Auguri Agnello !

L'area principale del Forum, dedicata alla storia e alla musica del famoso complesso di rock progressivo.

Auguri Agnello !

Postby Betelgeuse » 18 Nov 2013, 18:59

Agnello prelibato, certamente, ma non da magnare [:D]
Si tratta dell'agnello steso sulla Broadway Avenue, che compie la rispettabile età di 39 anni.
Anzitutto mi scuso se, da un pò di tempo, insisto ad aprire topic celebrativi sulle opere dei nostri, ma lo faccio per dare lo spunto affinchè ci si ri-soffermi nuovamente su tali opere, con ri-ascolto incorporato.
Del resto questo è il forum italiano dei Genesis, e se non insistiamo qui, con sana fissazione compresa, sui dischi della storica sigla, non vedo dove potremmo farlo.
The Lamb Lies Down On Broadway esce dunque 39 anni fa, e lascia il segno come pochi altri album rock, stagliandosi come opera dotata di incredibile genialità, eccentricità, spettacolarità, e ponendosi ai posteri come lavoro di avanguardia pura.
Su come sia nato il disco in questione, sulla difficile gestazione, sui malumori e gli attriti che attirò tra gli stessi componenti, sono stati scritti fiumi d'inchiostro.
Tutti abbiamo letto le curiose analisi su significati reconditi e simbolismi vari da assegnare al disco, con questioni filosofeggianti tipo - si tratta dell'ultimo disco dei Genesis di Gabriel o il primo di Gabriel solista? - che, in tutta sincerità potrebbero semmai avere soltanto valore dialettico, ma che non aggiungono nè tolgono nulla alla bontà dell'opera.
Un disco violento, crudo e metropolitano, eppure avvincente, che non perde un briciolo della forza evocativa e immaginifica delle atmosfere precedenti: solo che la fervida fantasia dei musicisti, anzichè navigare in mari prettamente fiabeschi e sognanti, si sposta nella realtà di tutti i giorni, fatta non soltanto di sogni, ma anche di problemi, di ingiustizie, delle magagne dell'animo umano.
39 anni, dunque, portati benissimo, meglio di prodotti più recenti, dei Genesis e non.
Auguri !
Betelgeuse
Lamb
Lamb
 
Posts: 2733
Joined: 24 Feb 2008, 13:58

Re: Auguri Agnello !

Postby Thomas Eiselberg » 18 Nov 2013, 21:41

Fai bene Betel a ricordare queste date e le tue "retrospettive" sono sempre interessanti (e che di solito condivido) [;)]

Oggi manco a farlo apposta (non mi ricordavo che The lamb fosse uscito oggi) mi sono riascoltato In the cage tratta dal Dvd When in Rome [:0] [:D]

Beh a distanza di 39 anni resta quanto di più controverso abbiano pubblicato i nostri:

- i testi sono geniali e meravigliosi o semplicemente privi di senso e cervellotici?
- la storia cosa significa? Ha un suo senso più profondo o è solo un'allucinata riflessione di Gabriel su alcuni argomenti che riguardavano la sua vita personale (l'abbandono del gruppo, la nascita della figlia ecc) scritti (come sempre) sotto forma di metafore? O più semplicemente anche quella non ha senso?
- E' un album prog? Si distacca totalmente dal prog? E' un album che per certi versi è perfino associabile al punk (Rael e alcuni pezzi)? Hard rock, pop, psichedelia, teatro ecc tutto questo assieme fa di un disco un disco prog?
- E il primo disco solista di Gabriel?
...

Queste e altre domande non avrammo mai una "vera risposta"

A tutto questo aggiungiamoci infiniti doppi sensi, metafore, citazioni a iosa, ambiguità, linguaggio crudo...

Insomma un disco incredibile, a distanza di 39 anni ancora non è possibile spiegare cosa cavolo gli sia venuto in mente a Peter e agli altri [:D]
The lamb alla fine è The lamb, prendere o lasciare, non c'è modo di carpirne i reconditi segreti, bisogna fare soltanto il biglietto, entrare in quel mondo e lasciarsi trasportare dal tutto. [:p] [:p] [:p]
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Auguri Agnello !

Postby chvfrc » 19 Nov 2013, 11:22

un album BELLISSIMO, pieno di cose già abbondantemente e scrupolosamente dette da Bet e Thomas.
MA per me un album meno piacevole, rispetto a Selling England. Forse perchè più lungo (quando ascolto una lbum dei G difficilmente riesco a sentirne solo dei pezzi) e che quindi chiede un impegno e tempi che oggi non riesco a concedermi.
Forse perchè le atmosfere a tratti dark mi oscurano il morale.
Forse perchè meno immediato di Selling.
Ma PER ME un gradino sotto

edit: Forse perchè ho scoperto selling alle elementari, età più serena, e Lamb al Liceo, età più travagliata, e di questi esordi mi porto appresso il ricordo...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Auguri Agnello !

Postby aorlansky60 » 19 Nov 2013, 11:52

Fu il primo album della band che acquistai "in tempo reale" alla sua pubblicazione, ricordo proprio che me lo portai a casa (dopo avere "sudato" e racimolato da studente squatrinato qual'ero le ottomila lire del tempo necessarie per un doppio album) a fine novembre 1974...



"i testi sono geniali e meravigliosi o semplicemente privi di senso e cervellotici?"

Nei Genesis (come per la maggiorparte della musica che mi piace ascoltare) ho sempre privilegiato l'orchestrazione strumentale ai testi, quindi non saprei. Nel tempo, mi è capitato di leggere pareri entusiastici alternati a pareri piuttosto perplessi... è il destino di un opera come questa.



"la storia cosa significa? Ha un suo senso più profondo o è solo un'allucinata riflessione di Gabriel su alcuni argomenti che riguardavano la sua vita personale (l'abbandono del gruppo, la nascita della figlia ecc) scritti (come sempre) sotto forma di metafore? O più semplicemente anche quella non ha senso?"

È assai probabile che Peter Gabriel (come molti autori pop-rock del tempo, peraltro) vi abbia allacciato sensazioni della propria vita privata; se queste non furono propriamente consapevoli, credo almeno che lo furono di riflesso; Gabriel è sempre stato un uomo -prima che un artista- emotivamente "vulcanico" e se si pensa a come fu travagliato per lui quel periodo (primi attriti interni nella band, nascita alquanto problematica della prima figlia, sirene provenienti da oltre oceano a offrirgli un lavoro da sceneggiatore...) ecco che si spiega l'ingarbugliatissima storia nella quale si muove il personaggio protagonista del concept album.



- "E' un album prog? Si distacca totalmente dal prog? E' un album che per certi versi è perfino associabile al punk (Rael e alcuni pezzi)? Hard rock, pop, psichedelia, teatro ecc tutto questo assieme fa di un disco un disco prog?"

Di certo, è molto, molto di più di solo "prog-rock", genere per il quale si etichettava la band prima della sua pubblicazione; l'album colse di sorpresa sia il pubblico che la critica (ricordo benissimo per averle vissute in tempo reale le prime reazioni di stampa specializzata e fans); personalmente mi contrariò non poco al primo ascolto (naturale, considerati i dischi precedenti) così come mi lasciò alquanto perplesso la copertina il cui art-work scelto per l'occasione si distaccava nettamente dal genere che aveva caratterizzato i precedenti lavori della band, ma era proprio ciò che era nell'intenzione di Gabriel, ancora prima della band intera, la volontà di iniziare ad esplorare panorami nuovi non più necessariamente legati al prog-rock come lo si conosceva (ed apprezzava) fino a quel momento. Di certo, non è affatto errato affermare che quest'album contenga prog-rock, hard-rock, pop, ambient(o new-age ma al tempo ancora non la si conosceva sotto questa etichetta), musica "sperimentale"(non saprei e non sò ancora come definire "The Waiting room"...) caratteristiche che lo propongono come l'album più complesso e poliedrico mai creato dai Genesis.



- "E il primo disco solista di Gabriel?"

Non direi; molti nel valutarlo si concentrano esclusivamente sui testi, dimenticandosi che il poderoso e pregevole lavoro di orchestrazione messo in atto proviene al 100% dalla coppia BANKS & RUTHERFORD (è noto che Steve HACKETT non ebbe alcuna parte significativa nel processo creativo, essendo stato guidato da Banks quasi come un session man, la cui cosa iniziò a procurare al chitarrista i primi tarli al cervello che ne sarebbero poi usciti nel 1978...) per cui direi che l'album riflette le personalità più forti della band (Gabriel per i testi e Banks per la musica) e non può per tale motivo essere definito "il primo album solista" di Gabriel come alcuni hanno azzardato in passato.
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Auguri Agnello !

Postby Betelgeuse » 19 Nov 2013, 17:30

Thomas, tu dici:

i testi sono geniali e meravigliosi o semplicemente privi di senso e cervellotici?
Indubbiamente il soggiorno americano di qualche mese prima ( periodo in cui lasciò di fatto il gruppo ) ha inciso molto. Avrà sicuramente visto cose e assistito a situazioni che avranno scatenato la sua fantasia. Certo, la storia sparsa in un doppio album risulta a volte eccessiva, a volte cervellotica come scrivi tu, ma era effettivamente perfetta per un soggetto cinematografico.

la storia cosa significa? Ha un suo senso più profondo o è solo un'allucinata riflessione di Gabriel su alcuni argomenti che riguardavano la sua vita personale (l'abbandono del gruppo, la nascita della figlia ecc) scritti (come sempre) sotto forma di metafore? O più semplicemente anche quella non ha senso?
La nascita di un figlio, soprattutto del primo, è un avvenimento bellissimo ma anche stressante. Ho anche letto che spesso viaggiava in macchina per tornare dai suoi, proprio mentre lavorava su The Lamb. Poi mettiamoci il fatto dell'ambizione e del feeling che si era un pò deteriorato con il resto del gruppo: indubbiamente un pò di stress era umano, come si suol dire, in circostanze del genere.La storia di The Lamb, movimentatissima, è anche frutto di uno stato di fervida immaginazione ma anche di tensione.

- E' un album prog? Si distacca totalmente dal prog? E' un album che per certi versi è perfino associabile al punk (Rael e alcuni pezzi)? Hard rock, pop, psichedelia, teatro ecc tutto questo assieme fa di un disco un disco prog?
C'è tantissimo in questo disco, anche a livello di influenze ( Jagger, Lou Reed, Pink Floyd ( sissignori ), i primi vagiti punk ), ma le atmosfere prog sono, a mio avviso, ancora robuste.
Forse, però, l'influsso di Brian Eno non si è limitato a un solo brano...potrebbe anche essere !

- E il primo disco solista di Gabriel?
E' un grande disco, ma dei Genesis, perchè ci sono 4 quinti della formazione che suonano in maniera superba. Però sono convinto che Gabriel ebbe, con questo album, la consapevolezza, e, credo, lo fece capire chiaramente, che ormai i contributi personali andavano soppesati separatamente, e considerati " staccati " dal gruppo come entità globale. La sua filosofia, da quel momento, parte dal presupposto che ognuno, a partire da lui stesso, doveva sapere quale era il suo ruolo, la sua potenzialità, il proprio contributo, ed esserne consapevole.
Betelgeuse
Lamb
Lamb
 
Posts: 2733
Joined: 24 Feb 2008, 13:58

Re: Auguri Agnello !

Postby chvfrc » 19 Nov 2013, 17:37

Betelgeuse wrote:perchè ci sono 4 quinti della formazione che suonano in maniera superba.

[:0] e chi sarebbe il 1/5 che non suona in maniera superba? [:-I]
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Auguri Agnello !

Postby Betelgeuse » 19 Nov 2013, 17:41

Eh? [:D]
Peter, naturalmente, che non suona nulla, tranne qualche frase di flauto. Fede, confesso che mi sfugge a cosa ti riferisci.
Canta lui, o è un omonimo? [:D]
Betelgeuse
Lamb
Lamb
 
Posts: 2733
Joined: 24 Feb 2008, 13:58

Re: Auguri Agnello !

Postby Thomas Eiselberg » 19 Nov 2013, 20:08

Betelgeuse wrote:Thomas, tu dici:

i testi sono geniali e meravigliosi o semplicemente privi di senso e cervellotici?
Indubbiamente il soggiorno americano di qualche mese prima ( periodo in cui lasciò di fatto il gruppo ) ha inciso molto. Avrà sicuramente visto cose e assistito a situazioni che avranno scatenato la sua fantasia. Certo, la storia sparsa in un doppio album risulta a volte eccessiva, a volte cervellotica come scrivi tu, ma era effettivamente perfetta per un soggetto cinematografico.


Sia chiaro che quelle domande sono domande classiche che si sono posti coloro che hanno ascoltato e analizzato il disco (e tante altre ce ne sono), in quelle domande non esprimo nessun giudizio personale. Se dovessi dire quello che penso io direi quello che ho detto tante volte: la storia e i testi sono a mio avviso risuciti, a tratti esageratamente metaforici e cripici ma hanno un loro senso (poi ognuno ci può immaginare sopra chissà quanti significati) e anche citazioni e frasi che possono aopparire stupide sono invece perfettamente sensate.

Betelgeuse wrote:
- E' un album prog? Si distacca totalmente dal prog? E' un album che per certi versi è perfino associabile al punk (Rael e alcuni pezzi)? Hard rock, pop, psichedelia, teatro ecc tutto questo assieme fa di un disco un disco prog?
C'è tantissimo in questo disco, anche a livello di influenze ( Jagger, Lou Reed, Pink Floyd ( sissignori ), i primi vagiti punk ), ma le atmosfere prog sono, a mio avviso, ancora robuste.
Forse, però, l'influsso di Brian Eno non si è limitato a un solo brano...potrebbe anche essere !


Mi autorispondo anche a questa [:D]
Dipende cosa si intende per prog:

- Progressione e mutevolezza musicale nell'arco di uno stesso brano? Allora è molto meno prog che prog
- Sperimentazione? Allora E' prog al 100%
- Suonare nell'arco di uno stesso disco una miriade di generi musicali diversi? Prog al 100%
- Musica e testi di stampo "classico" e slegati dalla realtà del quotidiano? Allora non potrebbe essere più lontano dal prog.


Quanto al fatto che sia il "primo disco solista di Gabriel" l'ho sempre considerata una fesseria, inutile spiegare il perchè.
Essi vivono noi dormiamo. Obbedisci, compra, non pensare, il denaro è il tuo dio.

E' buona cosa leggere sempre leFAQ
User avatar
Thomas Eiselberg
GLOBAL MODERATOR
GLOBAL MODERATOR
 
Posts: 7475
Joined: 21 Oct 2005, 15:51
Location:

Re: Auguri Agnello !

Postby highinfidelity » 20 Nov 2013, 08:58

Thomas Eiselberg wrote:Quanto al fatto che sia il "primo disco solista di Gabriel" l'ho sempre considerata una fesseria, inutile spiegare il perchè.

Non mi sarei potuto esprimere meglio! La classica forzatura dei talifan per attribuire a Gabriel meriti esageratamente sproporzionati rispetto al suo (pur indiscutibile) talento. Basterebbe l'impietoso confronto col suo primo, vero disco solista (appena appena bellino) per bollare detta affermazione come assolutamente priva di qualsiasi fondamento.

Riguardo lo stress di Gabriel: sarebbe bastato che non si fosse impuntato sulla egocentrica "fissa" di voler scrivere i testi tutti da solo (cosa che poi comunque, alla fine, non riusci' a fare lo stesso... [:-j] ) e ne sarebbe venuto fuori molto meno stressato. E magari la trama del concept avrebbe anche avuto un vero capo e una vera coda.

Riguardo l'interpretazione dei testi, ho gia' detto piu' volte la mia: hanno sicuramente un alto contenuto metaforico e sono ricchi di colte citazioni, ma la cosa si ferma li'. Cercare secondi, terzi e quarti livelli cabalistici, escatologici, parascientifici eccetera sfiora il ridicolo. Ho trovato estremamente noiosi e pretenziosi, oltre che altamente improbabili, tutti i vari "saggi" che ho letto (piu' per senso del dovere che per piacere o reale interesse) in materia.

Sul contributo di Brian Eno direi ormai che non c'e' molto di cui discutere: sia i Genesis sia Brian Eno stesso hanno confermato in intervista che le rispettive influenze furono minima cosa: un ritocco al volo qui e la' (in un'unica occasione, se non ricordo male) perche' combinazione si ritrovavano a lavorare in studi affiancati. Eno si e' detto persino incerto sul fatto che quanto da lui fatto sia poi veramente finito nell'incisione finale. Anch'io per molti anni ho fantasticato su un'ampia collaborazione tra il complesso e il musicista, ma direi che non c'e' piu' spazio per i voli di fantasia: i fatti son chiari. Ci si puo' consolare pensando che in un certo senso cio' depone ulteriormente a favore della creativita' dei Genesis.
<< Conoscete voi spettacolo più ridicolo di venti uomini che s'accaniscono a raddoppiare il miagolìo di un violino? >>
(Luigi Russolo, Intonarumorista. 1913.)
________________________

In dubbio, consultate le FAQ
User avatar
highinfidelity
ADMINISTRATOR
ADMINISTRATOR
 
Posts: 7037
Joined: 02 Jul 2003, 23:54
Location: Torino

Re: Auguri Agnello !

Postby paolo.cordella » 20 Nov 2013, 09:48

mi è difficile spiegare perchè, quasi impossibile, comunque The Lamb non solo è il mio disco preferito dei Genesis, ma probabilmente il mio preferito in assoluto di tutti i tempi!!!
sarà perchè i dischi in cui le band sono in crisi hanno per me un fascino particolare ( Wall per i PF, Tales per gli Yes, BSS per ELP e potrei continuare... ), sarà perchè lo sento come una summa di quanto fatto finora dal gruppo con un assaggio di futuro inconcepibile da nessun altro per l'epoca, che conferma e supera qualsiasi altra cosa sentita fino ad allora senza rinnegare un briciolo della bellezza a cui ci avevano abituato: ci sono i Genesis classici, quelli romantici, quelli epici, quelli acustici, e in più anche quelli che... non avevamo ancora mai sentito, insomma!!! e poi è stato il primo LP in originale che ho preso di loro, appena uscito (gli altri li avevo in cassetta) e la storia debitamente tradotta con tutti i testi (in inglese ero - e parzialmente lo sono ancora - un cesso) mi intrigava particolarmente proprio perchè era difficile ricostruirne un senso perfettamente compiuto e questo dava un alone di mistero affascinante
infine in un titolo c'erano più di 90 minuti di Genesis e quindi lo sballo durava più di qualsiasi precedente [:D]
mi chiedo sempre: che mondo sarebbe senza The lamb?
paolo.cordella
Foxtrotter
Foxtrotter
 
Posts: 319
Joined: 31 Mar 2009, 13:25
Location: Italy

Re: Auguri Agnello !

Postby chvfrc » 20 Nov 2013, 10:02

Betelgeuse wrote:Eh? [:D]
Peter, naturalmente, che non suona nulla, tranne qualche frase di flauto. Fede, confesso che mi sfugge a cosa ti riferisci.
Canta lui, o è un omonimo? [:D]

beh, ma se cantare non è suonare... allora io non ho capito niente...
User avatar
chvfrc
Lamb
Lamb
 
Posts: 1940
Joined: 09 Sep 2010, 06:42
Location: Fossano (CN)

Re: Auguri Agnello !

Postby aorlansky60 » 20 Nov 2013, 10:53

chvfrc scrive :

"e chi sarebbe il 1/5 che non suona in maniera superba?"

Betel risponde :

"Peter, naturalmente, che non suona nulla, tranne qualche frase di flauto."




Se ci si sofferma solo sull'opera documentata su disco, la risposta non fa una grinza (a parte il fatto comunque che la prestazione vocale di Peter è come sempre su livelli egregi); tuttavia THE LAMB era stato evidentemente pensato e concepito anche per essere riprodotta integralmente dal vivo, e qui Peter fa la parte del leone o quasi con i suoi molteplici travestimenti adattati allo scorrere della storia in scena; so già che questa osservazione farà arricciare il naso a molti qui, ma è la pura realtà come la notò (mostrando di apprezzarla particolarmente) il pubblico nord americano accorso durante la tourneè della band nei primi mesi del 1975 in USA, cosa che provocò di riflesso anche malumori all'interno della band :

Peter Gabriel era improvvisamente diventata la star indiscussa e la stampa locale (specializzata e non) non parlava che di lui durante quella fortunata tourneè (molto meno dei resti della band e dei Genesis stessi, un paradosso incredibile) dimenticandosi troppo facilmente a chi dovevano essere ricondotti i crediti maggiori (Banks&Rutherford come ho già detto, almeno a livello orchestrale) della realizzazione dell'opera, e ovviamente i 4/5 restanti della band non ci rimasero affatto bene, specie quando a termine di ogni concerto c'era una specie di processione del pubblico diretta verso il camerino di Gabriel (fatto più volte testimoniato, anche da Phil Collins stesso non senza una vena polemica...) per complimentarsi con il vocalist, glissando davanti agli altri 4 che passavano per sconosciuti o quasi, semplici elementi di complemento e nulla più agli occhi del pubblico...
...AMA TUTTI, CREDI A POCHI, NON FAR MALE A NESSUNO...
User avatar
aorlansky60
Lamb
Lamb
 
Posts: 8422
Joined: 30 May 2006, 07:17
Location: Parma, Italy

Re: Auguri Agnello !

Postby kobaia » 24 Nov 2013, 17:14

purtroppo spesso è così, il cantante è il portavoce, il front-man e in definitiva quello che identifica il gruppo (a torto o a ragione)


the lamb.. dopo i primi ascolti "forzati" l'ho eliminato dal mio stereo per diversi anni, salvando solo occasionalmente carpet e lamia.. che musicalmente meglio si accordano ai lavori precedenti.
con un po' di maturità musicale ho deciso di riascoltarlo.. bene adesso son passati 6-7 anni e sono totalmente innamorato di questo concept che lo considero L' ALBUM.

è lungo
è un concept
non c'è una sbavatura tecnica
la storia è a dir poco particolare
i testi hanno bisogno di un grosso sforzo per essere (forse) compresi.. valore aggiunto all' opera musicale.

ci sarà sempre qualcosa di nuovo da imparare ascoltando e leggendo di questo album [I8)]
kobaia
Trespasser
Trespasser
 
Posts: 91
Joined: 20 Mar 2013, 21:20


Return to Genesis

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests