTATIS MUTANDIS almeno per quanto mi riguarda quanto scritto continua ad avere validita'. Io sono convinto che non sia vero che gli interessi di un gioielliere coincidano con quelli di un operaio delle ferriere, ne' che quelli di Marchionne coincidano con quelli di un addetto alla catena di montaggio. Non ci credo proprio, sono interessi contrapposti e sfido chiunque a dimostrarmi che mi sbaglio.

Per questa ragione, trovo una contraddizione in termini un partito che raggruppa categorie con interessi in aperto contrasto tra loro, che non si sono mai parlate prima e che non si conoscono, riunite dietro lo scontato slogan "uno Stato che funziona meglio e' meglio per tutti".

Che banalita'. Uno Stato che funziona meglio e' meglio per tutti? La risposta e' la solita: dipende. Dipende da cosa si intende per "funziona" e per "meglio". Per un negoziante vuol dire pagare poche tasse e condurre l'esercizio senza controlli eccessivamente rigidi e senza incubi burocratici. Per un neolaureato disoccupato (di cui il M5S vanta interi reggimenti) significa avere una sanita' pubblica il piu' possibile gratuita ossia finanziata dalla fiscalita' generale e borse di studio per un dottorato. Non serve una laurea in economia per capire che i due obiettivi sono molto difficilmente conciliabili, per non dire antitetici. E di esempi cosi' se ne potrebbero fare a milioni.

Mi risparmio le scontate tirate sulla pochezza di Crimi, sull'ignoranza abissale della Lombardi, sul misterioso Statuto che c'e' - non c'e' - c'e' ma non si sa dov'e' - c'e' ma non si puo' leggere, sui server delle votazioni che vengono "hackerizzati" [:-j] ogni volta in cui il risultato della consultazione non fa comodo, sul giallo della misteriosa restituzione dello stipendio, perche' in pratica sono tutti problemi dei quali, con non comune onesta' intellettuale, ti sei gia' reso conto da solo.

Riguardo l'infiltrazione mafiosa, considerato il metodo con cui vengono reclutati candidati ed aderenti (sconosciuti volontari sottoposti a controlli nulli), secondo me e' elevatissima, ma logicamente prima che il fatto emerga ci vorranno lunghe indagini e molti anni di tempo. Naturalmente qui parlo di una "sensazione mia", basata sulla logica e il buon senso, non di dati oggettivi; ma non vedo che garanzie il M5S possa dare contro le infiltrazioni mafiose.

Tolto tutto questo, non vedo onestamente cosa resti. L'n-esimo partito populista, formato da persone in gran parte di capacita' dubbie o nulle (se Crimi e Lombardi erano i front men, immaginiamoci la backing band... [:-j] ), che la sera, dopo aver allegramente evaso il fisco o parcheggiato in doppia fila o buttato le cartacce per terra, se ne tornano lietamente a casa ascoltando in autoradio Venditti con la sua In Questo Mondo Di Ladri, l'inno ufficiale dell'italiano populista medio che vede difetti in tutti (gli altri) e fannulloni ovunque ma non si guarda mai allo specchio.

Il tutto detto in tono scherzoso [:)] senza alcun riferimento personale agli scriventi per carita' [;)] ma la mia sensazione resta quella, e peraltro e' una sensazione di deja vu, ma di quelli che si ripetono all'infinito: Partito dell'Uomo Qualunque, La Rete, Girotondini vari, Lega Nord...
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 24 Jul 2013, 10:27

quindi non ci resta che piangere... e non andare a votare?
perchè piuttosto che votare QUESTO pd (ancora osano chiamarlo così... Bersani si rivolta nella tomba... ah è ancora vivo? [:D] ) o altri partitucoli, preferisco fare "il fio de na mignotta" che si estrania dalla lotta... [:.-(] che tristezza

e invece no, perchè piuttosto che estraniarmi, preferisco scoprire tra 1 mese, 1 anno, 10 anni di essermi sbagliato a votare M5S
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby intermediario » 25 Jul 2013, 17:21

Anch’io non credo ai partiti neutrali. Si dice tanto che la sinistra e la destra non esistono più, ma di solito sono quelli di destra a dirlo, e se ne approfittano perché la sinistra se la sta passando malissimo.
Però penso che uno Stato che applichi correttamente la buona Costituzione che ci ritroviamo (lavoro, pari opportunità) faccia qualcosa che è già naturalmente di sinistra: controbilanciare i poteri forti.
Se non ci fosse una regolamentazione da parte delle istituzioni, l’unica legge sarebbe quella del più forte e del più ricco. Se accettassimo quelle leggi, lo Stato non servirebbe. Anzi, meglio usare il verbo presente: abbiamo accettato quelle regole e lo Stato sta perdendo la sua funzione (“ce lo chiede l’Europa, ce lo chiede il mercato”…e quello che ti chiedo io elettore e contribuente non conta?).
Nuovi o vecchi che siano i partiti che devono mettere in atto questi principi, l’ostacolo che si deve affrontare è sempre lo stesso: un terzo del territorio nazionale in mano alla mafia. Ed a questo dobbiamo aggiungere un’azione di lobbying terrificante da parte di banche e multinazionali. Abbiamo già visto Di Pietro partire con ottimi propositi e sgretolarsi per strada, e tutto sommato anche la Lega all’inizio (ma proprio all’inizio) aveva abbozzato qualcosa del genere.
La tattica usata dal PD invece è stata più furba: evitano accuratamente di andare al governo nazionale. Riescono a fare una vita più che decorosa con un certo numero di amministrazioni locali e col secondo posto alle elezioni nazionali. Chi glielo fa fare di vincere, andare al governo e combattere seriamente mafia, corruzione ed evasione? Col rischio di saltare in aria su una bomba un giorno sì e l’altro pure…meglio continuare a fare la bella vita che fanno oggi.
Il M5S che strada prenderà? La risposta è boh. Può darsi che diventi un’altra Lega. Può darsi che imparino la tattica PD: abbaiare forte ma evitare di fare qualcosa di concreto. Può anche darsi che venga infiltrato dalla mafia; rendere la politica meno “appetitosa” come affare, potrebbe essere già un buon inizio. Può anche darsi che questa cosa della democrazia diretta prenda una piega autoritaria (i rischi sono molti: uno scrive sul blog e 10.000 fanno i loro commenti inutili…senza parlare della debolezza strategica di una democrazia che dipende dall’abbonamento ad Internet…ti tolgono l’account e non esisti più). Il fatto che a 5 mesi dalle elezioni non siano ancora a regime queste benedette piattaforme software che dovrebbero in qualche modo sostituire le sezioni di partito non mi piace molto. D’altra parte il partito perfetto non esiste, si tratta di provare a fare qualcosa di utile dove sembra che ci sia il terreno buono. O comunque meno ostacoli.
intermediario
England Seller
England Seller
 
Posts: 781
Joined: 15 Jul 2008, 13:51
Location: Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 26 Jul 2013, 08:02

Condivido quanto scrivi, soprattutto sul bilanciamento tra soggetti forti e soggetti deboli. Continuo pero', piu' che a "ritenere", ad "osservare" nel mondo che mi circonda che cio' e' stato fatto finche' si e' trattato di fare buon viso ad un sitema socio-economico alternativo. Passata la fifa, apriti cielo... [:-j] Oggi chiunque puo' fare qualsiasi porcata in ogni parte del mondo senza il benche' minimo timore che venga l'armata rossa a fartela pagare. Difatti non solo economicamente ma anche politicamente la situazione e' peggiorata ovunque; come dicevamo nel post precedente salvi i pochi grandi speculatori non c'e' nessuno che possa affermare di stare meglio di come stava a fine anni '80.

Nonostante una ridistribuzione della ricchezza sia prevista anche dalla teoria liberale "pura", essa nella realta' dei fatti e' stata portata avanti solo ed unicamente da governi d'ispirazione comunista, socialista e social-democratica, ragione per la quale io sono e continuero' insistentemente ad essere social-democratico.

Riguardo alla non-voglia di governare del PDS / DS / PD, per fugare ogni dubbio sarebbe piu' che sufficiente votarli. Anche qui l'unica realta' dei fatti ("aiutata" da leggi elettorali taroccate ad arte [:-j] ) e' che la popolazione non li ha mai votati a sufficienza e non hanno mai preso una maggioranza di voti chiara ed inequivocabile, che consentisse di governare senza i vari Mastelli e Angelini di turno. Sarebbe sufficiente che la gente li votasse anziche' andar dietro al pifferaio magico che ti toglie l'ICI e ti rimborsa l'IMU; il resto e' dietrologia e fantapolitica.

Riguardo ai tuoi dubbi sulla democrazia diretta (di nuovo sinceri complimenti per la tua onesta' intellettuale), devo confessare che non solo condivido appieno i tuoi, ma ne ho ulteriori di miei. Anzi, a dirla tutta, una democrazia via internet a me non solo non sembra affatto una nuova opportunita', ma sembra viceversa una sicura fonte di nuovi timori e preoccupazioni di cui avrei fatto volentieri a meno. I vari linciaggi mediatici e gogne informatiche interne al M5S a cui abbiamo assistito nelle settimane scorse direi che sono un primo esempio di cosa ci riserva il futuro.

E poi, detto francamente, di questo partito non mi piace niente. Lasciamo perdere adesso il fatto che gli aderenti sono figure anonime e potenzialmente di un'ignoranza abissale, i soliti che ascoltano In Questo Mondo di Ladri in autoradio e che fino a ieri votavano La Rete, Di Pietro, Lega eccetera... Lasciamo anche perdere le bambinate ridicole, tipo che non e' un partito ma un movimento e non sono onorevoli ma cittadini e tutte le altre sciocchezze populiste da poppanti. A me non piace proprio Casaleggio: e' un fuori di testa, una faccia da patibolo che chissa' cosa gli frulla per la testa. Non mi piace proprio Grillo, uno che ha sempre girato con la sua bella Porsche bianca e adesso me la viene a menare con l'ecologia a me, che e' una vita che vado in tram! Uno che spaccava i computer a martellate dicendone tutto il male possibile e adesso me la viene a menare, a me che a dodici anni smontavo e rimontavo il VIC 20 a occhi bendati, con la democrazia di Internet! Ma va la', va', Grillo, fammi il piacere!

Io non ho mai visto un albero marcio fare frutti sani e gustosi, e se Casaleggio e Grillo sono le radici della pianta M5S, che dirti... Buona fortuna. [':-|]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 26 Jul 2013, 14:02

sarà, ma io sui giornali principali, queste cose non le ho lette. A sto punto spero NON siano vere...

http://www.beppegrillo.it/2013/07/il_pdl_contro_blog_e_social_network.html

http://www.beppegrillo.it/2013/07/il_collasso_della_banca_delle_marche.html
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 29 Jul 2013, 09:51

Non riesco a leggerle: compare solo un "3" in alto a sinistra. Sara' il solito attacco hacker!

Comunque, a giudicare dal titolo, la prima era una notizia che ho letto su La Repubblica di venerdi'. Non e' certo una novita': i berlusconini e' da secoli che vogliono mettere il bavaglio alla rete, ci riprovano quasi tutti i mesi col decreto di turno. Sai com'e', loro sono "liberali"... [:-j]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 28 Aug 2013, 10:45

L’INCENERITORE QUI NON LO FARANNO MAI, E SE LO FARANNO DOVRANNO PASSARE SUL CADAVERE DI PIZZAROTTI!!!

Firmato: Grillo Beppe.


E voila': [:-j]
http://www.lastampa.it/2013/08/28/itali ... agina.html
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 29 Aug 2013, 15:27

Dato che risiedo in quel di Parma, sono a conoscenza -magari più di altri che transitano qui- di particolari che possiedono risvolti tali da far comprendere ed inquadrare meglio la vicenda "forno inceneritore" :

quest'ultimo è di proprietà IREN EMILIA (una società che tu Marco avrai senz'altro già sentito nominare perchè coinvolge anche la città di Torino, da quando la municipale locale e quella di Genova si sono fuse alcuni anni orsono con la ex ENIA Emilia, per dar vita alla società di servizi IREN).

Ora, la cosa interessante da sapere è che ben prima dell'insediamento di Pizzarotti a sindaco, il Comune di Parma era ed è uno dei MAGGIORI AZIONISTI di ENIA e successivamente di IREN EMILIA - insieme naturalmente ai Comuni di Piacenza e di Reggio Emilia (le altre città che fanno capo a IREN EMILIA)... cosa per nulla strana, trattando di ex municipalizzate...

Quindi, la domanda è :

Come può un Comune far causa e dar contro ad una società che in pratica è sua ??? (non totalmente, ma quasi)... [:-j]

da qui l'enorme ed invalicabile paradosso!!! [:-|]

Nonostante proclami e crociate, Grillo&C. sapevano perfettamente che il forno inceneritore di Parma non avrebbe potuto essere bloccato :

ricordo a tal proposito che per la realizzazione dell'impianto in oggetto, IREN (e quindi tutti i Comuni citati...) avevano già investito somme ingentissime (non ricordo la cifra esatta, ma siamo sull'ordine di 150-200 milioni di €) ben prima dell'arrivo di Pizzarotti; non solo, erano già stati destinati ad Ugozzolo (sede dell'impianto) tutta una serie di nuovi posti di lavoro che in caso di blocco o peggio ancora revoca dell'impianto avrebbe significato "decine e decine di persone a spasso" con difficoltà ad essere ricollocate in ambito aziendale.

Nel frattempo, è incredibile notare la quantità di cause legali partite da Comune e Provincia di Parma verso IREN e viceversa nell'ultimo anno e mezzo, a proposito di spreco di denaro pubblico!... [:-!] (naturalmente, i legali coinvolti hanno fatto salti di gioia al solo pensiero...) [:-!] ...ora, pare che IREN intenda chiedere danni al Comune di Parma per decine di milioni di €, roba da ridere! sapendo in che situazione disastrosa versano le casse comunali... mah!... [:-|] ...ancora più ridicolo sapendo quanto ho già delineato prima, cioè che IREN è posseduta, nella maggior parte dell'azionariato societario, da parte dei vari Comuni di GE, TO, PC, PR e RE... la controllata che fa causa al proprio controllore... quasi da ridere, in realtà c'è da piangere!

A sostegno della tesi che il forno non avrebbe mai potuto essere chiuso (al di là dei proclami) vi è anche da rimarcare che una sentenza giuridica definitiva a sfavore di IREN avrebbe avuto gravi conseguenze sia sul titolo quotato in borsa, titolo peraltro che ultimamente non se la passa proprio bene, sia sui bilanci stessi della società (bilanci non proprio rosei, visto che l'ultimo in ordine di tempo cita un debito di 2,4 miliardi di €)...

Insomma, tanto rumore per nulla. Un teatrino messo in scena soprattutto per coloro -il popolo della piazza- che non sono a conoscenza di questi risvolti.

Alla fine, più che ideali e correnti, è sempre il tornaconto economico a prevalere e dettare legge, soprattutto in un periodo nero come quello attuale "dove soldi non ce ne sono", e a maggior ragione per un Comune come quello di Parma oberato da debiti accumulati derivanti dalla catastrofica precedente gestione di centro-destra [:-!] (ad un certo Vignali staranno fischiando le orecchie...) di cui si fà fatica a capire in che modo e in quanto tempo saranno estinti...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 30 Aug 2013, 14:42

highinfidelity wrote:L’INCENERITORE QUI NON LO FARANNO MAI, E SE LO FARANNO DOVRANNO PASSARE SUL CADAVERE DI PIZZAROTTI!!!

Firmato: Grillo Beppe.


E voila': [:-j]
http://www.lastampa.it/2013/08/28/itali ... agina.html

esultare perchè faranno un inceneritore, però, mi sembra... come dire... bizzarro
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 03 Sep 2013, 07:38

Non ho visto nessuno esultare. Chi ha esultato?

Comunque, da qualche parte l'immondizia bisogna sistemarla, questo e' un dato di fatto. Visto che Alain ha citato Torino, diro' che sono testimone oculare - e olfattivo - da quattro decadi dell'orrore della discarica della Falchera, a cui purtroppo di quando in quando devo passare di fianco in tangenziale. Ma mentre io ci sfreccio di fianco ai cento all'ora, c'e' gente che ci ha abitato fianco a fianco tutta la vita. [:(-(]

Questa discarica ha, tra l'altro,in nome di una non ben chiara "solidarieta' ", dovuto "digerire" anche ingenti quantitativi della mitica munnezza e' Napule, nella quale dio solo sa cosa ci fosse dentro. [&:-S]

Francamente, qualunque cosa e' meglio di una discarica a cielo aperto, e un inceneritore ben costruito e' infinitamente meglio. Quindi, piuttosto che farneticare di chiusure di impianti semplicemente IMPOSSIBILI anche a causa della struttura societaria ottimamente delineata da Alain, sarebbe meglio concentrarsi su una sorveglianza serrata dei parametri operativi dell'impianto, sostituzione filtri, eccetera. Cosa che naturalmente, trovandoci in Italia, nessuno fara'. [:-j]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 03 Sep 2013, 09:28

[:---(]
Last edited by chvfrc on 03 Sep 2013, 11:18, edited 1 time in total.
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 03 Sep 2013, 11:17

Se avessi scritto:
"Francamente, qualunque cosa e' meglio di una CENTRALE A CARBONE, e una CENTRALE NUCLEARE ben costruita e' infinitamente meglio. Quindi, piuttosto che farneticare di chiusure di impianti semplicemente IMPOSSIBILI anche a causa della struttura societaria, sarebbe meglio concentrarsi su una sorveglianza serrata dei parametri operativi dell'impianto, sostituzione filtri, eccetera. Cosa che naturalmente, trovandoci in Italia, nessuno fara'"

avrebbe fatto un altro effetto eh?
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 04 Sep 2013, 11:10

Marco scrive :

"Comunque, da qualche parte l'immondizia bisogna sistemarla, questo e' un dato di fatto"

sfido chiunque che intenda controbattere questa sua affermazione. [/:-|]


Noi occidentali consumiamo come forsennati (e di conseguenza produciamo rifiuti ad un ritmo IMPRESSIONANTE).

Poi facciamo finta di non voler vedere i problemi conseguenti delle ns azioni. Tutto in discarica; finchè è lontana dalle ns case e se la deve "bere" qualcun altro va bene a tutti, [:-j] ma quando una discarica è posta vicino a casa ns, allora apriti cielo... Troppo comodo.

Visto che con il ns stile di vita produciamo montagne di rifiuti, a mio avviso la risoluzione al problema apre almeno 4 vie :

1) produrre meno rifiuti - a mio avviso, la soluzione meno a portata di mano, considerato lo stile di vita che ci piace condurre quali popolazioni oppulente e viziate; la massa della popolazione è assai lontana da questa mentalità che pochi hanno, secondo me; si tratterebbe anche di fare un opportuna selezione presso il punto vendita, scegliendo prodotti alimentari con imballaggi eco-sostenibili non acquistando quelli con packaging problematici per lo smaltimento (tutti i derivati del petrolio in vari PE, PET, polimeri e via dicendo) ma si tratta di una strategia difficile da praticare, specie per i meno informati e per gli anziani, prima ancora di considerare che sono tutte belle favole che alla maggiorparte di noi interessano poco (causa deprecabile maleducazione ambientale) [:-!] specie se noto quanto sporchiamo il ns suolo pubblico abbandonandovi ogni genere di imballaggio una volta consumato(sic)...

2) non vogliamo discariche e forni vicino a casa : molto bene, prendiamo tutti i ns rifiuti e li spediamo via treno in GERMANIA e OLANDA(come stiamo facendo già da tempo, peraltro) facendo la felicità di quest'ultimi che bruciandoli nei propri forni hanno creato una vera e propria industria il cui indotto è impressionante per i numeri di realizzo.
Solo, dopo, NON LAMENTIAMOCI DI DOVER PAGARE UNA TASSA SUI RIFIUTI PIU' ALTA RISPETTO A QUALSIASI ALTRO PAESE EUROPEO!

3) discariche : a mio avviso la scelta più NEFASTA, TRAGICA e CONTROPRODUCENTE sia per l'ambiente che per la ns salute di cittadini; Marco ha opportunamente sintetizzato i pericoli di queste facendo riferimento alla discarica della Falchera che lui conosce certo meglio di me, e mi viene orrore se penso a tutte le discariche che abbiamo assai poco saggiamente aperto in tutto il suolo italiano negli ultimi decenni, senza considerare quelle "fuorilegge" aperte in territori in mano alla malavita organizzata che non si è fatta alcuno scrupolo di sotterrare sostanze derivanti da lavorazioni industriali MICIDIALI per la salute umana... e questo, prima ancora di considerare tutti gli ettari di territorio persi perchè adibiti a discarica! [:-|]

4) forni inceneritori : ovvero la scelta che altri paesi europei hanno intrapreso e adottato prima di noi; tra tutti i mali descritti, mi sembra il minore.
"un inceneritore ben costruito e' infinitamente meglio" come osserva Marco, ed io sono perfettamente d'accordo. [/:-|]
Con tutti i controlli periodici delle emissioni affidate a società serie, è bene sottolinearlo, e con tutti i controlli per il rispetto delle prassi da seguire nel trattamento dei rifiuti da incenerire (trovandomi in italia, il dubbio che queste non possano essere seguite alla lettera come teoria comanda è lecito...). [:-j]

Ma facciamolo, una buona volta, e smettiamola di prenderci in giro.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 05 Sep 2013, 09:43

chvfrc wrote:Se avessi scritto:
"Francamente, qualunque cosa e' meglio di una CENTRALE A CARBONE, e una CENTRALE NUCLEARE ben costruita e' infinitamente meglio. Quindi, piuttosto che farneticare di chiusure di impianti semplicemente IMPOSSIBILI anche a causa della struttura societaria, sarebbe meglio concentrarsi su una sorveglianza serrata dei parametri operativi dell'impianto, sostituzione filtri, eccetera. Cosa che naturalmente, trovandoci in Italia, nessuno fara'"

avrebbe fatto un altro effetto eh?

Non ho capito esattamente cosa intendessi dire, comunque si', fa un altro effetto, nel senso che quella frase non e' una moltiplicazione e quindi cambiando l'ordine dei fattori il prodotto non resta lo stesso: diventa infatti una frase che mi trova in profondo disaccordo.

Per prima cosa, il fatto che si pensi ancora al carbone nel 2013 e', in una parola, illogico. Al carbone ci si pensava nel '700, e per l'epoca poteva anche avere senso. Ora e' patetico anche il solo pensarci. Non ha nessun senso dal punto di vista tecnologico. Le uniche ragioni che posso vedere in chi propone di usare il carbone sono quelle di chi ha interesse ad arricchirsi sfruttando come schiavi i minatori cinesi che lavorano praticamente a costo zero. Non c'e' altra ragione plausibile. E difatti chi e' che ne parla? Ma e' sempre lui: il mafioso agli arresti domiciliari per evasione fiscale silvio berlusconi, l'uomo che per avidita' di denaro venderebbe anche la sua adorata mammetta (ma immediatamente dopo negherebbe d'averla venduta, gridando ad un complotto della stampa comunista e di <<questa sinistra!!!>>).

Stabilito che parlando di carbone ci prendiamo gioco di noi stessi, il carbone e' veramente peggio del nucleare? Dipende da cosa consideriamo come "peggio". Certo, una centrale nucleare sembra cosi' pulita... tutta bianca, non fa quasi fumo... e poi non puzza, e ci sono dentro tutti quegli scienziati eleganti che girano in camice bianco! Fico, no? Peccato solo che i risultati di questa apparente "pulizia" siano quelli che tutti sappiamo: scorie radioattive sicuramente molto ma molto piu' cancerogene degli inquinanti atmosferici, con tempi di dimezzamento dell'ordine delle migliaia (miglialia!) di anni, riguardo il cui smaltimento e/o stoccaggio non ho letto ancora nulla che non oscilli tra il cialtronesco ed il patetico. Imbottirci vecchie miniere di sale... scaraventarle sul fondo degli oceani... spedirle via razzo su altri pianeti... tutte cretinate una peggiore dell'altra. La verita' e' che non abbiamo idea di come gestire quelle scorie in modo accettabile e sicuro, per non parlare della sicurezza delle centrali in se'.

Per rendersene conto basta guardare lo stato delle peraltro pochissime centrali nucleari italiane, usate per pochi anni, le quali hanno quindi prodotto una quantita' tutto sommato molto modesta di scorie, che per questo dovrebbero essere di gestione relativamente facile. La centrale sperimentale FIAT ha la vasca di contenimento tutta crepata ed e' notorio che ha gravemente inquinato (e continua a inquinare senza che nessuno muova un dito) le falde acquifere. I bidoni in cui erano stoccate le scorie radioattive della centrale Fermi le abbiamo viste tutti in diretta TV mentre si facevano un'allegra crociera sul Po durante l'alluvione del 1994. E via dicendo. Per questo io continuo a ritenere che le centrali termo-nucleari siano una bella idea solo sulla carta, ma che nella realta' dei fatti non avrebbero mai dovuto essere state costruite.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 24 Sep 2013, 13:44

" riguardo il cui smaltimento e/o stoccaggio non ho letto ancora nulla che non oscilli tra il cialtronesco ed il patetico. Imbottirci vecchie miniere di sale... scaraventarle sul fondo degli oceani... spedirle via razzo su altri pianeti... tutte cretinate una peggiore dell'altra."

In effetti, il problema legato allo smaltimento delle scorie conseguenti la reazione controllata rappresenta tutt'ora uno dei problemi cruciali a svantaggio del nucleare; il fatto è che nessuno(e per questi intendo soprattutto Americani, Francesi e Giapponesi) è ancora riuscito a proporre una soluzione valida e tecnicamente realizzabile, scevra da rischi... le ultime notizie che arrivano dalla Francia(un paese pesantemente coinvolto nel problema data la scelta intrapresa a suo tempo) è che il governo ha offerto ingentissimi finanziamenti a tutti quei comuni che sul proprio territorio acconsentano ad ospitare un cimitero di scorie : l'idea dei Francesi è quella di scavare in profondità per molte centinaia di metri nel sottosuolo per realizzare un sito dove collocare le scorie... [:-I] ...francamente, se io sapessi di dovermi addormentare ogni sera avendo in asse sotto di me tutto quell'arsenale, non saprei proprio che sogni farei...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 26 Sep 2013, 09:49

Tra l'altro la sola idea risveglia pensieri di mega complottoni planetari da film di 007, tipo il Signor No che ordisce una folle trama per far saltare per aria con una quantita' pazzesca d'esplosivo il sottosuolo del paesucolo francese onde rendere radioattive intere regioni della Francia... [:(-(]

Non sarebbe nulla se la realta' dei fatti, dopo l'11 settembre, non avesse ampiamente superato anche le piu' fantasiose trame terroristiche hollywoodiane... [:0]
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 27 Sep 2013, 07:19

caro Marco,

più che di ispirazione per possibili sceneggiature da film "a la 007", a me francamente, pensando al paese in cui vivo e all'assoluta mancanza di scrupoli dimostrata da alcuni sui abitanti riguardo il trattamento di rifiuti industriali, mi vien da concludere che in italia, anche per questo motivo, è molto meglio non ripartire con un ipotetico programma nucleare : ad un certo punto, non vorrei leggere dagli organi di informazione che cittadini di intere zone residenziali della Campania (o della Basilicata, o della Calabria, fate voi) si siano risvegliati improvvisamente con la cute "verde fosforescente" e con le pupille "a laser" senza motivo apparente... [:-j]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 14 Nov 2013, 15:00

L'allarme lo aveva già lanciato il SOLE24ORE attraverso due articoli, uno pubblicato in Marzo (appena reso noto il bilancio INPS a chiusura anno 2012) e l'altro in Luglio 2013, ed oggi arriva la conferma circa una "preoccupazione" manifestata dal pres. dell'INPS Mastrapasqua ("poltrona" la sua da 600.000 € annui [:-j] oltre gli altri 24 stipendi garantitigli da egual numero di cariche che occupa in varie società e CdA pubblici...) circa la "tenuta sul medio-lungo termine dell'intero sistema pensionistico nazionale" affossato dall'accorpamento voluto a suo tempo da Monti e Fornero (ricordate il decreto "salva italia" 2011??...) che decretarono la nascita del cosiddetto SuperINPS (obbligando la florida INPS a sobbarcarsi i carrozzoni INPDAP e ENPALS zeppi di perdite oltre ad altri "carretti" non resi noti ma altrettanto bucati...)


http://www.corriere.it/economia/13_nove ... 1355.shtml


È quanto meno curioso [:-I] che il sapientissimo mastrapasqua si senta "preoccupato" solo oggi, dopo che sono passati ben 9 mesi dalla pubblicazione del bilancio dell'Ente che dirige, quando dichiarò la sua assoluta "non preoccupazione, dato che il sistema è solido e in grado di reggere a lungo..." (fino a quando??? ndr...) [:-I]


Riporto uno stralcio dell'articolo del SOLE24ORE a cui facevo riferimento :

«La voragine si è aperta e difficilmente verrà colmata nei prossimi anni. Dopo la perdita per 9 miliardi subita dall'Inps nel 2012 e resa nota nei giorni scorsi, anche il 2013 dovrebbe chiudere in profondo rosso per l'istituto.
La previsione è contenuta nella prima nota di variazione del preventivo 2013 a cura del Civ (Il Consiglio di vigilanza) dell'Inps approvata poche settimane fa. Ebbene il Civ stima una nuova perdita per 9,2 miliardi. Se queste stime saranno confermate nei prossimi mesi, l'Inps finirà quindi per cumulare una perdita di 18 miliardi nel biennio 2012-2013. Non solo. Questo trend dovrebbe proseguire inalterato anche nei prossimi anni con le stime di perdite per 10 miliardi all'anno anche nel 2014 e 2015.

Il buco attuale dell'Inps, al di là delle ragioni strutturali di disequilibrio tra entrate e uscite, si è creato per l'incorporazione dell'Inpdap nell'Inps. La cassa dei dipendenti pubblici è stata fusa nell'Inps a inizio del 2012 e ha portato un virus dentro le casse dell'istituto. Il virus è il deficit permanente della ex cassa pensione pubblica che perde a rotta di collo da anni ed è stata portata nell'Inps per evitarne la bancarotta. Ebbene il passivo di bilancio dell'ex Inpdap è di 7,6 miliardi con un buco patrimoniale per 23 miliardi. Ora con la fusione nell'Inps le perdite e i disavanzi patrimoniali sono stati trasferiti e hanno provocato la maxi-perdita del 2012. E provocheranno anche le perdite future.

Ma non c'è solo l'Inpdap a vivere costantemente in perdita. Molte gestioni confluite negli anni nell'Inps sono perennemente in perdita. Eccole.
Il fondo degli ex dirigenti d'azienda, l'Inpdai, ritornato sotto le ali pubbliche pena il fallimento presenta un disavanzo di ben 3,7 miliardi; l'ex fondo telefonici è in deficit per 1,2 miliardi; quello degli ex lavoratori elettrici è in rosso per 1,9 miliardi. Infine l'ex fondo trasporti perde 1 miliardo. In totale il deficit dei quattro fondi sfiora gli 8 miliardi. Poi sono in rosso anche le gestioni degli artigiani per 5,6 miliardi e quella dei coltivatori diretti per 5,5 miliardi. »

copyright 2013 - SOLE24ORE



...capito che roba? [:-|]


ah, a proposito, si parlava di mastrapasqua e "dirigenti e managers pubblici" : bene, un articolo odierno -fonte OCSE- in grado di spiegare molte cose sui perchè il "sistema italia" è un colabrodo e fa acqua da tutte le parti :


http://www.corriere.it/economia/13_nove ... 1355.shtml


quando leggo questi dati, che ultimamente sempre più si rincorrono freneticamente dando l'immagine reale di ciò che è veramente questo paese ben al di là delle vuote chiacchiere dei nostri sempre più corrotti politici ed amministratori pubblici, io mi chiedo quanto ancora ci vorrà affinchè il popolo italiano si stufi e si inkazzi per davvero.
[:|]

Credo tuttavia che l'avverarsi di una speranza come quella espressa prima sia cosa vana. Sono più propenso a credere che se le cose andranno avanti nello stesso modo ancora per un pò, davvero il ns sistema "tutto" (non solo quello pensionistico, ndr) non sarà più in grado di reggere, ed allora ad ink.si prima di noi italiani sarà l'Europa (il famigerato team "FMI+BCE+Bruxelles" meglio noto come "troika") che ci verrà a dare "la sveglia" come hanno già fatto in Grecia e in Portogallo...
Last edited by aorlansky60 on 14 Nov 2013, 15:10, edited 1 time in total.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby chvfrc » 14 Nov 2013, 15:09

aorlansky60 wrote:io mi chiedo quanto ancora ci vorrà affinchè il popolo italiano si stufi e si inkazzi per davvero.
[:|]

quando invece che leggere questi dati sui giornali li vedrà sul proprio conto in banca... se ancora esisterà, la banca [V]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 14 Nov 2013, 16:17

ah, meno male, dopo la patata bollente lanciata da Mastrapasqua è arrivata prontamente la risposta di Saccomanni :

"non c'è alcun motivo di allarme(*), si tratta di un problema tecnico che stiamo valutando, ci sta lavorando la Ragioneria". (nota di agenzia)

ma quant'è bello sapere che qualcuno vigila sulla salute dei ns conti e del ns futuro! (...o no?...) [:-I]

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, arrivando a Bruxelles per l'Eurogruppo. Saccomanni ha confermato di aver ricevuto una lettera in merito dal numero uno dell'Inps, come anche il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini. "Non conosco il richiamo di oggi a cui fate riferimento, ma la questione è seria ed è sul tavolo del governo fin dai primi giorni" ha risposto Saccomanni ai giornalisti... [:-I]


(*) : ma davvero non c'è alcun motivo di allarme???... io a leggere quei numeri e ragionando con la mia testa mi preoccupo, eccome!... [:-!] specie considerando che :

1) sono un lavoratore dipendente nel settore privato che -come molti altri- versa mensilmente contributi con l'obiettivo di ottenere una pensione congrua una volta raggiunto il "traguardo"... [:-j]

2) che non percepisco certo stipendio mensile al livello del già citato fortunato mastrapasqua o "pensione d'oro" al livello di qualche altro fortunato suo pari, e che già da ora vista l'aria che tira, mi stò predisponendo per il futuro... [:-j]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 15 Nov 2013, 08:47

...dopo il rapido "dietro-front" di mastrapasqua (al quale è logico pensare sia stato "amichevolmente indotto") a sole poche ore dalla sua affermazione completamente opposta di ieri in merito ai conti dell'Ente che dirige, ho la conferma -se mai ce ne fosse bisogno, da parte mia non più di certo- che a governarci e a dirigere Enti e istituti italiani di rilevanza sono delle sottospeci di pagliacci butterati.
[:|]

Per l'ennesima volta si vuol far credere che il "bianco è nero"(o viceversa) e che le parole sono più accomodanti e rassicuranti dei crudi numeri che denunciano una verità indiscutibile.

buffoni

Di questa vicenda, ciò che dovrebbe fare riflettere (chi ancora è in grado di farlo, questo paese è ormai saturo di gente assopita astutamente da chi ha saputo farlo ad arte) è che questa squadra di "buffoni e lacchè" stà letteralmente giocando sulla pelle e sul futuro di milioni di italiani.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 18 Nov 2013, 10:38

Caro Alain,

ti ricordi la discussione di un paio di settimane fa sulle provincie e sul fatto che quando vengono sbandierati risparmi PAZZESCHI poi alla fin fine, fatti bene i conti con tutti gli annessi e connessi, non si risparmia nulla anzi si rischia di spendere di piu'? Qui e' la stessa cosa.

Da molti anni (anzi: da alcuni decenni) e' in atto un piano di blocco praticamente assoluto di concorsi pubblici ed assunzioni pubbliche. Perche' la RES PUBLICA costa troppo, perche' di personale ce n'e' gia' troppo (forse si riferiscono ai numerosi camerieri della buvette in transatlantico... non c'e' reparto ospedaliero che non sia sotto organico in modo pauroso, ma ora sorvoliamo su questo punto), perche' bloccando le assunzioni si risparmia tantissimo perche' e' come licenziare e non pagare lo stipendio a gente nuova, eccetera. Per esagerare, si e' deciso di non sostituire neppure il personale che va in pensione o di sostituirlo in minima parte. E' quello che si chiama il "blocco del turnover". Vuoi mettere il risparmio? [:-I]

Questo da un lato. Dall'altro lato e' ormai assodata la sussistenza di cio' che va sotto il nome di "rottura del patto sociale". Ossia: grazie a scelte dissennate di cui hanno approfittato alcune persone nel recente passato (pensioni "baby" e pensioni "d'oro" soprattutto, ma anche la bella pacchia del sistema retributivo anziche' contributivo) attualmente le pensioni non vengono erogate attingendo a quanto il lavoratore ha precedentemente versato ed accantonato, bensi' vengono erogate succhiando in presa diretta i contributi di chi lavora oggi.

Risulta quindi chiaro anche a un bambino di terza elementare che, stando cosi' le cose, se tu devi dare una pensione al signor TIZIO ci vuole il signor CAIO che lavori e versi i propri contributi pensionistici, di modo da poterli "girare" al signor TIZIO (i cui contributi sono gia' stati dissipati in precedenza).

Ma se invece lo "scienziato" di turno blocca le assunzioni e addirittura il turnover nel pubblico impiego, che succede? Succede che chi va in pensione non ha nessuno che lavori al posto suo per pagargli la pensione, ovvio. E quindi cosa succede? Che l'INPDAP comincia a generare passivo su passivo, perche' eroga sempre piu' pensioni e riceve sempre meno contributi, e quindi non solo non si risparmiera' un belino di niente ma tocchera' anzi pagare pure gli interessi sui prestiti.

Non so se sono riuscito a spiegarmi. La morale comunque e' sempre la stessa: occhio [J-,] ai populisti che sostengono di avere una semplicissima idea in mente grazie alla quale con un rapido colpo di forbici ZAC! lo Stato risparmia come per magia un sacco di soldi che sprecava in spese inutili. [:-j] E' quasi sicuramente un cretino o, peggio, in malafede.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 18 Nov 2013, 11:35

Marco,

il tuo ragionamento è chiarissimo (specie il riferimento al ex ente di prev. sociale per il pubblico impiego),
ma temo ci sia anche ben altro.

di fatto, siamo capitati -e non credo che abbiamo visto ancora il peggio, purtroppo- nel mezzo di alcune coincidenze assolutamente negative realizzatesi nello stesso arco di tempo (2008-2013 con prospettiva futura allungata nel medio termine) che con sinergia diabolica stanno determinando condizioni e conseguenze impensabili 20anni fà ed oltre :


- crisi economica (prima solo finanza anglosassone, poi estesasi a tutta la finanza mondiale fino a coinvolgere tutti gli aspetti sociali a livello globale; inutile ricordare ancora quanta finanza pubblica sia stata necessaria iniettare per salvare quegli istituti bancari privati dai quali proviene l'inizio della tempesta economica...)

- unione monetaria che costringe l'italia dal 2002 in un club nel quale ogni singolo paese è vincolato da rigidi controlli di bilancio determinati da un ente (Unione Europea & BCE) superiore per legittimazione ad ogni singolo stato sovrano dell'area € (dove però a fare la voce grossa e a determinare le scelte sono i paesi più forti del club, questo va detto...) [:-j]

- il fatto che al momento attuale l'italia sia il paese più vecchio d'Europa (18milioni di pensionati su 60milioni di cittadini totali in cui sono compresi anche i minorenni, attenzione) con prospettive demografiche non certo incoraggianti per l'immediato futuro.

- last but not least il "nostro" vecchio cavallo di battaglia caro Marco, e cioè l'enorme debito pubblico italiano in relazione alla sua ricchezza (pil) che ci ha visti totalmente impreparati di fronte ai rigidi controllori di Bruxelles (cioè: quando le cose andavano bene o per così dire [:-j] , per es. 10anni fà, nessuno se ne preoccupava, mentre ora che le condizioni economiche sono completamente mutate, un dato di debito sovrano così elevato non supportato da opportune garanzie non può non costituire fonte di grossa preoccupazione soprattutto per chi ci finanzia e chi ci dirige; non dobbiamo dimenticare che da un momento all'altro se le cose non si risollevano potremmo vederci entrare in casa i burocrati della troika a dettare condizioni anche più dure e severe di quelle attuali che già ci sembrano insopportabili, vedere per es. ciò che stanno subendo i greci...). [:-I]



Di certo, a pesare sulla situazione attuale italiana ci sono anche decisioni politiche discutibili intraprese nel passato quando le cose andavano bene, come per es. garantire al pubblico impiego la "baby pensione" con soli 18anni di contributi versati per le donne e 20 per gli uomini... [:-j]

Però quando penso a come è stata trattata la faccenda del pubblico impiego in italia da decenni, specie in alcune regioni del ns sud, dove per "un voto" avevi "il posto", insomma non ci dobbiamo stupire del fatto che sicilia e calabria contino un numero di guardie forestali che neppure il Canada o alcuni stati degli USA sono in grado di vantare...

Vista da occhi esterni, una situazione come quella appena citata ha dell'inspiegabile e dell'incredibile. [:|]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 15 Jan 2014, 10:44

Gli ultimi avvenimenti emersi alla pubblica conoscenza -loro malgrado, i diretti coinvolti [:-j] non se lo auguravano di certo- relativi ai casi della regione Liguria e della regione Sicilia (solita vecchia storia, consiglieri regionali sorpresi ad araffarsi denaro pubblico a fini esclusivamente personali, non importa il "colore" politico di appartenenza) non sorprende ormai più di tanto, visto l'andazzo degli ultimi anni in Italia che riguarda da vicino i funzionari della pubblica amministrazione (l'etica di pensiero e di comportamento pare una virtù ormai estinta in questo paese...) ma il caso che vede coinvolto la De Girolamo (ora in veste di Ministro della Repubblica) merita un approfondimento;

c'è chi cerca di giustificare il suo comportamento attraverso un autentica arrampicata sugli specchi,
sottolineando che :
1) questi fatti risalgono a 4anni fà,
e che :
2) è stata violata la sua privacy.

E allora, chiedo io ???!!! [:-|]

Se uno viene colto e pizzicato anche senza saperlo (anzi così è meglio, dato che così può emergere veramente ciò che pensa e medita, e da qui il suo comportamento nella propria natura più sincera e recondita, giusto o ingiusto che sia) con le mani nel sacco suo malgrado nel proprio ruolo di rappresentante dei cittadini (non dimentichiamo che 4anni fà la De Girolamo era già deputata in Parlamento...) in maniera palese a trattare l'interesse e il denaro pubblico a soli scopi personali (e quelli di pochi altri soggetti coinvolti nella faccenda in oggetto) come le registrazioni che vedono coinvolta la De Girolamo sembrano dimostrare, cosa rimane di veramente grave alla fine della storia ???

il fatto che sia stata violata la sua privacy(...) [:-j] o il fatto che la De Girolamo abbia meditato, escogitato ed agito in modo assolutamente distorto al fine di favorire interessi propri, [:(] ben lontana dall'unica etica di pensiero e di comportamento che dovrebbe guidare qualsiasi rappresentante eletto ad agire negli interessi dei cittadini ???

Ma che belle parole che ho appena scritto nell'ultimo paragrafo! Nel mondo politico attuale a qualsiasi livello (enti territoriali o statali che siano) vigendo ormai la regola del "farsi i fatti ed interessi propri" [:-j] prima di ogni altra cosa, uno come me sarebbe visto come un pesce fuor d'acqua e per questo da combattere e possibilmente da eliminare dalla scena!

Poi si stupiscono (e si lamentano) del progressivo allontanamento della gente dalle istituzioni e dalla politica... ci sarebbe da chiedersi -e da chiedere loro- in che mondo vivono... di certo in un mondo "tutto loro", assai lontano dalle esigenze e dai problemi che loro stessi hanno causato alla maggioranza dei cittadini (con le proprie scelte scellerate da cui derivano comportamenti illeciti, molti dei quali illegali, per questo li pensano e li meditano all'oscuro nella propria intimità, pensando di non essere uditi!!...)

I ns politici si lamentano (e si stupiscono) che è ormai la Magistratura a guidare e decidere ogni tipo di scelta per il paese... ma per forza!!
Cosa c'è da stupirsi??!! Se la corruzione generalizzata è l'unico fattore a guidare i ns amministratori pubblici e i ns rappresentanti politici in Parlamento(la maggiorparte di essi, almeno), è inevitabile che ogni tanto qualche malefatta venga alla luce, dai! Sono talmente voraci ed ingordi (e stolti nel loro comportamento) da riuscire a far male e pasticciate le proprie malefatte lasciando traccia di esse! Se non altro, in questo triste scenario, rimane solo da sperare nella integrità e nell'etica della Magistratura italiana e dei propri funzionari, altrimenti...

Ieri sera, nel corso di una trasmissione televisiva, ho sentito uno degli ospiti esprimere un concetto talmente puerile quanto vero ed incontrovertibile nella propria sostanza:

"...BASTEREBBE SOLO COMPORTARSI BENE..."

ecco, questa è la pratica derivante da qualsiasi buon pensiero di giustizia a monte come concetto guida, che è stato evidentemente dimenticato dalla maggioranza delle persone italiane. [:(]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 15 Jan 2014, 11:54

aorlansky60 wrote:(solita vecchia storia, consiglieri regionali sorpresi ad araffarsi denaro pubblico a fini esclusivamente personali, non importa il "colore" politico di appartenenza)

Apro sottolineando che il colore politico d'appartenenza importa viceversa moltissimo e che mi stupisce questa affermazione qualunquista proprio da parte tua. Difatti, se certamente il PD non puo' escludere d'avere qualche mela marcia al suo interno (sarebbe troppo bello), gli scandali sia per proporzione economica che numerica pesano in proporzione mostruosamente maggiore sulla compagine PDL-Lega, come illustra chiaramente questa tabella odierna della stampa ove, a fronte dello scandalo totale che coinvolge il centrodestra, viene sbeffeggiato Casadei del PD per aver chiesto il rimborso dei 50 cent (centesimi cinquanta) d'un cesso pubblico: ridicolo fin che si vuole, sicuramente da pezzenti, ma decisamente una bazzecola trascurabile rispetto al MARE MAGNUM in cui annega il "solito" centro-destra assieme ai "moralizzatori" anti-roma-ladrona della Lega...

http://www.lastampa.it/2014/01/15/itali ... agina.html

Venendo al punto, la privacy e' un'invenzione della politica per proteggere se stessa. Sarebbe (dico: sarebbe) importante anche per la cittadinanza, penso ad esempio alla protezione delle informazioni sanitarie, ma come tutti ricordiamo essa e' partita dietro uno stimolo puramente ed esclusivamente politico, senza che presso la popolazione ci fosse assolutamente nessun allarme sociale legato a questioni di privacy. Anzi, fino al giorno prima tutti noi ignoravamo persino cosa fosse.

Per quanto mi riguarda, non solo le intercettazioni "illegali" non dovrebbero essere mai considerate tali nei riguardi di un personaggio pubblico, ma anzi tutti i loro documenti e tutte le loro linee telefoniche e stanze dovrebbero essere disponibili ai cittadini su internet in streaming e con webcam in modo che chiunque, in qualunque momento del giorno, possa rendersi conto di cosa stanno facendo e dicendo. Tanto non dovrebbero ne' fare ne' dire nulla che non sia in regola con la cosiddetta "evidenza pubblica", quindi non vedo dove stia il problema.

Chi non e' daccordo puo' ritirarsi in qualunque momento e senza preavviso a vita privata.

Stessa cosa per le dichiarazioni dei redditi, ma in questo caso di chiunque, non solo dei politici ma dell'intera cittadinanza: online per tutti e visibili a tutti, a partire dalla mia.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby aorlansky60 » 15 Jan 2014, 12:27

Accetto serenamente l'osservazione di "qualunquismo" circa l'appartenenza partitica dalla quale provengono i mal-costumi tipici della politica italiana da me sollevati, convenendo con te circa la sproporzione maggiore verso "centro-destra" come fonte di provenienza. Le statistiche e le sentenze sono in grado di dimostrarlo nei numeri, più delle vuote demagogie depistanti a parole.

È stato -comunque- altresì provato nel tempo che la sinistra (o come dir si voglia, ormai si fa fatica a comprendere pure questo nel paese...) non si è certo sottratta agli "usi e costumi" tipici imperanti nel "palazzo", e questo mi basta per farmi un opinione. So bene che non fa certo piacere saperlo e vederselo rammentare, specie per gli "idealisti" più convinti (siano essi riconducibili a pci, ulivo, pds, pd, etc etc) ma tantè ed occorrre farsene una ragione.

Sarà che come pregiudizio di fondo, a confortarmi stà il fatto (provato, lo ribadisco, il ns paese è un ottima base statistica da cui partire) che il "soldo facile" non abbia mai fatto schifo a nessuno ma al contrario attratto molti, qualunque sia la sua "bandiera" ed il proprio ideale ed orientamento "politico"...

[:)]
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby intermediario » 15 Jan 2014, 16:31

Che i procedimenti giudiziari a carico del cosiddetto centro destra siano più consistenti di quelli a carico del cosiddetto centro sinistra è molto probabile. Bisognerebbe fare una ricerca, ma a sensazione credo anch’io che la differenza sia enorme.
Ma il punto è un altro: fra di loro c’è il patto tacito “io ti lascio rubare e tu mi lasci esistere”. Più precisamente, rubano con due stili differenti. Anche perché si rivolgono a due elettorati differenti. Il c.dx sa che il suo elettorato ama vedere soldi pubblici saccheggiati in festini a base di lap dance; c’è tutto un discorso antropologico da fare, ma in sostanza tutti dicono “embè, gli piacciono le donne…che male c’è se le paga coi miei soldi?”.
Il c.sx è diverso perché sono diversi i suoi elettori. Non possono esagerare con certe cose. Ma la stessa esistenza di un PDS-DS-PD finanziato con soldi pubblici è illegale. Non lo dice Grillo e non lo dico nemmeno io:
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... id=ABeDZig
Non a caso l’apparato del PD è molto più radicato e consistente di quello degli altro partiti. Per forza: “avere un apparato” con quello che ne consegue in termini di giro d’affari è l’unico motivo per cui esistono. La lotta a Berlusconi è ed è sempre stata una finzione, le politiche per il lavoro sono pura immaginazione, in campo economico sono più liberisti di Reagan, sui valori umani l’anima laica e quella cattolica si neutralizzano a vicenda…a cosa servono se non ad incassare un contributo che gli Italiani avevano deciso di non dargli, ed a gestire appalti di servizi pubblici?
Rubano semplicemente con stili diversi e stanno bene attenti a non intralciarsi a vicenda.
E per uno come me che li ha votati tutta la vita non è facile dire queste cose: ho dovuto constatare che un gruppo di usurpatori ha invaso quella che era la mia casa e mi ha cacciato fuori.
intermediario
England Seller
England Seller
 
Posts: 781
Joined: 15 Jul 2008, 13:51
Location: Italy

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby maomac » 15 Jan 2014, 20:32

Elettori di sinistra aprite gli occhi c'è tutto un un mondo intorno a voi, non fate finta di non vederlo perchè i vostri furbi politici non ve lo vogliono far vedere. Fino ad ora avete visto e capito solo quello che hanno voluto farvi vedere, e la cosa più scioccante è che ancora ci credete.
maomac
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 67
Joined: 24 Oct 2013, 22:55

Re: Te la do' io l'Italia.

Postby highinfidelity » 16 Jan 2014, 08:59

E tu, Maomac, che sei superiore a tutti noi stolti, dicci: in cosa credi?
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7035
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Next

Return to L'ultima spiaggia

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest